Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Archivio "La Sindaca informa"
Categoria1__Notizie

Numero 3 - 3 Dicembre 2016

 

 

Siamo in prima linea per migliorare il ciclo dei rifiuti a Roma, nei fatti e non solo a parole. Giovedì ho voluto fare un piccolo blitz per le strade di Roma per verificare di persona cosa non funziona e cosa va migliorato. Abbiamo trovato molte situazioni irregolari, rifiuti gettati in strada senza alcun rispetto per la città. Nelle prossime settimane faremo altri  “SpazzaTour” in tutta Roma, soprattutto nelle periferie. Non ci spaventa mettere le mani nella spazzatura pur di migliorare la nostra città e la sua immagine, soprattutto per i romani che ogni giorno compiono il proprio dovere facendo la raccolta differenziata in modo corretto.

 

Sempre in tema di decoro e pulizia della città, sono contenta di dare a tutti un’altra buona notizia. È partito il 1° dicembre il nuovo servizio di raccolta a domicilio di rifiuti ingombranti, elettrici ed elettronici, che è gratuito per le utenze domestiche con il ritiro al piano strada di materiali fino a 2 metri cubi di volume. E questa è solo una delle misure varate per tenere Roma pulita e aumentare la raccolta differenziata. Un’altra è l’apertura programmata di  nuove isole ecologiche nelle nostre periferie, nei quartieri che ne sono sprovvisti. Ma non basta: comincia una nuova raccolta differenziata per negozi, bar, ristoranti. Lavoriamo così per abbattere i rifiuti  indifferenziati, da sempre terreno fertile per il malaffare, e avviare maggiori quantitativi di materiali a riciclo.

 

Ci sono anche importanti novità su un altro problema molto sentito dai cittadini: le buche stradali. Ripartono da questo mese gli interventi di manutenzione sulla grande viabilità di tutta la Capitale. Nel frattempo la task force Campidoglio contro le buche si rafforza e si “moltiplica” in tutti i Municipi di Roma. Con “squadre di controllo” distribuite capillarmente in città per un’attività costante di monitoraggio delle strade e sorveglianza della qualità dei lavori. Nell’ultimo decennio la cura delle strade di Roma è stata abbandonata, poco o nulla è stato fatto preferendo interventi spot e superficiali che non hanno risolto in modo strutturale il problema buche. Noi facciamo parlare i fatti. A dicembre prende, quindi, il via un piano di interventi da 132 milioni di euro. Obiettivo: curare finalmente le nostre strade.

 

Il decoro non è fatto solo di pulizia, ma anche di contrasto ad attività abusive e illegali. Per questo l’altro ieri ho firmato due ordinanze che dispongono il divieto delle attività non autorizzate di centurioni e risciò. Atti finalizzati alla tutela della sicurezza urbana e appunto al decoro del patrimonio artistico e monumentale in tutto il territorio del centro storico, ricadente nel perimetro del sito riconosciuto e tutelato dall’Unesco. Intanto l’amministrazione è già al lavoro per la definizione di una regolamentazione di queste attività.

 

Allo stesso tempo, stiamo lavorando perché questo nostro inestimabile patrimonio culturale sia sempre più a disposizione di tutti. Martedì e giovedì scorsi 100 cittadini hanno potuto usufruire della visita guidata gratuita, con i funzionari della sovrintendenza capitolina, dell’area archeologica del Circo Massimo inaugurata da pochi giorni. Un’altra occasione offerta dall’iniziativa “Cittadini in prima fila” dopo quelle proposte in precedenza per la riapertura della scalinata di Trinità dei Monti e per l’Ara Pacis.

 

Voglio anche ricordare che oggi, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità l’area archeologica dei Fori Imperiali, la prima completamente priva di barriere architettoniche, sarà aperta esclusivamente alle persone con disabilità motoria grazie ad un percorso su passerelle.

 

Sul tema dell’accoglienza ho buone notizie: da giovedì gli ultimi migranti transitanti che hanno dormito nei pressi della stazione Tiburtina sono stati accolti presso il Centro in via del Frantoio, sostenuto da Roma Capitale e gestito dalla Croce Rossa Italiana. Questa operazione è stata possibile grazie al trasferimento di altri 92 migranti che hanno aderito alla relocation e che, grazie all’azione del Campidoglio in raccordo con la Prefettura, sono ora ospitati presso centri gestiti da quest’ultima. Il nostro fine è garantire un’accoglienza dignitosa per i migranti transitanti, con un’azione concreta per togliere queste persone dalla strada e offrire loro una soluzione più stabile: un tetto, non una tenda.

 

Continua attraverso numerose iniziative il nostro impegno per una città in movimento e la salvaguardia della salute dei cittadini. Abbiamo lanciato sul sito istituzionale del Comune il questionario “Come ti muovi” per ottenere il maggior numero di informazioni riguardanti le abitudini dei romani rispetto ai loro spostamenti in città, che sappiamo bene sono spesso lunghi e difficili. Oltre al questionario online sono partite delle interviste telefoniche a campione. Il nostro obiettivo è calibrare la rete del trasporto pubblico sulle esigenze dei cittadini.

