Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Primo Piano
Categoria1__Notizie
Data__22/12/2005
Data__2005
DataModifica__10/11/2011

Vendite straordinarie

Per vendite straordinarie s'intendono le vendite di liquidazione, di fine stagione, promozionali e tutte le altre vendite che, con sinonimi comparativi, superlativi o riferimenti di fantasia ovvero con vendite abbinate ad omaggi dello stesso articolo o di articoli diversi, vengono offerte dal dettagliante a condizioni favorevoli di acquisto dei prodotti.

 

Riferimenti normativi:

 

Legge Regione Lazio 18 novembre 1999, n. 33 e succ. modif. - artt. n 46, 47, 48, 49 

 

Legge Regione Lazio 24 dicembre 2013 n. 11

 

Deliberazione di Giunta Regione Lazio 9 dicembre 2015 n. 713

 

 

VENDITE DI LIQUIDAZIONE

 

Durata massima sei settimane, con comunicazione da inviare almeno 20 giorni prima dell'inizio della vendita stessa.

- Le comunicazioni che riguardano gli esercizi di vicinato e le medie strutture di vendita con superficie fino a 600 mq. vanno inviate al Municipio territorialmente competente.

- Le comunicazioni che riguardano le medie strutture di vendita con superficie superiore a 600 mq., le grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi posti all'interno di Centri Commerciali, vanno inviate al Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive, via dei Cerchi 6 – 00186 Roma.

Le vendite di liquidazione possono essere effettuate esclusivamente per le seguenti motivazioni:
- cessazione di attività. Allegare alla comunicazione copia della documentazione comprovante la cessazione (comunicazione o atto di rinuncia all'autorizzazione);
- cessione dell'azienda o suo trasferimento in altro locale. Allegare alla comunicazione copia della documentazione comprovante la cessione (atto pubblico di cessione o scrittura privata registrata) o copia della comunicazione di trasferimento nel nuovo locale o copia dell'autorizzazione al trasferimento di sede, ove prevista;
- trasformazione, manutenzione o rinnovo delle attrezzature che comportino la sospensione immediata dell'attività al termine della liquidazione per un minimo di 15 giorni continuativi. Allegare alla comunicazione copia della denuncia di inizio lavori o autorizzazione edilizia o copia del preventivo per il rinnovo di almeno il 50% degli arredi.
Le vendite di liquidazione per trasformazione, manutenzione o rinnovo delle attrezzature sono vietate nel mese di dicembre e nei trenta giorni che precedono i saldi.  

Nella comunicazione va specificata la motivazione per la quale la stessa viene effettuata e va allegata la relativa documentazione, come sopra indicato.
Nel periodo di effettuazione di vendite di liquidazione è possibile porre in vendita solo merci già presenti nell'esercizio commerciale o nei relativi magazzini, con divieto di introdurre merci sia di altra provenienza che in conto vendita.



VENDITE PROMOZIONALI

 

Possono essere liberamente svolte, in uno o più periodi, nell'intero arco dell'anno e possono riguardare tutta o una parte dei prodotti presenti all'interno dell'esercizio commerciale.

E' vietato effettuare vendite promozionali per merci dei settori dell'abbigliamento, delle calzature, del tessile, della pelletteria, della pellicceria e della biancheria  nei trenta giorni che precedono i saldi e nei periodi coincidenti con le vendite di fine stagione e di liquidazione.
Per i medesimi settori, inoltre, nei trenta giorni che precedono le vendite di fine stagione, è vietato effettuare inviti alla propria clientela o alla generalità dei consumatori, per proporre condizioni favorevoli di acquisto, attraverso l'utilizzo di qualsiasi mezzo, compresi volantini, messaggi telefonici, fax, posta elettronica, lettere, annunci radiofonici o televisivi, manifesti, vetrofanie.

Ai fini dello svolgimento di vendite promozionali va inviata comunicazione almeno 15 giorni prima dell'inizio della vendita stessa. L'obbligo di comunicazione non sussiste in caso di vendite promozionali di generi alimentari.
 

- Le comunicazioni che riguardano gli esercizi di vicinato e le medie strutture di vendita con superficie fino a 600 mq. vanno inviate al Municipio territorialmente competente. 

- Le comunicazioni che riguardano le medie strutture di vendita con superficie superiore a 600 mq., le grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi posti all'interno di Centri Commerciali, vanno inviate al Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive, via dei Cerchi 6 – 00186 Roma.



VENDITE DI FINE STAGIONE O SALDI

 

Secondo quanto stabilito con la Deliberazione della Giunta Regionale del Lazio n. 713 del 09/12/2015, la data di inizio dei saldi invernali è fissata al primo giorno feriale antecedente l’Epifania, che coincide, per l’anno 2017, con il giorno 5 gennaio.

 

Per la stagione estiva i saldi si effettuano a decorrere dal primo sabato di luglio, per sei settimane consecutive.

 

La durata è di sei settimane consecutive. Non è necessario inviare alcuna comunicazione.

 

Durante lo svolgimento di una vendita di fine stagione è consentita esclusivamente la vendita delle merci in giacenza presso l'esercizio ed i magazzini dell'esercizio medesimo.
Le espressioni "vendite di fine stagione" e "saldi" sono utilizzate con esclusivo riferimento alle merci dei settori dell'abbigliamento, delle calzature, del tessile, della pelletteria, della pellicceria e della biancheria.


 

DISPOSIZIONI GENERALI

In tutte le forme di vendita straordinarie sono vietati i riferimenti a procedure fallimentari e simili e le merci devono essere poste in vendita con l'indicazione del prezzo originario, dello sconto o del ribasso espresso in percentuale, e del nuovo prezzo scontato o ribassato.
Le asserzioni pubblicitarie devono sempre contenere l'indicazione del tipo di offerta di vendita, della relativa durata e delle condizioni. 

 

 

ELEMENTI DA INDICARE NELLA COMUNICAZIONE

• nome e cognome del titolare dell'attività commerciale (nel caso di società nome del legale rappresentante);
• ubicazione dell'esercizio commerciale e Municipio di appartenenza;
• tipo di vendita straordinaria (nel caso di vendita di liquidazione allegare documentazione prevista);
• periodo di effettuazione della vendita (da … a …);
• data e firma;

Le comunicazioni che riguardano le medie strutture di vendita con superficie superiore a 600 mq., le grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi posti all'interno di Centri Commerciali, vanno inviate al Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive, Via dei Cerchi 6 – 00186 Roma. 

 

 

ultimo aggiornamento  13 dicembre 2016


 


Invia questo articolo