Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Sito informativo sul Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__17/03/2017
Data__2017

Convegno internazionale, proiezioni, presentazione libri. Alla Casa della Memoria

Casa della Memoria e della Storia

Un convegno internazionale, organizzato per oggi, martedì 21 marzo dalle 10.30 alle 19, apre la ricca serie di eventi in programmazione nei prossimi giorni alla Casa della Memoria. Il convegno affronta il tema dello sfruttamento del lavoro forzato durante la Seconda Guerra mondiale nell'Europa del Reich. Si tratta del secondo appuntamento del progetto "Prigionieri del lavoro", iniziato il 23 gennaio scorso con il seminario di formazione per gli insegnanti, nell’ambito della Settimana della Memoria. 

 

Titolo del convegno Prigionieri del lavoro. Lo sfruttamento del lavoro forzato in Italia e in Europa 1939-1945. L’incontro conclusivo, il 28 marzo, è un altro seminario rivolto agli insegnanti. 

Sessione antimeridiana: Presentazione del progetto di Andrea Giuseppini (Tps) e intervento dei partner: Lutz Klinkhammer (Istituto Storico Germanico - Roma); Sasa Petejan (ZVOD APIS - Lubiana); Anna Balzarro (Irsifar – Roma). Alle 11.30 Lo sfruttamento dei lavoratori coatti deportati nel Reich lezione magistrale di Brunello Mantelli (Università degli Studi della Calabria). A seguire dibattito. Presiede Paola Carucci (Irsifar).

 

Sessione pomeridiana: alle 15, presiede Costantino Di Sante (Tps), interventi: La Todt e l’organizzazione Paladino di Amedeo Osti Guerazzi (Istituto Storico Germanico); Il campo di concentramento di Cairo Montenotte (1943): arresti, deportazioni e destini di Milovan Pisarri (ZVOD APIS - Lubiana); Memoria storica: cosa significa ricostruire il passato di Sasa Petejan (ZVOD APIS - Lubiana); Zeitgeschichte MUSEUM 1938-1945. Il museo del lavoro forzato di Linz di Christa Kochendörfer (Zeitgeschichte MUSEUM – Linz); Insegnare con le video-interviste. L'ambiente didattico online sul lavoro coatto 1939-1945 di Cord Pagenstecher (CEDIS – Berlino). A seguire dibattito.

 

Iniziativa a cura dell’IRSIFAR in collaborazione con Topografia per la Storia, Istituto storico germanico, EVZ  Berlino,  ZVOD APIS Lubiana.

 

Mercoledì 22 alle 18

 

Nell’ambito di Cinque declinazioni della shoah, la rassegna nata con l'intento di esplorare, attraverso il linguaggio cinematografico, il tema della Shoah, è in programma l’ultimo appuntamento con la proiezione degli extra del film Pecore in erba di Alberto Caviglia (Italia 2015, edizione Home Video Bolero Film/CG Entertainment): Making of, Pecore in Laguna, Dicono di noi, Intervista al regista e ospite Alberto Caviglia. Iniziativa  a cura di ANED e Francesco Di Brigida

 

Giovedì 23 alle 17.30

 

Presentazione di Calendario civile. Per una memoria laica, popolare e democratica degli italiani a cura di Alessandro Portelli (Ed. Donzelli, 2017). Verrà esposto il progetto “Calendario civile” che prevede una rassegna, iniziata nel 2016, di incontri e spettacoli legati ad alcune date, con lo scopo non di celebrarne l’anniversario, ma di approfondire il significato attuale dei singoli eventi storici ad esse collegato, attraverso la forma di un intrattenimento di alto valore artistico e culturale. Sono presenti, oltre che il curatore e l’editore, Angiolina Arru e Federica Graziani. Iniziativa a cura del Circolo Gianni Bosio

 

Lunedì 27 alle 17.30

 

Presentazione del volume La libertà di stampa è tutto. Mario Borsa, cinquant'anni di giornalismo democratico di Alessandra De Nicola (Rubbettino Università, 2016).

