Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Servizi al Cittadino
Categoria1__Notizie
Data__05/12/2016
Data__2016

Rifiuti ingombranti: parte la raccolta a domicilio (gratuita su piano stradale)

Rifiuti ingombranti: parte la raccolta a domicilio (gratuita su piano stradale)Roma, 5 dicembre - Dal 1 dicembre 2016 è operativo il nuovo servizio di raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti, elettrici ed elettronici. Il servizio  si inserisce nel “nuovo corso” Ama ed è gratuito per le utenze domestiche con il ritiro a piano stradale (cortile, androne, portone, garage accessibile) di materiali fino a due metri cubi di volume.

 

Al piano abitazione il ritiro è a pagamento, ma per la prima volta è prevista una tariffa agevolata. L’azienda, infatti, si fa carico dei costi di trasporto, selezione e recupero-smaltimento dei materiali consegnati, mentre l’utente paga solo il servizio di “facchinaggio” al piano: per materiali fino a 1 metro cubo di volume si pagano 18,34 euro invece di 32,34; fino a 2 metri cubi di volume 29,34 euro invece di 43,34.

Per consentire alla maggior parte dei cittadini e delle famiglie di usufruire del servizio gratuito (al piano strada) e a tariffa agevolata (piano abitazione), ciascun utente può richiederlo non più di due volte al mese e fino a 12 volte nell’arco di un anno. Il ritiro a domicilio viene assicurato su appuntamento tutto l’anno, ad eccezione dei giorni festivi, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 16. Per prenotare, basta chiamare lo 060606 o compilare il modulo di richiesta nella sezione “servizi online” del sito www.amaroma.it, anche da mobile.

Al momento della prenotazione sarà richiesto il codice utente riportato in alto a destra nella bolletta della tariffa rifiuti. Potranno essere consegnati, oltre ai rifiuti ingombranti di comune uso domestico e d’arredamento (tavoli, armadi, sedie, divani, mobili ecc), anche i RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche): lavatrici, frigoriferi, computer, televisori, ecc.ecc.


Invia questo articolo