Sezioni del portale

Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Struttura Organizzativa
Categoria1__Struttura Organizzativa
/ Dipartimento Attività Culturali
Categoria2__Dipartimento Attività Culturali

Casa della Memoria e della Storia

casa della memoria

Per raccontare, conoscere e condividere la memoria e la storia del '900 e di Roma


Indirizzo: via San Francesco di Sales, 5 Roma (Trastevere) - 00165
Orari di apertura: dal lunedì al venerdì ore 9.30 - 20.00

 

Ingresso libero 
Tel. Casa della Memoria e della Storia: 06.6876543 - Info: 060608

 

Sono temporaneamente sospesi il servizio di navigazione internet e la consultazione del catalogo on-line da parte del pubblico. Restano attivi il servizio di prestito, di consultazione dei documenti e di prestito interbibliotecario

 

Info biblioteca: 06 45460501
www.bibliotechediroma.it

 

 

____________________________________________________________________________________________________________

 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA

 

Giovedì 19 ottobre 2017 dalle ore 10.00 alle ore 18.00

E’ in programma il convegno ANNA ROSSI-DORIA FEMMINISTA E STORICA DELLE DONNE

Dalle ore 10.00 alle ore 13.30

Presiede: Mariuccia Salvati

Saluti di apertura di: Franco Salvatori-Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società, Università di Roma Tor Vergata e Simona Feci-Società italiana delle Storiche

Interventi di:

Bia Sarasini e Paola Stelliferi con Anna Rossi-Doria nel femminismo italiano

Simonetta Soldani e Stefania Voli con La «ricerca delle donne» e la «storia delle donne»: stagioni a confronto

Elda Guerra e Raffaella Baritono con Cittadinanza, diritti umani, uguaglianza e differenza nel mondo globale

Dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Presiede Andreina De Clementi

Interventi di:

Daniela Padoan e Elisa Guida con Donne, memoria, Shoah

Enrico Pugliese e Emanuele Bernardi con Gli studi su Mezzogiorno e contadini

Iniziativa a cura di Irsifar in collaborazione con Università di Roma Tor Vergata, Casa Internazionale delle Donne, Società Italiana delle Storiche

 

 

Venerdì 20 ottobre 2017 alle ore 17.00           

Nell’ambito delle iniziative organizzate per il 70° anniversario della promulgazione della Costituzione della Repubblica Italiana è in programma l’incontro sull’ARTICOLO 11 della Costituzione “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali…”. Intervengono Fabrizio De Sanctis-Presidente ANPI provinciale di Roma; Stefano Caccialupi-segretario generale ANEI; Alessandro Ferioli-storico; Ferdinando Imposimato-presidente onorario aggiunto Corte Suprema di Cassazione; Claudio De Fiores-prof.ord. di istituzioni di diritto pubblico; Gianni Ferrara-prof emerito diritto costituzionale.

Iniziativa a cura di ANPI e ANEI

 

 

Martedì 24 ottobre  2017 alle ore 18.00

E’ in programma “FIGLIA DI TRE MADRI”. La passione politica dalle Madri Costituenti ad oggi, la lettura teatrale con Elena Ruzza e Bianca De Paolis al contrabbasso. Drammaturgia di Gabriella Bordin con la collaborazione di Elena Ruzza e regia di Gabriella Bordin e con la collaborazione alla ricerca di Maria Chiara Acciarini, Bruna Bertolo, Marcella Filippa.

La lettura teatrale è il risultato di un progetto promosso dal Consiglio Regionale del Piemonte - Comitato Resistenza e Costituzione e dal sindacato pensionati CGIL, CISL e UIL. Si raccontano le vite di tre delle ventuno donne elette all’Assemblea Costituente nel 1946: le torinesi Teresa Noce, Rita Montagnana e Angiola Minella. Il progetto è nato a partire da un percorso decennale di lavoro teatrale e di ricerca promosso dal coordinamento donne SPI CGIL dal titolo Non mi arrendo, non mi arrendo! sulla Resistenza al femminile, sui diritti politici e sociali conquistati, primo fra tutti il diritto di voto. Questo lavoro ha permesso a Gabriella Bordin e Elena Ruzza di conoscere e di ascoltare le testimonianze dirette delle protagoniste di tante lotte. Ed è la loro passione che le ha spinte a mettere in luce, attraverso il teatro, le vite di tre delle ventuno Madri della Costituzione, che hanno contribuito, dopo aver molto lottato contro la dittatura, a costruire la democrazia in Italia.

Introduce l’On. Chiara Acciarini Consigliere nazionale ANED, ideatrice del Progetto Racconta una Deputata

Della Costituente svolto a livello nazionale dal CIDI nell’anno Scol.co 2015-2016.

Prenotazione consigliata fino ad esaurimento dei posti disponibili: info@associazioneterraterra.org -  info@almateatro.it

Iniziativa a cura dell’Associazione Alma Teatro e Associazione culturale Terra Terra.

