Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Categoria1__Notizie

Roma in bici

La rete ciclabile a Roma è stata implementata di circa 79 km di nuovi percorsi ciclopedonali che comprendono sia le piste su strada sia i percorsi nel verde, studiati sulla base delle caratteristiche morfologiche della città di Roma, in particolare rispetto agli assi fluviali del Tevere e dell'Aniene e della linea litoranea lungo la costa di Ostia.
Lo sviluppo di questa rete è legato alla possibilità per i cittadini di raggiungere punti strategici della città, che rendono possibile l'utilizzo della bicicletta per percorsi estesi, e dunque anche per recarsi a scuola o al lavoro. La bicicletta è certamente il mezzo più ecologico per muoversi in città, un'alternativa possibile per realizzare quella mobilità sostenibile che tutti auspichiamo.  

RomainBici: MAPPA DEI PERCORSI CICLOPEDONALI

 

Scarica le schede dei percorsi con tutte le informazioni utili:

Percorso ciclabile Tevere
Percorso ciclabile da Ponte Milvio a Villa Ada
Percorso ciclabile Aniene da Villa Ada a Ponte Nomentano
Percorso ciclabile da Ponte Risorgimento a Villa Ada

Treno/Metro  + bici
Dall'1 marzo 2011 l'accesso con bicicletta, ad esclusione di quelle elettriche, sulle linee metro A e B e sulla ferrovia Roma - Lido è consentito nei giorni feriali dopo le ore 20.00 e il sabato e nei giorni festivi per tutta la durata del servizio. Passeggero e bicicletta sono ammessi solo sulla prima carrozza nella direzione di marcia del treno.

Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bicicletta è gratuito, altrimenti anche per ogni bicicletta va acquistato un biglietto. Le biciclette pieghevoli non devono pagare il biglietto e sono ammesse tutti i giorni e per tutta la durata del servizio.

Il progetto ha l'obiettivo dello sviluppo dell'intermodalità ovvero di quei sistemi che consentono di utilizzare di più e meglio la bicicletta in città, attrverso l'alternanza tra bici e mezzi pubblici (bici+bus, bici+treno, bici+metro).

I gruppi numerosi (con più di 5 biciclette) dovranno segnalare, ai numeri telefonici di seguito indicati, la propria presenza con un anticipo di almeno 24 ore, per ricevere la necessaria assistenza:

metro A: 06.46957442;
metro B: 06.46957430;
ferrovia Roma-Lido: 06.46952561
Per informazioni sul trasporto di bici nei treni regionali si può visitare la pagina dedicata di Trenitalia SpA.

Per informazioni sui parcheggi delle bici, sugli accessi alle stazioni Metro e ferrovia Roma Lido e per consultare le mappe visita
la pagina dedicata al servizio sul sito dell'Agenzia della Mobilità.

Cosa fare quando si usa la bici:

- verificare la pressione dei pneumatici, dei cerchioni e dei freni;
- regolare la sella e il manubrio secondo l'altezza del conducente
- ricordare che è obbligatoria l'installazione del campanello e delle luci, mentre è consigliabile lo specchietto a sinistra.
- attraversare di taglio i binari dei tram, soprattutto se c'è umidità sulla strada

Attenzione alle auto in sosta: gli occupanti possono aprire all'improvviso le portiere!

Comportamento, rispetto e sicurezza

Il rispetto di alcune regole di comportamento, dettate, oltre che dal codice della strada (che vale anche per i ciclisti), dal comune buon senso, serve a rendere la circolazione in bicicletta più sicura.
Si raccomanda quindi di:
- dare la precedenza ai pedoni, rallentando quando si incrociano nei tratti dei percorsi ciclopedonali riservati ad entrambi
- nelle ville e nelle aree verdi non calpestare l'erba ma pedalare solo sui tracciati
- agli incroci, e nei cambi di direzione, avere l'accortezza di segnalare in modo visibile le proprie intenzioni
- segnalare in ogni occasione, ma soprattutto in caso di scarsa visibilità, la propria presenza, sia utilizzando i catarifrangenti laterali sia sincerandosi di avere un impianto di illuminazione in efficienza
- usare il casco, anche se non è obbligatorio, e soprattutto farlo indossare ai piccoli


Invia questo articolo