Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  In Evidenza
Categoria1__Notizie
Data__17/10/2016
Data__2016

Ricevuto in Campidoglio l'Ambasciatore della Repubblica di Corea

 

Roma, 24 ottobre - L’incontro tra la Sindaca  e l’Ambasciatore della Repubblica di Corea ha avuto luogo il oggi presso la Sala dell’Orologio del Campidoglio. Ad esso ha preso parte l’Assessore alla città in movimento, Dott.ssa Linda Meleo.

 

 

 

Nel corso del colloquio sono state affrontate le tematiche relative a trasporti e ai rifiuti. Relativamente ai trasporti, l'Ambasciatore S.E. Yong-joon Lee ha illustrato alla Prima cittadina i risultati ottenuti da Seoul, dove è stata attuata nel 2003 una riforma nel trasporto pubblico basata sulle nuove tecnologie e su una carta prepagata per utilizzare treni e metro.

 

Ciò ha consentito che in una città come Seoul, con il doppio della popolazione di Roma nonostante il territorio sia la metà, sia stato raggiunto il duplice obiettivo dell’eliminazione del fenomeno del mancato pagamento del biglietto sui mezzi pubblici, nonché del reinvestimento nel settore del fatturato recuperato dall'evasione.

 

 

 

Con riguardo ai rifiuti, l’Ambasciatore ha descritto come si sia rivoluzionato il ciclo dei rifiuti con un sistema che premia i comportamenti virtuosi dei cittadini, i quali producono meno spazzatura e riciclano di più, in virtù del sistema che prevede il pagamento di tariffe proporzionate alla quantità di rifiuti prodotti.

 

La sindaca Raggi si è detta convinta che le tecnologie e nuove modalità di servizio possano fare la differenza e pertanto, per rilanciare i settori dei trasporti e rifiuti che reputa fondamentali, ha proposto di avviare dei tavoli tecnici per ragionare su possibili soluzioni da adottare che prendano spunto dalle best practices già avviate in Corea del Sud.

 

 

Roma, 25 ottobre 2016 - URI


Invia questo articolo