Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__17/03/2017
Data__2017

#ComunInnovano: SPID e Casa Digitale. Trasformazione: Roma laboratorio nazionale

spid 1

Aprire uno spazio di riflessione e di confronto operativo sui temi dell’innovazione digitale tra i Comuni italiani. Questo l’obiettivo di #ComunInnovano, la giornata di lavoro organizzata dall'Assessorato Roma Semplice in Campidoglio nella Sala della Piccola Protomoteca.

 

L’incontro, rivolto a tutte le amministratrici e gli amministratori comunali che si occupano di innovazione e digitale, ha focalizzato l'attenzione sullo SPID, cioè il Sistema pubblico di identità digitale, e sulla Casa digitale del Cittadino, con il coinvolgimento della Regione e delle Autorità centrali impegnate su questi temi.

Quasi sette milioni i cittadini rappresentati grazie ad un'iniziativa che ha coinvolto sei città metropolitane, Cagliari, Firenze, Milano, Torino, Venezia, oltre naturalmente a Roma Capitale, e che è stata un momento di condivisione di buone pratiche e di concreto sviluppo di proposte operative sui due macrotemi al centro dei lavori.



Da un lato è infatti emersa la priorità di velocizzare l'adozione del Sistema Pubblico di Identità Digitale da parte dei Comuni e aumentarne la diffusione tra i cittadini anche attraverso i nuovi istituti di partecipazione; dall'altro l'urgenza di definire un percorso di coprogettazione della Casa digitale del Cittadino. Un percorso che tenga conto delle specificità locali nell'ambito del più ampio quadro nazionale.



"Da nord a sud del nostro Paese esistono numerose esperienze, competenze, soluzioni di innovazione digitale da condividere tra le Pubbliche Amministrazioni - dichiara l'assessora a Roma Semplice Flavia Marzano - Questo vuole essere l'avvio di un gruppo di lavoro in cui è centrale la collaborazione tra i Comuni e il raccordo con le Autorità che a livello nazionale hanno il compito di attuare l'Agenda Digitale. Roma vuole e può diventare laboratorio nazionale per la trasformazione digitale".



Oltre alle amministrazioni locali, infatti, hanno partecipato all'incontro anche il Direttore Generale dell'Agenzia per l'Italia Digitale, rappresentanti del Team per la Trasformazione Digitale istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento della Funzione Pubblica, la Regione Lazio, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

 

“Lo scorso dicembre Roma non solo ha aderito al Sistema pubblico di identità digitale con un anno di anticipo rispetto alla scadenza normativa, ma a livello nazionale è anche il Comune che offre ai cittadini il maggior numero di servizi online accessibili tramite SPID sul portale istituzionale, quasi settanta - dice Marzano -. Il nostro obiettivo ora è di progettare la Casa digitale del Cittadino - aggiungeil canale unico attraverso il quale i cittadini avranno a disposizione in modo personalizzato tutte le comunicazioni dell’amministrazione che li riguardano e di cui SPID costituisce la chiave di accesso. Questa vuole essere l’occasione per mettere in comune con le varie città italiane le esperienze sul tema, individuando insieme sfide, proposte e soluzioni”.

 

 

L'iniziativa, giunta al suo secondo appuntamento romano, è stata avviata dall’Assessorato Roma Semplice lo scorso ottobre in Campidoglio e nel corso dei mesi successivi è diventata periodica e itinerante facendo tappa su temi diversi a Bologna, Reggio Calabria e Milano.

 

 

17 MAR 2017 - RB

AGG 20 MAR 2017


Invia questo articolo