 

 

Mercoledì 25 ottobre 2017 alle ore 17.30

Presentazione del libro NON VOLEVO MORIRE COSÌ. SANTO STEFANO E VENTOTENE. STORIE DI ERGASTOLO E DI CONFINO di Pier Vittorio Buffa (Nutrimenti editore 2017).  Una "Spoon River" di Santo Stefano e Ventotene. A Santo Stefano gli ergastolani morti nel carcere e in parte sepolti sull'isola. A Ventotene i confinati che hanno lottato contro il fascismo, per la libertà, per la nascita di un'Italia libera e democratica. Relatori Antonella Braga, Franco Corleone, Francesco Gui. Intervento dell'autore. Cordina: Italo Pattarini-Fiap RomaLazio.

Iniziativa a cura di Fiap

 

 

Giovedì 26 ottobre 2017 alle ore 17.00

Presentazione del libro UNA STORIA NEL SECOLO BREVE. L'orfanotrofio israelitico italiano Giuseppe e Violante Pitigliani. Roma 1902-1972 di Angelina Procaccia, Sandra Terracina, Ambra Tedeschi e proiezione DVD corredato al libro con documentario e foto. Interventi di: Annabella Gioia e Daniele Fiorentino. Coordina: Pupa Garribba. Partecipano: le autrici, la curatrice del volume Micaela Procaccia e i testimoni Alberto Sonnino, Palmira Gatta.

Iniziativa a cura del Centro Ebraico Italiano Il Pitigliani in collaborazione con Giuntina, Progetto Memoria e Irsifar.

 

 

 

Martedì 31 ottobre 2017 alle ore 17.00

Presentazione del libro TANGENTOPOLI NERA di Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella (edizione Sperling & Kupfer 2016). Utilizzando i documenti della Segreteria Particolare di Mussolini e quelli britannici desecretati di recente, gli autori ricostruiscono, con lo scrupolo degli storici e il fiuto degli investigatori, l'intreccio perverso tra politica, finanza e criminalità nell'Italia del Ventennio fascista. Interviene Il Colonnello Antonino Zarcone con uno degli autori, Giovanni Fasanella.

Iniziativa a cura di ANEI

 

 

Dal 15 settembre al 31 ottobre 2017

Mostra "BorGate"

 

BORGATE: PROGRAMMA APPUNTAMENTI DAL 5 OTTOBRE AL 6 DICEMBRE 2017

 

 

 

ALTRE NOTIZIE

 

 

DIECI ANNI E NON SENTIRLI. 2006 - 2016

Mercoledì 23 marzo 2016 la Casa della Memoria e della Storia ha celebrato i suoi primi dieci anni di attività con una festa che ha ripercorcorso, attraverso un’intensa sintesi di parole e immagini, un ricco itinerario multidisciplinare, che ha assicurato uno sguardo e una lettura mai scontati sul mondo e sull’umanità.

In questi dieci anni, la casa è stata un luogo di incontro, uno spazio di memoria viva ove confrontarsi e riconoscere una comunità con incontri e testimonianze, seminari di formazione e presentazioni di libri, proiezioni e narrazioni,  mostre e concerti. Tanti i testimoni intervenuti insieme alle Associazioni residenti.

 

 

 

GRAZIE COMANDANTE MAX

La Casa della Memoria e della Storia e il Dipartimento Cultura piangono Massimo Rendina, comandante partigiano, giornalista, uomo di cultura e intellettuale con il quale hanno condiviso la straordinaria esperienza della creazione, nel 2006, e dello sviluppo della Casa della Memoria e della Storia di Roma.

E’ stato un onore e un privilegio lavorare assieme per un progetto così importante e per certi versi unico. Sono stati e saranno d’ora in poi guida e stimolo per tutti noi i suoi insegnamenti, la sua capacità di trasferire ai giovani con energia e passione l’esperienza della Resistenza insieme alla conoscenza e alla memoria storica.

 

 

 

 

CHI SIAMO

La Casa della Memoria e della Storia è una istituzione di Roma Capitale alla cui attività e gestione partecipano Associazioni che rappresentano la memoria storica dell'antifascismo, della Resistenza, della guerra di Liberazione, della memoria del Novecento e Istituti culturali che hanno finalità di ricostruzione, conservazione e promozione di tale memoria.

