Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Categoria1__Notizie
Data__01/09/2016
Data__2016
DataModifica__01/09/2016

AGENDA DIGITALE

Situazione attuale e fattori di criticità.

Servizi digitali e processi. I servizi digitali di Roma Capitale sono ad oggi spesso difficili da utilizzare e non coprono tutte le esigenze. Su alcuni programmi nazionali Roma non è ancora presente (es. Identità Digitale) ed è difficile la ricerca sul portale delle informazioni e dei servizi utili. L’Amministrazione sembra chiusa in se stessa. Nei processi interni il digitale è stato in gran parte recepito come automazione dei flussi pre-esistenti, complicando e non migliorando il lavoro del personale, rafforzando una struttura a compartimenti stagni.

Connettività. Roma ha una situazione di copertura e diffusione della banda ultralarga ancora inadeguata alle esigenze, rendendo impossibile l’attuazione efficace del Piano Nazionale Scuola Digitale e ostacolando le imprese nell’attivazione di percorsi di innovazione. Anche la copertura del Wi-Fi è insufficiente riducendo così le possibilità di offrire servizi anche a non residenti e turisti.

 

Visione e obiettivi.

I principi che si seguiranno per lo sviluppo dei servizi digitali e per la connettività sono:

  • coinvolgimento (living lab, co-progettazione) di chi dovrà utilizzare i servizi digitali;
  • ripensamento dei processi e dei ruoli dei diversi attori, verso la costruzione di ecosistemi di condivisione di dati aperti e servizi digitali (es. modello E015);
  • la logica di riferimento è quella definita dal modello strategico per l’IT (Information Tecnology) delle PP.AA. Uno dei programmi in cui questo approccio è importante sia chiaramente visibile è SPID; la connettività in banda ultralarga è una condizione indispensabile per tutte le opportunità di miglioramento della qualità della vita abilitate dalle tecnologie, dalla scuola al turismo, dai servizi allo sviluppo delle imprese. E quindi è un impegno dell’Amministrazione in correlazione con la Regione Lazio e l’Amministrazione centrale.

Roma, inoltre, deve aprirsi al territorio circostante promuovendo la cooperazione intercomunale e quindi l'integrazione dei servizi digitali tra Comuni dell'Area metropolitana anche attraverso la messa a disposizione dei propri asset e delle proprie competenze in un’ottica di solidarietà istituzionale.

 

Azioni prioritarie.

  • realizzazione di un documento strategico-operativo “Agenda Digitale di Roma Capitale”;
  • realizzazione del nuovo portale di Roma Capitale in una logica centrata sul cittadino, con una progettazione condivisa e partecipata;
  • realizzazione dello sportello unico URP sul WEB, aperto e con chat e videochat. Uffici consultabili via WEB ovvero aperti in rete anche con ruolo di assistenza, con un canale video comunicativo via internet per permettere la fruizione online del servizio;
  • inserimento di Roma Capitale nei programmi nazionali previsti dalla Strategia per la Crescita Digitale, e realizzazione dei servizi di e-government definiti avvalendosi delle infrastrutture abilitanti a livello nazionale (PagoPa, SPID,...);
  • realizzazione di uno spazio online (casa digitale del cittadino) dove il cittadino possa trovare in maniera semplice e in un’unica pagina tutti i servizi di cui ha bisogno, i dati che lo riguardano e lo stato di tutte le proprie pratiche;
  • attivazione di un programma di miglioramento dei processi interni all’Amministrazione (con coinvolgimento del personale) in stretta connessione con i programmi di realizzazione dei nuovi servizi;
  • mappatura completa, e in formato aperto, dei dati della copertura Wi-Fi sul territorio
  • identificazione, tra le aree non coperte, di quelle a maggior priorità di copertura (es. luoghi pubblici, aree turistiche, parchi, luoghi di aggregazione giovanile) e attuazione di una ampia diffusione del WiFi nei siti pubblici, anche attraverso la federazione delle reti esistenti;
  • interventi per facilitare la rapida attuazione dei Piani (nazionale e regionale) per la Banda Ultralarga, garantendo velocemente la copertura totale almeno a 30Mbps e assicurando priorità alla copertura e ai collegamenti degli edifici scolastici;
  • realizzare una community con altri Comuni, a partire da quelli dell'Area metropolitana, per la promozione e diffusione dei servizi digitali anche eventualmente sfruttando le potenzialità del cloud computing.

 

 

Linee Programmatiche dell’assessorato

 

 

data di aggiornamento 05/09/2016

 


Invia questo articolo