Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Municipi
Categoria1__Municipi
/ Municipio XIII
Categoria2__Municipio XIII
/ Sposarsi nel Municipio

Sposarsi nel Municipio

 

 

Pubblicazioni e celebrazioni di matrimonio

 

                                       

                                                         

                                                      Sede: Via Aurelia, 470

                                         Tel  06/69618461   Fax: 06/69618395

                                         pec: protocollo.mun18@pec.comune.roma.it

                                         Orari: dal lunedì al venerdì: 8.00 – 18.30

 

Resp.: Maria Cristina Vergari

Operatori: Paola Domenicone, Francesca Lorenzetti

 

Procedimento diretto ad accertare il possesso, da parte dei futuri sposi, dei requisiti previsti dalla legge per contrarre matrimonio. Le pubblicazioni vengono affisse per 8 (otto) giorni consecutivi nell’albo pretorio on line, indicando i dati anagrafici dei futuri sposi, allo scopo di rendere nota la loro volontà di contrarre matrimonio. In tale modo, viene data la possibilità a chi è a conoscenza di impedimenti al matrimonio, di proporre opposizione alla celebrazione dello stesso.

Il termine di validità delle pubblicazioni è di 180 giorni che decorrono dal dodicesimo giorno successivo a quello di inizio delle pubblicazioni sull’albo pretorio on line.

Se i futuri sposi intendono celebrare il matrimonio in Roma Capitale e hanno residenze in città diverse da Roma, possono scegliere in quale dei due Comuni di residenza fare la richiesta di pubblicazione.

Nel caso di stranieri non residenti in Roma, che vogliono contrarre matrimonio nelle sale capitoline, non sono necessarie pubblicazioni e la richiesta deve essere presentata presso l’Ufficio Matrimoni dell’Anagrafe Centrale (via Luigi Petroselli, 50 – tel. 0667104428) presentando il prescritto nulla osta rilasciato dalle competenti autorità straniere.

Destinatari del servizio

I maggiorenni possono fare la richiesta in qualsiasi momento.

I minorenni dai sedici ai diciotto anni possono presentare la richiesta solo dopo aver ottenuto il decreto di autorizzazione del Tribunale di Minorenni.

Quando fare la richiesta

In qualsiasi momento, indifferentemente presso il Municipio di residenza di uno dei futuri sposi.

Pubblicazioni matrimonio civile

Gli interessati devono presentarsi muniti di un valido documento di riconoscimento e codice fiscale (se sono stranieri devono presentarsi con il passaporto, per gli stranieri comunitari è sufficiente la carta d’identità del proprio paese) e sottoscrivere un modello di autocertificazione.

La documentazione necessaria (certificato contestuale residenza, cittadinanza e stato libero), copia integrale dell’atto di nascita, copia integrale del precedente matrimonio (per i divorziati), copia integrale dell’atto di morte (per i vedovi), viene acquisita dall’Ufficio Matrimoni del Municipio di appartenenza di uno dei due futuri sposi.

I cittadini stranieri, devono provvedere personalmente, ad ottenere nulla-osta al matrimonio o certificato di capacità matrimoniale presso la propria Ambasciata o il proprio Consolato con sede in Italia (la documentazione varia secondo il paese di provenienza).

I cittadini extracomunitari devono inoltre provvedere alla legalizzazione della firma del Console sul nulla-osta rilasciato. La legalizzazione viene effettuata presso la Prefettura di Roma.

Se non comprendono la lingua italiana, devono essere accompagnati da una persona che faccia loro da interprete.

La richiesta di pubblicazione di matrimonio può essere presentata anche da uno soltanto dei futuri sposi, purché depositi una procura speciale non autenticata dell’altro, accompagnata dal documento di riconoscimento delegante, la richiesta può essere presentata anche da una terza persona, in possesso delle procure speciali non autenticate di entrambi gli sposi, corredate del documento di riconoscimento. La procura conferita da un cittadino straniero residente all’estero, se non redatta in italiano, va tradotta e autenticata presso il Consolato italiano del paese di residenza.

La richiesta di pubblicazione può essere presentata anche dall’Autorità diplomatica o Consolare nel caso in cui il matrimonio si debba celebrare all’estero.

L'ufficio comunicherà  la data per la promessa di matrimonio o giuramento.

Il giorno del giuramento i futuri sposi, senza testimoni, di persona o per procura, si dovranno recare all'Ufficio Matrimoni del Municipio, per la firma del verbale.

L'ufficiale di stato civile, verificherà l'esattezza delle dichiarazioni rese, richiederà d’ufficio la certificazione necessaria, procederà quindi alla pubblicazione per otto giorni consecutivi.