La memoria e la storia sono elementi costitutivi del nostro stesso presente, sia perché vi si radicano le origini e i valori della nostra democrazia, sia perché l'esercizio della memoria, rivolto non solo al passato ma anche all'epoca in cui viviamo, è una pratica essenziale per una cittadinanza vigile e partecipe. Un ruolo significativo nel processo di crescita di una memoria civile nella nostra città è stato svolto da alcune associazioni che hanno assunto il lavoro sulla memoria e sulla ricerca storica come un vero e proprio servizio pubblico reso alle istituzioni e ai cittadini e, in ultima analisi, al Paese intero. Per queste ragioni, Roma Capitale ha promosso l'iniziativa di costituire la Casa della Memoria e della Storia dove confluiscono, per continuare il loro lavoro di ricerca, documentazione, didattica e divulgazione storica, quelle Associazioni testimoni dirette dell'esperienza antifascista e democratica romana, alcune delle quali hanno donato il loro prezioso archivio, insieme ad Istituti culturali e Associazioni: l'Associazione Nazionale Ex Internati (ANEI), l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI), l'Associazione Nazionale Perseguitati Politici Antifascisti (ANPPIA), la Federazione Italiana Associazioni Partigiane (FIAP), l'Associazione Nazionale Partigiani Cristiani (ANPC) e l'Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti (ANED); l'Istituto Romano per la Storia d'Italia dal Fascismo alla Resistenza (IRSIFAR), la sezione didattica e alcuni archivi sonori e audiovisivi dell'Associazione culturale "Circolo Gianni Bosio" nonché il coordinamento della Società Italiana di Storia Orale. La Casa della Memoria e della Storia guarda al futuro con particolare attenzione alle nuove generazioni, sia attraverso la costante collaborazione con le scuole, sia realizzando iniziative e proposte tali da creare nei giovani interesse per il patrimonio culturale e le attività della Casa stessa.

La Casa della Memoria e della Storia raccoglie, conserva e valorizza il patrimonio librario, archivistico, sonoro e audiovisivo, di tutti i suoi componenti assicurando il servizio di accesso e fruizione per il pubblico, gli studiosi, le scuole.

Con la creazione della Casa della Memoria e della Storia, la città di Roma dispone di una istituzione unica nel suo genere: un polo di attrazione multidisciplinare estremamente qualificato, ricco di storie di diverse generazioni, in grado di coordinare e rendere ancora più visibile il lavoro sulla memoria e la storia che, in molte forme, caratterizza oggi la città di Roma.
 

La Casa della Memoria e della Storia intende essere centro di documentazione e di ricerca, per garantire la conservazione e la tutela di importanti beni culturali archivistici, librari, sonori, visivi, centro promotore di iniziative, progetti, pubblicazioni, manifestazioni per approfondire il significato di momenti cruciali della nostra storia, sede qualificata per dibattiti, tavole rotonde, convegni scientifici, attività.


Inoltre la Casa della Memoria e della Storia sarà la sede del Centro telematico di storia contemporanea, istituito il 28 luglio 1999 con protocollo di accordo tra l' A.N.P.I. di Roma, il Comune di Roma, la Provincia di Roma e la Regione Lazio, è "struttura di servizio" della Casa della Memoria e della Storia. Aderiscono alla Casa della Memoria e della Storia associazioni e istituzioni che pur mantenendo le rispettive sedi esterne parteciperanno alle attività e alle iniziative: l'Associazione Nazionale delle Forze Armate Regolari della Guerra di Liberazione; il Museo della Liberazione; L'Associazione Nazionale dei Familiari Italiani Martiri.

L'edificio della Casa della Memoria e della Storia è stato ceduto in permuta dalla Comunità Ebraica di Roma a Roma Capitale dopo la sottoscrizione di un protocollo d'intesa e che ha visto il trasferimento della sede della scuola ebraica da via San Francesco di Sales 5 in altra sede.

Il recupero dell'immobile sito in via San Francesco di Sales 5 denominato Casa della Storia e della Memoria, è stato promosso dall'Assessorato alle Politiche del Patrimonio e della Promozione dei Progetti Speciali. I lavori di consolidamento e restauro della Casa della Memoria e della Storia, con la progettazione e la direzione lavori dell'Architetto Renato Guidi, in collaborazione con l'Ingegnere Lorenzo Mariotti, dello Studio Progettazione Guidi e Santori, sono stati realizzati dalla società Pulcini Group.

 

L’8 maggio 2015 la Casa della Memoria e della Storia è stata intitolata alla memoria di Massimo Rendina, il “Comandante Max”, partigiano, giornalista, uomo di cultura e intellettuale che ha condiviso e promosso la straordinaria esperienza della creazione nel 2006 e dello sviluppo della Casa.

 

Al progetto della Casa della Memoria e della Storia collaborano:

- il Dipartimento Cultura di Roma Capitale per il coordinamento organizzativo di programmazione e di gestione;


- l'Istituzione Biblioteche di Roma che fornisce il servizio di consulenza bibliografica per la valorizzazione e la fruizione delle collezioni conservate presso la Casa della Memoria e della Storia


- l'Archivio Capitolino per la collaborazione alla perizia dei documenti e delle collezioni conservate


- Zètema Progetto Cultura per i servizi di accoglienza e di gestione degli spazi comuni

 

Si ringraziano per il materiale iconografico: Lino Cascioli, Comunicare Organizzando, IRSIFAR, il Museo di Roma in Trastevere e Mariella Pazienza.

 

Disciplinare per il funzionamento della Casa approvato con DD QD 764/2013 del 29 aprile 2013

 

L'edificio

 

Le associazioni
 


 

agg 17 ott 2017