Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Archivio "La Sindaca informa"
Categoria1__Notizie

Numero 9 - 14 Gennaio 2017

Voglio aprire questo nostro appuntamento parlandovi del progetto #RomAscoltaRoma che abbiamo lanciato. Roma città solidale torna ad occuparsi dei più deboli con la costruzione concreta di un piano tutto dedicato agli ultimi. Nessuno deve restare indietro per noi non è solo uno slogan. E’ una linea d’azione precisa che ci vede impegnati con fermezza a favore dei soggetti più fragili. E’ fondata sulla partecipazione dal basso per sviluppare una comunità davvero solidale ed una relazione diretta con i cittadini.

 

Da qui parte il progetto “#RomaAscoltaRoma”, si tratta di una consultazione e di una campagna di ascolto orientata alla formulazione del “Piano Sociale Cittadino” che manca da 13 anni nella nostra città. Fondamentale la partecipazione: il piano sarà realizzato con incontri in tutti i Municipi. Previsti confronti anche nelle strutture capitoline, oltre alla possibilità di contributi online e la condivisione di una rete di buone prassi. Gli incontri pubblici di ascolto saranno 15, uno per ogni Municipio della Capitale. Cominciamo il 31 gennaio nel X e concluderemo il 16 maggio nel XIV. I temi: povertà, inclusione, questione Rom-Sinti-Caminanti, politiche educative e scolastiche, violenze, disabilità, dipendenze patologiche, casa, marginalità gravi, minori, famiglie, anziani. Il tutto, supportato dalle visite ai centri di accoglienza sostenuti dal Campidoglio. Dopo l’ultimo incontro pubblico del 16 maggio si passerà alla redazione del piano. Non più politiche calate dall’alto ma una vera politica dal basso, mai sperimentata prima a Roma e su temi così delicati che coinvolgono migliaia di famiglie.

Continua il nostro lavoro per migliorare le condizioni di vita dei romani. A febbraio riprenderanno le attività di rifacimento del manto stradale dei tratti più disastrati delle principali arterie della città. Nel frattempo prosegue l’attività della task force anti-buche potenziata dal Campidoglio con squadre di controllo in ogni Municipio per monitorare capillarmente le strade e la qualità dei lavori: in appena due settimane, dal 15 al 31 dicembre, la manutenzione ordinaria delle strade di grande viabilità su tutto il territorio di Roma Capitale ha consentito la riparazione di oltre 400 buche. Le zone coinvolte vanno dal centro alle periferie e comprendono, ad esempio, via Casal di Marmo, piazza Verbano, Lungotevere Cadorna, Lungotevere della Vittoria, o ancora via Cassia, via della Storta, via Flaminia, via Battistini, via Trionfale, o la centralissima piazza del Popolo.

 

Anche sul versante trasporti siamo impegnati al massimo. Nei giorni scorsi ho visitato il deposito Atac di Magliana. Ho incontrato i dipendenti, ricevendo utili informazioni sulle condizioni e sui problemi relativi al loro lavoro. E’ stata l’occasione per ribadire la volontà dell’amministrazione capitolina di non privatizzare l’azienda: noi vogliamo risanarla e rilanciarla. In settimana, inoltre, abbiamo incontrato i sindacati e siamo riusciti a scongiurare lo sciopero dei trasporti, legato alla richiesta di effettuare un referendum sull’accordo sindacale del 17 luglio 2015. E su questo tema si apriranno a breve dei tavoli di confronto con l’azienda.
È nostra intenzione garantire ai romani e ai turisti un servizio di trasporto pubblico non solo efficiente, ma anche più confortevole. Per questo motivo abbiamo avviato con Atac l’operazione “Tram puliti”: un piano di pulizia straordinaria con una sanificazione dei convogli ed un lavaggio esterno. Mantenere un alto standard qualitativo di decoro diventa per noi una priorità per rendere più gradevole l’utilizzo dei mezzi in circolazione, contribuire a migliorare l’immagine della nostra città e a lanciare un concreto segnale di cambiamento e ammodernamento. 

 

Abbiamo approvato in giunta uno schema quadro di accordo con l’Automobile Club d’Italia per migliorare la mobilità della Capitale in termini di sicurezza e sostenibilità ambientale. Il fine è di operare congiuntamente per migliorare la sicurezza delle nostre strade e contemporaneamente promuovere la diffusione di modelli di mobilità compatibili, sollecitando all’uso del trasporto pubblico locale e alla promozione di modelli di mobilità attiva.