 

Siamo attivamente impegnati anche nel contrastare l’inquinamento delle acque e nella tutela delle risorse idriche. La giunta capitolina ha infatti espresso la volontà di approvare un protocollo d’intesa con gli altri enti interessati per fornire un indirizzo omogeneo alla azioni di contrasto alle minacce di inquinamento e in particolare alla tutela delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano.

 

È stata approvata nella Giunta capitolina anche una delibera che prevede l’obbligo di tracciabilità dei rifiuti dei cantieri edili. Un importante provvedimento contro un fenomeno purtroppo diffuso che è quello dello smaltimento abusivo di questo tipo di rifiuti, stimato intorno al 60%. Assicurando la piena tracciabilità mettiamo in moto una netta inversione di tendenza di questo malcostume. 

 

Abbiamo anche avviato, per promuovere una migliore tutela ambientale, un confronto con il ministero competente. Io stessa, ad inizio settimana, ho incontrato il ministro dell’Ambiente. L’obiettivo è individuare percorsi e bandi che garantiscano risorse alla Capitale e studiare soluzioni adeguate per incrementare l’efficienza energetica degli edifici capitolini.

 

In questi giorni, con l’arrivo delle temperature più rigide è entrato in vigore il piano freddo, per il quale abbiamo impegnato una cifra superiore al milione di euro. Oltre 250.000 euro in più rispetto allo scorso anno, grazie all’utilizzo di fondi derivanti da un bene confiscato alla criminalità. Potranno così essere assistite molte persone che vivono in strada in condizioni di forte disagio e soggette a gravi rischi per la salute. Saranno oltre 500 i posti messi a disposizione in varie modalità dai diversi centri che garantiscono accoglienza: dalla semplice fornitura del pranzo fino alla completa accoglienza diurna/notturna, che include cena, pernotto, colazione, pranzo, servizio lavanderia, cambio abiti e doccia. Facciamo di tutto per stare vicini alle persone più fragili. Nessuno deve restare indietro.

 

Nei giorni scorsi ho preso parte in Campidoglio, alla presentazione del Primo Rapporto statistico sull’area metropolitana di Roma, che rappresenta una fotografia della situazione esistente e costituisce un punto di partenza per il nostro lavoro futuro. Soprattutto per rinsaldare le relazioni tra cittadini e amministrazione. La trasparenza ha bisogno di numeri che, al di là di ogni interpretazione, danno la dimensione dei fenomeni e sono il primo strumento per governarli. Questi dati, in particolare, ci aiutano a cogliere un aspetto di cui la politica ha il dovere di occuparsi: la sperequazione tra centro e periferie; tra il litorale e le zone interne; tra i luoghi costantemente sotto i riflettori e quelli abbandonati alla criminalità, al degrado e al disagio sociale.

 

Continuiamo a lavorare per consentire a tutti di usufruire al meglio delle nuove tecnologie. Sono stati inaugurati mercoledì i primi due “Punti Roma Facile” presso le Biblioteche Vaccheria Nardi e Guglielmo Marconi. Qui i cittadini possono essere gratuitamente assistiti nell’accesso ai servizi online del Comune. Contiamo di estendere al più presto questo esperimento alle sedi municipali, ai centri anziani, alle scuole comunali e ad altre biblioteche dove, grazie all’aiuto dei nostri facilitatori, tutti potranno esercitare il proprio diritto alla cittadinanza digitale.

 

Buone notizie anche sul fronte del patrimonio di impianti sportivi della città. L’assemblea capitolina ha infatti approvato in una variazione di bilancio il progetto definitivo per i lavori di manutenzione del Palazzetto dello Sport di viale Tiziano. La riqualificazione viene finanziata con la richiesta all’Anci di un mutuo a tasso zero per 1 milione 980mila euro, che verrà concesso dall'Istituto per il Credito Sportivo (ICS). Un impianto sportivo comunale abbandonato da anni diverrà così in tempi brevi una struttura adeguata e accessibile, a disposizione di tutti i cittadini.

 

Per concludere voglio ricordare le attività che si svolgono nel fine settimana nei nostri musei, che consentono a tutti di usufruire dei loro capolavori. Oggi, dalle 20 alle 24, ultima apertura straordinaria dei Musei Capitolini, con biglietto simbolico ad 1 euro, nell'ambito della proposta 'Il sabato sera lo dedichiamo a voi' con installazioni, performance, percorsi, visite animate e letture. Domani, come tutte le prime domeniche del mese, ingresso gratuito nei Musei Civici della città per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana.

 

A presto,

 

Virginia Raggi

  


Invia questo articolo