Questo volume si occupa di un protagonista del ’900 e attraverso di lui ripercorre le sfide e le delusioni del giornalismo democratico in momenti in cui i professionisti della carta stampata non furono semplici osservatori, bensì costruttori di storia politica e sociale. Intervengono Fabio Grassi Orsini, diplomatico e professore ordinario di Storia dei movimenti e dei partiti politici e Storia contemporanea all'Università di Siena; Giovanni Orsina, politologo, professore ordinario di Storia contemporanea alla LUISS-Guido Carli di Roma; Vittorio Emiliani, giornalista, scrittore, saggista e politico. Modera: Antimo Amore, giornalista Rai tgr Abruzzo. Iniziativa a cura della Fondazione Brigata Maiella

 

Mercoledì 29 alle 17.30

 

E’ in programma Avevamo vent’anni... Walter Barni: quale gioventù?”: testimonianze, filmato e musica a cura di Giancarlo Massa che ha raccolto e documentato la storia del partigiano, scrittore e sindacalista Walter Barni, a partire dalla campagna di Russia, fino al suo ritorno in Italia, all’entrata nella Resistenza e alla Liberazione. Sarà proiettato un brano da una video-intervista realizzata da Giancarlo Massa. Intervento del Laboratorio di canto popolare diretto da Sara Modigliani. Intervengono Giancarlo Massa, Tina Costa (ANPI) e Cristiano Hoffman (segr.naz. FISAC-CGIL). Iniziativa a cura del Circolo Gianni Bosio e ANPI

 

Giovedì 30 alle 18

 

Va in scena la lezione recitata Giaime e Luigi Pintor– Agire in modo utile. Il testo, dello storico Leonardo Casalino (Professeur des universités en études italiennes à l’Université Grenoble Alpes), è interpretato da Marco Gobetti, attore dell’omonima compagnia. Al dibattito che segue interviene insieme a Leonardo Casalino, Carlo Ferrucci, nipote di Giaime e Luigi Pintor e autore di "La mina tedesca - Il vero romanzo di Giaime Pintor". Iniziativa  a cura di Marco Gobetti

 

Venerdì 31 alle 17

 

Presentazione del volume La Campagna di Russia 1941-1943 di Maria Teresa Giusti (ed. Il Mulino, 2016). “… La campagna bellica più folle condotta dal nostro esercito”. Ne parlano con l’autrice: Alessandro Masi; Paolo Peluffo; Antonino Zarcone. Coordina Anna Maria Casavola. Iniziativa a cura di ANEI e l'I.R.S.I.F.A.R.

 

Prosegue fino al 13 aprile Donne & Lavoro la mostra fotografica di Carlo e Maurizio Riccardi a cura di Giovanni Currado e Marino Paoloni.

Le immagini di Carlo Riccardi documentano uno spaccato sociale del lavoro femminile durante e dopo il periodo bellico. Esse colgono l’emancipazione delle donne attraverso la quotidianità del lavoro: donne contadine, operaie, paracadutiste, gommiste, benzinaie, tassiste. Donne con molteplici ruoli, madri e alle volte anche padri, che affrontarono i cambiamenti della storia e della società. Affiancano le foto di Carlo Riccardi, attualizzando e ponendo una sorta di metodo di confronto sulla storia delle donne lavoratrici, i più recenti scatti del figlio Maurizio che ritraggono donne-poliziotto, donne-carabiniere, donne-magistrato, avvocatesse, grafiche, archeologhe, addette alla raccolta dei rifiuti, autiste di mezzi pubblici. Un omaggio alle donne di oggi che vivono il proprio mestiere con gioia e fatica, lontane dalla voglia di apparire a qualsiasi costo. Completano la mostra i ritratti di donne lavoratrici in Etiopia, in Mozambico e nella Repubblica Democratica del Congo: nei loro sguardi il desiderio di riscatto umano oltre che sociale, oltre i confini nazionali e sottolineando l'importanza del ruolo della donna nella società moderna su una prospettiva universale.

La mostra, a cura di Giovanni Currado e Marino Paoloni per l’Archivio Riccardi in collaborazione con Istituto Quinta Dimensione e Agenzia Documentazione Fotografica Agr, è promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale-Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

 

Casa della Memoria e della Storia

Via San Francesco di Sales 5 (Trastevere)

dal lunedì al venerdì 9.30- 20.00

ingresso libero

orario di consultazione biblioteca dal lunedì al venerdì 10- 17

Informazioni 06/6876543 – 060608    www.comune.roma.it/cultura 

 

17 MAR 2017 – PR

Agg. 21 MAR 2017

 

 


Invia questo articolo