Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Sito informativo sul Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__17/03/2017
Data__2017

Frongia: lo sport riparte dalla trasparenza con il Nuovo Regolamento Impianti Sportivi

“Di concerto con la Commissione sport e con il relativo Dipartimento e direzione Sport, lavoriamo per riportare alla normalità la situazione degli impianti sportivi di Roma. Il Nuovo Regolamento Impianti Sportivi ricondurrà anche le situazioni più complesse ad una gestione trasparente e rispettosa della normativa in materia”. A dichiararlo in una nota l'Assessore allo Sport, alle Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale, Daniele Frongia.

 

“Per quanto riguarda l'impianto di Corviale – spiega l’assessore - il canone era già stato determinato nel 2004 in 5 mila euro, successivamente ridotto esclusivamente per il periodo di vigenza della concessione. Una volta scaduta la concessione nel 2012 è venuto meno il rapporto contrattuale tale da giustificare il canone ridotto. Allo stato attuale, se il concessionario scaduto ritiene ci siano motivazioni tali da giustificare il mantenimento del canone ridotto, può formulare le sue contro deduzioni nei tempi stabiliti e verrà convocato per discuterne. Al momento - prosegue - il Dipartimento Sport non ha ricevuto nulla a riguardo. In ogni caso si precisa che nessun atto ingiuntivo è stato emesso per il recupero dell'importo, siamo ancora in una fase istruttoria, volta a garantire l'esercizio dei diritti dei concessionari di cui teniamo in grande considerazione il lavoro svolto”.

 

“Stiamo già lavorando ai nuovi bandi per alcune strutture sportive la cui concessione è scaduta. Giovedì prossimo abbiamo convocato un Consiglio straordinario per fare il punto sulla situazione degli impianti, dando voce anche ai concessionari e alle istituzioni del mondo dello sport”, conclude Frongia.

 

17 MAR 2017 - RED


Invia questo articolo