Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Assessorato
Categoria1__Notizie
Data__26/05/2017
Data__2017

Carta d’identità elettronica, stop a prenotazioni multiple per ridurre tempi di attesa

CI_elettronica

 

Roma, 24 maggio 2017 – Ridurre i tempi di attesa per il rilascio della carta d’identità elettronica. Con questo obiettivo l’Amministrazione capitolina ha ottenuto l'aggiornamento del sistema di prenotazione online TuPassi, grazie al quale il cittadino può fissare un appuntamento allo sportello anagrafico del Municipio per richiedere il documento d’identità elettronico.

 

Da oggi,  ferma restando l’opzione di scelta su tutti i 15 Municipi, i cittadini possono effettuare una sola prenotazione per volta. L’eventuale modifica della prenotazione presso un altro Municipio può essere effettuata solo a seguito di obbligatoria disdetta di quella precedente.


Siamo consapevoli del problema dei tempi di attesa e ci stiamo muovendo anche rispetto al Ministero dell’Interno che ha la titolarità del progetto. L’aggiornamento della procedura TuPassi impedisce ora le prenotazioni multiple, tra le principali cause dell'allungamento dei tempi. Con il vecchio sistema, infatti, la prassi diffusa di non disdire le prenotazioni parallele comportava circa il 30% di mancate presenze agli sportelli, con il congestionamento dei calendari degli appuntamenti ma senza che si fruisse del servizio – dichiara l’Assessora a Roma Semplice Flavia Marzano – Adesso il cittadino deve decidere in quale tra i 15 Municipi avviare la pratica per il rilascio della carta d’identità elettronica perché il sistema accetta e mantiene attiva una sola prenotazione su tutta la città”.


“Siamo attualmente a lavoro per una revisione dell’organizzazione interna dei servizi anagrafici al fine di un necessario adeguamento al servizio di rilascio della carta di identità elettronica, avviato alla fine del 2016. É in corso, infine, un’analisi dei problemi tecnici legati ai sistemi nazionali e alla connessione con il sistema centrale del Ministero dell'Interno”, conclude.


Invia questo articolo