Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Sito informativo sul Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__10/03/2017
Data__2017

"Etichetta trasparente" contro i crimini alimentari: seminario in Campidoglio

convegno

Contraffazione, sofisticazione e falsificazione degli alimenti: crimini sempre più diffusi. L’immissione nel mercato di cibi pericolosi per la salute costituisce preoccupazione crescente a livello globale. Sul tema si è tenuto un convegno in Campidoglio (qui il programma), promosso da Roma Capitale in collaborazione con l’associazione internazionale Un Punto Macrobiotico (UPM). Duplice l'obiettivo: mettere a fuoco i problemi, per un verso, e far conoscere al tempo stesso un nuovo tipo di etichettatura, "volontaria e trasparente", che può costituire strumento di contrasto alle prassi deteriori della produzione e della distribuzione alimentare. 

 

UPM, fondata nel 1980 dal professor Mario Pianesi, conta oltre 80 mila soci ed è un ente con finalità assistenziali e culturali riconosciuto dal Ministero dell’Interno. Collabora con istituzioni italiane e internazionali per la diffusione di stili di vita e alimentari più sani, equilibrati e sostenibili. Nel 1980 Pianesi ha ideato un modello di etichettatura che, in aggiunta alle informazioni previste dalla normativa vigente, riporta indicazioni su origine, caratteristiche e impatto ambientale come la quantità di energia, di acqua utilizzata e di CO2 generata per ogni prodotto. L'Etichetta Trasparente Pianesiana, premiata nel 2015 da Assoutenti come migliore etichetta alimentare, è oggi impiegata da oltre un centinaio di aziende.

 

Sono intervenuti al convegno: gli assessori capitolini Daniele Frongia (Sport, Politiche Giovanili e Grandi Event) e Laura Baldassarre (Persona, Scuola e Comunità Solidale); Antonio Ricciardi, vicecomandante generale dell’Arma dei Carabinieri e comandante dell’Unità Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri; Nicola Sebastiani, vice ispettore generale dell'Ispettorato Generale della Sanità Militare; Mario Pianesi, fondatore e presidente UPM; Francesco Fallucca, presidente del Centro Internazionale Studi Diabete e co-presidente Centro Internazionale Studi AAASE; Paolo Pozzilli, direttore Area di Endocrinologia e Diabetologia Università Campus Bio-Medico, coordinatore Regione Lazio Società Italiana di Endocrinologia; Paolo Borghi, ordinario di Diritto dell’UE e di Diritto Alimentare, università di Ferrara. 

 

 

“Oggi in Campidoglio abbiamo parlato di trasparenza della filiera alimentare, un tema che incide in maniera significativa sulla qualità di vita dei cittadini", ha spiegato l'assessore Frongia. "Un’alimentazione sana ed equilibrata è uno dei cardini della prevenzione sanitaria riconosciuti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e promossi da tutta la comunità medico-scientifica internazionale. In particolare alimentazione sana ed esercizio fisico sono in grado di prevenire obesità, diabete, malattie cardiovascolari, malattie croniche che affliggono oggi milioni di persone nel mondo. Questa amministrazione ha a cuore la salute dei propri cittadini e per questo riteniamo prioritario parlare di alimentazione sana ed equilibrata, di esercizio fisico e quindi di stili di vita più naturali e sani”

 

“Perché il momento del pasto a scuola sia sempre più valorizzato come momento educativo, verrà inserito all'interno di veri e propri percorsi di educazione alimentare, che sempre di più affiancheranno i nostri servizi di refezione scolastica", ha affermato l'assessora Baldassarre. "Perché il percorso per diventare consumatori consapevoli parte anche dalle scuole”.  

 

15 MAR 2017 - RED

 

 

 


Invia questo articolo