Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__12/04/2017
Data__2017

La Pelanda, oggi l'evento "Giornali luminosi". Montanari: “Insieme a Comieco e cittadini per una raccolta speciale”

macro giornali luminosi

Oggi, venerdì 28 aprile alle 18, in occasione di 'Ricicloaperto', il riciclo della carta si mette in mostra. L'artista Marco Nereo Rotelli, con lo scienziato Franco Miglietta e gli studenti dell'Accademia di Belle Arti, darà vita a una performance con i vecchi giornali portati dai cittadini presso la Pelanda del Macro di Testaccio dal 26 aprile ad oggi (dalle 14 alle 20). I giornali saranno riciclati e “messi in luce”, mediante la realizzazione di “Giornali luminosi”, una vera e propria opera d’arte. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

“Anche i vecchi giornali possono avere una nuova vita e i cittadini di Roma lo scopriranno con l’iniziativa “Giornali Luminosi”. Invitiamo studenti, cittadini e associazioni culturali a portare vecchi quotidiani, riviste, periodici all’interno dello spazio della Pelanda, al Macro, dove l’artista Marco Nereo Rotelli realizzerà una performance live rielaborando questo materiale in un’opera. I giornali saranno riusati e “messi in luce”, mediante la realizzazione di una vera e propria opera d’arte”. Così Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale, presentando l’evento organizzato da Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) in collaborazione con Roma Capitale (Assessorato alla Sostenibilità Ambientale e Assessorato alla Cultura), Macro e AMA.

 

“Giornali Luminosi” è solo una delle tante iniziative previste nell’ambito dell’evento nazionale “RicicloAperto”, pensato da Comieco per promuovere la cultura del riciclo e dell’economia circolare di carta e cartone.

“Con “Giornali Luminosi” abbiamo voluto accendere i riflettori su una delle possibili storie a lieto fine che la carta avviata a riciclo può vivere, quella artistica, e mostrare come la carta, recuperata, lavorata e trasformata, possa vivere una seconda vita diventando persino opera d’arte nel suo viaggio di rigenerazione”, commenta Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco.

“E' un’importante iniziativa educativa e di sensibilizzazione alla raccolta differenziata: tutto, come la carta, può avere una nuova dimensione, anche artistica. Confidiamo in una grande partecipazione di tutti”, conclude Montanari.

 

 

MOSTRE IN CORSO al Macro Testaccio - La Pelanda aperte al pubblico fino al 17 maggio: Ethiopia, mostra fotografica di Marco Paoli; Poetry, dell'artista Marco Nereo Rotelli e del grande poeta, pensatore e saggista siriano Adonis (uno fra i maggiori poeti arabi viventi); Sulla pelle della pittura, di Alessandro Verdi. L'ingresso alle mostre è gratuito. 

 

Ethiopia è il titolo della mostra di Marco Paoli curata da Paolo Cavalcanti e promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Il fotografo fiorentino racconta con i suoi scatti la bellezza di una delle nazioni africane più ricche di cultura per l’unicità della sua storia e della sua architettura, la molteplicità delle sue lingue, delle sue etnie e religioni.

 

Uno dei temi espressi dalle foto è la resilienza della popolazione extraurbana che vive in condizioni di pura sussistenza praticando l’agricoltura e l’allevamento con tecniche tradizionali, in difficili condizioni climatiche. Altra questione affrontata da Poli è quella della convivenza nella differenza religiosa: gli eventi come il Timkat cristiano ortodosso a Lalibela ed il pellegrinaggio musulmano a Scheik Hussein vengono narrati dall’autore, accolto con amicizia e grande ospitalità dalle comunità che gli hanno permesso con orgoglio di fotografare i luoghi e i momenti più intimi delle celebrazioni.

 

Tutti i proventi della vendita del catalogo sono devoluti a 'Busajo onlus', Associazione italiana riconosciuta dal Governo etiope che opera in Etiopia a Soddo, nella regione Wolaita, con l’obiettivo di dare accesso all’istruzione ai bambini e alle bambine di strada.

 

Le altre due mostre Poetry e Sulla pelle della pittura s’inaugurano nell’ambito del progetto From La Biennale di Venezia & OPEN to MACRO. International Perspectives, ideato e curato da Paolo De Grandis e Claudio Crescentini e promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Il progetto è dedicato alla presentazione presso gli spazi del MACRO di alcune installazioni internazionali provenienti dall’Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia e da OPEN - Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni, e mira a far convergere insieme le “prospettive” d’arte di due città che lavorano per far viaggiare le esperienze dell’arte contemporanea internazionale sul territorio nazionale. Dalla città lagunare, appunto, alla Capitale.

 

Sulla pelle della pittura.  Si tratta di un ciclo di lavori di Alessandro Verdi che prende le mosse dalla mostra realizzata alla Biennale di Venezia nel 2009 e curata da Achille Bonito Oliva. Per l’esposizione romana l’artista ha progettato un percorso lungo le sale de La Pelanda che si snoda attraverso installazioni che dialogano con l’architettura dello spazio. La complessità dell’uomo contemporaneo, il senso profondo del suo agire e del suo essere nel mondo e lo spirito del vago sono i temi attorno a cui si svolge la sua pittura e questo nuovo percorso espositivo.

Le opere sono tutte di grandi dimensioni, alcune in moduli di 250x180 cm. costituite da pannelli di legno su cui Verdi interviene direttamente con la grafite, oppure grandi carte ad acrilico stese sul pavimento (in mostra una di 10 metri), o intarsiate da migliaia di piccoli pezzi di carta come a formare una pelle mobile e duttile su cui poi interviene con piccoli segni minimali (ambiente di 350x300x300 cm).

 

Poetry  è una sintesi delle installazioni di Marco Nereo Rotelli realizzate per la 49° e la 53° Biennale di Venezia, unite ad una nuova e inedita proposta creata con il grande poeta d’origine siriana Adonis. In esposizione le Porte poetiche del suo Bunker poetico; Processi, una serie di acciai dedicata ai processi contro Pier Paolo Pasolini; Manifesti poetici, un’installazione urbana realizzata a seguito dell’attentato di New York dell’11 settembre 2001. Viene inoltre riallestita Save the Poetry, opera composta da grandi acciai lavorati a laser che riportano gli alfabeti del mondo. Un’intera area de La Pelanda è invece dedicata ai Collages di Adonis, il grande poeta d’origine siriana che partecipò a La Biennale del 2009.

 

Durante l’inaugurazione Rotelli e Adonis, con la collaborazione del poeta Yang Lian, hanno eseguito un’azione artistica dal titolo Il sapere della carta / Il sapere della voce, intervenendo su grandi fogli di carta riciclata. L’area esterna dell’ex-Mattatoio è stata illuminata e trasformata in una vera e propria pagina di poesia con performance di scrittura e reading, e proiezioni dei versi di Adonis e Yang Lian. 

 

Altre mostre in corso: al Macro di via Nizza la personale di Gea Casolaro, al Macro Testaccio I pesci non portano fucili con le opere di Ugo Pirri.

 

 

MACRO Testaccio - La Pelanda

piazza Orazio Giustiniani, 4 

Dal 13 aprile al 17 maggio 2017

ingresso: da martedì a domenica dalle 14 alle 20. Chiuso il lunedì

Ingresso gratuito alle mostre

Info: 060608, www.museomacro.org

http://www.museomacro.org/mostre_ed_eventi/mostre

Segui MACRO - Museo d’Arte Contemporanea Roma su Facebook e Twitter 

 

 

12 APR 2017 - MGS

AGG 27 APR 2017 - GP


Invia questo articolo