Le pubblicazioni avvengono on line sul portale di Roma Capitale www.comune.roma.it e nell’eventuale altro Comune italiano o Consolato all’estero. Il link tramite il quale si può prendere visione delle pubblicazioni a Roma è: https://www.servizi.comune.roma.it/servizianagrafici/pubblicazionimatrimoniali.

L’ufficio rilascerà il tagliando per ritirare il nulla-osta che sarà consegnato al termine delle pubblicazioni, qualora non ci siano state opposizioni al matrimonio.

Costo del servizio

1 marca da bollo da € 16,00 oppure 2 marche da € 16,00 se uno degli sposi risiede in un altro Comune italiano o iscritto all’ Anagrafe Italiani Residenti all’Estero( A.I.R.E) da acquistare in tabaccheria.

Pubblicazioni matrimonio concordatario (religioso)

Stesso iter del matrimonio civile, con l’unica differenza che al momento della presentazione della richiesta di pubblicazione gli sposi dovranno presentare il modello rilasciato dal parroco. Successivamente, alla fine dell’esposizione di pubblicazione, potrà essere ritirato il nulla-osta per la chiesa.

Costo del servizio

1 marca da bollo da € 16,00 - oppure n. 2 marche da € 16,00 se uno degli sposi risiede in altro Comune o iscritto A.I.R.E (Anagrafe italiani Residenti all’Estero) da acquistare in tabaccheria.

Pubblicazioni matrimonio acattolico

Stesso iter del matrimonio civile.

Gli sposi comunicheranno personalmente all'ufficiale dello Stato Civile l'intenzione di contrarre matrimonio secondo il culto professato. In caso di celebrazione ai sensi della Legge 1159 del 24 giugno 1929, dovranno comunicare anche il nominativo del Ministro di culto e gli estremi del Decreto Ministeriale da cui risulti l'approvazione della nomina. L’appuntamento per la richiesta di pubblicazioni di matrimonio/giuramento può essere fissato dopo l’acquisizione d’ufficio dei certificati ed è strettamente dipendente dai tempi di trasmissione da parte dei comuni interessati.

Nota

Non è necessario procedere alla pubblicazione di matrimonio, nel caso in cui i due sposi siano stranieri non residenti e senza domicilio sul territorio nazionale. E’ necessario soltanto un verbale da redigere davanti all’Ufficiale di stato civile, previa acquisizione dei nulla osta delle rispettive autorità straniere.

Costo del servizio

1 marca da bollo da € 16,00  oppure 2 marche da € 16,00 se uno degli sposi risiede in altro Comune o iscritto A.I.R.E (Anagrafe italiani Residenti all’Estero) da acquistare in tabaccheria.

Celebrazione matrimonio civile

Eseguite le pubblicazioni sarà rilasciato il certificato (da presentare alla parrocchia in caso di matrimonio concordatario o al ministro di culto in caso di matrimonio acattolico), e dal 4° giorno successivo alle pubblicazioni, i futuri sposi hanno a disposizione 180 giorni per contrarre matrimonio secondo il rito prescelto.

La celebrazione del matrimonio civile può avvenire a pagamento presso una delle 4 sale istituzionali: 

Sala Rossa in Campidoglio (da prenotare presso l’ufficio matrimoni dell’Anagrafe Centrale in Via Luigi Petroselli, 50 Roma);
Complesso Vignola Mattei in Via Valle delle Camene-Terme di Caracalla (da prenotare presso l’ufficio matrimoni dell’Anagrafe Centrale in Via Petroselli, 50 Roma);
Villa Lais in Piazza Cagliero n.20 (da prenotare presso Municipio VII ( ex IX) in via Tommaso Fortifiocca, 71);
"Sala Azzurra" sita in Piazza Regina Pacis 8 (da prenotare presso il Municipio Roma X ex XIII).

Costo del servizio

Presso il Municipio di appartenenza, la celebrazione è gratuita.

Per i matrimoni celebrati presso una delle 4 sale istituzionali, le tariffe sono le seguenti:

se almeno uno dei due futuri sposi è residente in Roma Capitale € 150,00;
per i non residenti, € 1.200,00 per matrimoni celebrati nei giorni feriali (mercoledì, giovedì e venerdì);
per i non residenti, € 1.400,00 per matrimoni celebrati nei giorni prefestivi e festivi (sabato e domenica).

Il versamento può essere effettuato:

presso la cassa del Municipio Roma Centro Storico – via Luigi Petroselli n. 50, dopo aver ritirato presso l’ufficio matrimoni il relativo modello;

tramite versamento su conto corrente postale n. 94430006 intestato a “Roma Capitale – Dipartimento Risorse Tecnologiche Servizi Delegati – Anagrafe - Lungotevere Pierleoni 1 - 00186 Roma”;
tramite bonifico bancario codice iban: IT78 C 07601 03200 000094430006.