Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__01/03/2017
Data__2017

I capolavori diventano “touch” alla Galleria d’Arte Moderna

Capolavori touch

I capolavori diventano “touch” grazie a InterGAM, il progetto didattico della Scuola di Comunicazione e Didattica dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Roma in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna.

Il progetto - promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, che ha coinvolto cinque docenti e dieci studenti dell’Accademia delle Belle Arti - propone, attraverso tre dispositivi touch-screen, l’esplorazione di ventisei capolavori della collezione del museo, non sempre visibili al pubblico.

 

I dipinti e le sculture, realizzati  tra il 1860 e il 1955 da artisti come Sartorio, Balla, Scipione, Morandi, Turcato, Manzù e molti altri, sono stati selezionati sia per il valore artistico che per il legame con la storia cultuale e artistica di Roma. Due dei tre dispositivi touch-screen sono collocati su cavalletti ergonomici la cui altezza da terra consente la consultazione anche a un utente con disabilità motoria. Un file audio permette agli utenti ipovedenti e non vedenti di accedere a una descrizione dettagliata delle opere. Attraverso i dispositivi touch-screen è inoltre possibile prendere visione con immagini ad alta definizione proiettate a schermo intero di altri 10 capolavori potendone apprezzare caratteristiche esecutive, stilistiche e tecniche.

 

Parte integrante del progetto una multivisione immersiva su schermo curvo, frutto di una accurata selezione e montaggio di foto d’epoca, filmati d’archivio della Roma tra 1870 e gli anni Cinquanta, e di un ricco materiale, in parte inedito, messo a disposizione dall’Istituto Luce e dagli archivi della Quadriennale del Mondo Operaio e della Scuola Romana.

 

 

Galleria d’Arte Moderna di Roma,via Francesco Crispi, 24. Per i portatori di handicap ingresso da via Zucchelli, 7

Info: www.galleriaartemodernaroma.it    

 

 

1 MAR 2017 - MDF                             


Invia questo articolo