Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie

Città Metropolitana, si insedia il nuovo Consiglio

cittàmetropolitana

Seduta di insediamento a Palazzo Valentini del nuovo Consiglio metropolitano della Capitale tra i banchi una volta riservati alla Giunta provinciale. All’ordine del giorno dell’Assemblea, presieduta dalla sindaca Raggi, la convalida degli eletti, consiglieri e capigruppo. Prima del voto la comunicazione della sindaca : "Ho nominato vicesindaco il consigliere metropolitano Fabio Fucci (sindaco di Pomezia) a cui faccio gli auguri di buon lavoro".  

 

Le elezioni sono state convalidate all'unanimità, con 22 voti favorevoli su 22 votanti. Questa la composizione dei 6 gruppi consiliari insediati: Gruppo consiliare "Movimento 5 Stelle": Paolo Ferrara (Capogruppo), Marcello De Vito, Fabio Fucci, Maria Agnese Catini, Gemma, Guerrini, Maria Teresa Zotta, Carlo Colizza, Matteo Manunta, Giuliano Pacetti; Gruppo consiliare "Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale": Marco Silvestroni (Capogruppo), Andrea Volpi, Fabrizio Ghera; Gruppo consiliare "Le Città della Metropoli": Federica Ascani (Consigliere Anziano), Alessio Pascucci, Valeria Baglio, Massimiliano Borelli, Flavio Gabbarini, Michela Califano, Pierluigi Sanna, Svetlana Celli;Gruppo consiliare "Territorio Protagonista": Alessandro Priori (Capogruppo); Gruppo consiliare "Forza Italia": Massimiliano Giordani (Capogruppo), Mario Cacciotti: Gruppo consiliare "Conservatori Riformisti": Giovanni Libanori (Capogruppo). 

.                                                                                    

Sempre all'unanimità è stata approvata la nomina del consigliere Giuliano Pacetti che subentra ad Angelo Casto il quale ha rinunciato alla carica per aver "personalmente verificato elementi di incompatibilità con le condizioni di candidabilità" come letto dalla sindaca Raggi nelle motivazioni scritte dallo stesso consigliere rinunciatario.

 

21 OTT 2016 - GP


Invia questo articolo