Sezioni del portale

Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Struttura Organizzativa
Categoria1__Struttura Organizzativa
/ Dipartimento Sviluppo Economico Attività Produttive e Agricoltura
Categoria2__Dipartimento Sviluppo Economico Attività Produttive e Agricoltura
/ Affissioni e pubblicità / Pubblicità sottoposta ad autorizzazione

Pubblicità sottoposta ad autorizzazione

 

Pubblicità sottoposta a regime autorizzativo – artt. 8, 33bis e art. 34 c. 3bis del Regolamento Comunale in materia di esposizione della pubblicità e di pubbliche affissioni (Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n. 50/2014 – Modifiche ed integrazioni alla Deliberazione consiliare n. 37/2009)
 

A) L'Amministrazione Capitolina procede all'esame ed alla definizione delle istanze presentate per la collocazione di nuovi mezzi pubblicitari sulla base dei seguenti criteri (art. 33 bis del Regolamento):
• che il mezzo pubblicitario insista esclusivamente su area privata;
• che, qualora insista fronte strada, rispetti le distanze di cui al Codice della Strada e sue eventuali deroghe vigenti;
• in caso di richieste riferite alla medesima ubicazione è applicato il criterio cronologico, con priorità delle istanze presentate nell'ambito della procedura del riordino.
Sono escluse da nuove installazioni le strade private non ancora trasferite in proprietà all'Amministrazione Capitolina che risultano essere di uso pubblico.

 

B) E’ autorizzata la pubblicità pittorica di attività e soggetti economici locali, fino ad un massimo di due unità per il medesimo committente, la quale è realizzata con impianti a tipologia di palina di m. 1x1 posti su spazio comunale – anche luminosi od illuminati e, comunque, diversi da quelli adibiti per le affissioni dirette, nel rispetto delle norme del presente Regolamento (art. 34 comma 3 bis).

 

Con Determinazione Dirigenziale 1900 del 27 luglio 2009 e successiva Determinazione Dirigenziale 1060 del 8 aprile 2010 sono state approvate ed assunte le indicazioni tecniche metodologiche relative alle richieste di impianti su aree private.
 

Scarica la Determinazione Dirigenziale n.1900 del 27.07.2009

Scarica la Determinazione Dirigenziale n.1060 del 8.04.2010

 

Gli utenti interessati alla richiesta di nuove autorizzazioni devono presentare apposita istanza utilizzando gli appositi modelli predisposti dal Dipartimento.

 

In particolare devono essere rese le dichiarazioni previste ai sensi di legge e deve essere allegata tutta la documentazione prevista dall'art. 8 del Regolamento, compreso il pagamento dei diritti di istruttoria pari ad € 100,00 per ogni istanza, da versare sul conto corrente n. 64746001, intestato a: ROMA CAPITALE - Dipartimento Sviluppo Economico Attività Produttive e Agricoltura. Direzione Sportelli Unici U.O. Affissioni e Pubblicità. 

 

Ogni installazione è soggetta al pagamento dei canoni dovuti e condizione essenziale per il rilascio dell'autorizzazione è l'esistenza di una regolare posizione contabile.

Si precisa che i pagamenti effettuati sia con Conto Corrente postale che con Bonifico bancario dovranno riportare precisa causale, anche in caso di pagamenti cumulativi.
 

Scarica: 

fac-simile asseverazione

Diritti e Bolli

Richiesta di autorizzazione impianti su suolo privato (Mod. A)

Richiesta di autorizzazione impianti su terrazzi (Mod. B)

Richiesta di autorizzazione impianti su parete (Mod. C)

Richiesta di autorizzazione paline (Mod. D)
 

Per conoscere gli estremi delle autorizzazioni rilasciate dall'Ufficio collegarsi a

http://www.comune.roma.it/servizi2/art23net/jsp/common/Home.jsp , identificare l'anno di interesse ed in "Struttura Responsabile" ricercare il Dipartimento Sviluppo Economico Attività Produttive e Agricoltura; avviare la ricerca.

 

Tariffe

Il canone viene calcolato in base alla superficie espositiva complessiva e le tariffe sono stabilite dalla Deliberazione Assemblea Capitolina n. 11/2015 e applicate secondo i criteri di cui agli artt.23 e seguenti del Regolamento Comunale sulla pubblicità (Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n. 50/2014 “Modifiche ed integrazioni alla Deliberazione consiliare n. 37/2009”). Il Comune si riserva di controllare la veridicità di quanto dichiarato ai sensi del D.P.R. n. 445/00 applicando eventualmente le sanzioni ivi previste e richiedendo ulteriori importi tariffari dovuti.

 

Consulta Tariffe canone iniziative pubblicitarie

 

Informazioni

Per informazioni contattare per conto del Dipartimento Sviluppo Economico Attività Produttive e Agricoltura la Società Aequa Roma s.p.a.
Call center tel. 06 57131800;

e-mail pubblicita@aequaroma.it 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 100/2006 come modificata dalla
Deliberazione del Consiglio Comunale n.37/2009
Deliberazione del Consiglio Comunale n. 15/2007
Estratto Deliberazione Assemblea Capitolina n. 45/2014

Deliberazione Assemblea Capitolina n. 50/2014

Deliberazione Assemblea Capitolina n. 11/2015  (estratto deliberazione nuove tariffe dei servizi pubblici a domanda individuale) 
 

 

 

 

ultimo aggiornamento 29 gennaio 2016