 

Da oggi sono attivi i nuovi 21 varchi elettronici per controllare gli accessi nella Zona Traffico Limitato Anello Ferroviario 1. È terminato il pre-esercizio e quindi le telecamere possono ora rilevare e sanzionare il transito non autorizzato dei veicoli. Così riusciremo a tener fuori dall’area del centro di Roma i bus turistici senza permesso. Preservare il centro storico è un nostro obiettivo. E l’amministrazione si sta muovendo in questa direzione. 

 


Nei giorni scorsi abbiamo dovuto far fronte all’emergenza freddo. Oltre ad aver attivato un piano specifico per offrire un prezioso supporto di accoglienza e di assistenza ai senza fissa dimora, con l’operazione “Scuole calde” ho disposto l’anticipo dell’accensione degli impianti di riscaldamento negli istituti scolastici al rientro dalle festività natalizie. I tecnici comunali sono intervenuti su tutti i malfunzionamenti degli impianti termici ed ora tutti gli impianti termici nelle scuole di competenza di Roma Capitale sono stati riaccesi e funzionano correttamente. Gli edifici scolastici sono dunque adeguatamente riscaldati. L’amministrazione ha garantito il massimo impegno per affrontare una realtà che abbiamo ereditato e che purtroppo in molti casi è drammatica, come hanno confermato anche tanti presidi: i continui tagli dei finanziamenti ai Comuni e la mancata manutenzione ci hanno consegnato strutture fatiscenti, termosifoni danneggiati, tubature vecchie e impianti elettrici inadeguati. Per tutte queste ragioni, e per valutare le misure necessarie a evitare analoghi disagi in futuro, ho convocato un’apposita riunione che si svolgerà la prossima settimana: l’obiettivo è di individuare delle procedure standard, fino ad oggi mancanti, per prevedere l’accensione anticipata degli impianti nei casi di prolungata chiusura delle scuole. 

 

Vogliamo i nostri studenti non solo al caldo ma anche al sicuro. Per questo facciamo controlli di routine nei nostri istituti scolastici. Dopo aver rilevato tracce di amianto nel nido “La Magnolia” nel V Municipio, ne abbiamo disposto l’immediata bonifica ed i bimbi sono stati trasferiti in un’altra struttura. Sono state già individuate le soluzioni per garantire la continuità del servizio e non creare eccessivi disagi. Pertanto voglio rassicurare i genitori e le famiglie: il Campidoglio e il V Municipio stanno seguendo con la massima attenzione questa vicenda, senza che i bimbi siano rimasti a casa un solo giorno. Sapremo affrontare e vincere anche questa sfida, al fine di restituire alla comunità municipale un ambiente salubre e privo di rischi per l’incolumità di tutti.
Altro tema importante su cui ci siamo mossi è la sicurezza. Vogliamo favorire condizioni di legalità, dando un segnale di attenzione e di presenza delle istituzioni in tutti i quartieri di Roma. Per questo motivo, ho sottoscritto insieme al Prefetto, al Questore e ai rappresentanti delle forze dell’ordine, un protocollo di intesa per l’attivazione nei Municipi degli “Osservatori territoriali per la sicurezza”. Uno strumento che avrà un campo di azione più ampio rispetto al passato e ci permetterà di affrontare tematiche quali la microcriminalità, i campi nomadi, le occupazioni abusive, le situazioni di degrado e la sicurezza urbana. In costante contatto con il Comitato provinciale, l’osservatore interverrà in modo mirato sulle varie criticità creando un filo diretto con le singole realtà municipali e, dunque, con i cittadini. 

 

Rispettare e tutelare l’ambiente passa anche attraverso piccoli, concreti e significativi segnali. A tal fine, abbiamo attivato presso 14 Centri di raccolta dell’Ama dei punti per conferire gli alberi di Natale realizzati con abete naturale. Un gesto di estrema semplicità ma che permette di restituire alla natura gli alberi raccolti. 
Infine ancora un passo in avanti relativo alla macchina amministrativa: è stato approvato il nuovo codice di comportamento per i dipendenti di Roma Capitale. Abbiamo voltato pagina rispetto al passato ed è stato avviato un processo partecipato per snidare la corruzione. Ribadite le caratteristiche fondamentali del “whistleblowing”. Per questo invito tutti i dipendenti a denunciare i casi di illegalità e gli illeciti che si trovano davanti. Intanto riparte il tavolo tecnico tra Campidoglio e Autorità Nazionale Anticorruzione. Ad esso sarà affidato il compito di monitorare gli effetti delle misure correttive adottate in materia contrattuale, anticorruzione e di trasparenza, per superare le criticità. Vogliamo proseguire nell'attività di collaborazione con l'Autorità e sviluppare il prezioso rapporto di collaborazione avviato.

 

14 Gennaio

Virginia Raggi


Invia questo articolo