Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__04/07/2017
Data__2017

Museo di Zoologia, l'invisibile mondo degli insetti in mostra nelle foto al microscopio

crisomelidi museo zoologia

Stampe a colori in vari formati, fotogrammi ripresi al microscopio che esplorano le caratteristiche dei coleotteri, gli insetti che nelle loro schiere annoverano anche le punteggiate e vivaci coccinelle. In particolare l'attenzione dell'obiettivo è rivolta alle ali, il cui primo paio è spesso molto colorato, e soprattutto ricco di strutture e forme che possono essere scoperte solo attraverso l’uso di uno strumento speciale. 

 

Ecco la mostra ospitata Museo di Zoologia dal titolo SUPERFICI - Peregrinazioni entomologiche, che raccoglie quasi una cinquantina di immagini realizzate da Stefano Zoia, fotografo ed entomologo, e offre l’occasione per un viaggio nel mondo degli insetti. L’esposizione dedicata a questi piccoli, alcuni sono lunghi solo mezzo millimetro, e straordinari animaletti è allestita dal 7 luglio al 24 settembre nella Sala delle Balene. È promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

 

Lo strumento usato per osservare gli insetti è il microscopio stereoscopico. Non raggiunge ingrandimenti molto elevati, ma permette la visione tridimensionale e una facile osservazione e manipolazione anche di esemplari vivi.

Via quindi le lenti d’ingrandimento e i vari altri pur utili modelli di microscopio, così da poter osservare, attraverso la tecnica e la tecnologia usate dall’autore, immagini che uniscono rigore scientifico e creatività, regalando allo sguardo trame fantastiche.

 

Ecco dunque particolari molto ingranditi di diverse specie di coleotteri, appartenenti soprattutto alla famiglia dei Crisomelidi, cioè degli Scarabei dorati. Particolari che isolati dal resto del corpo e ingranditi sono riconoscibili solo da un occhio esperto. Un titolo di fantasia invita quindi l’osservatore a proporre la sua personale interpretazione. Poi con l'aiuto della didascalia, in due lingue, si conosce la reale indentità dell’animale fotografato.

 

In mostra anche alcuni esemplari delle collezioni entomologiche del Museo, una scelta  tra l’oltre mezzo milione di insetti conservati nelle stanze di Villa Borghese.

 

 

Tutte le informazioni: 06.67109270 – 060608

www.museodizoologia.it

 

Indirizzo: via Ulisse Aldovrandi 18

 

4 LUG 2017 - RB


Invia questo articolo