Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Primo Piano
Categoria1__Notizie

AVVIO DEL PERCORSO DI REVISIONE DEL PIANO SOCIALE MUNICIPALE

Roma, 12 settembre 2017  -  Facendo seguito all’approvazione del Piano Sociale Regionale 2017/19, alle linee guida predisposte dal Dipartimento Politiche Sociali Sussidiarietà e Salute trasmesse il 12 giugno 2017 alla Direttiva della GM del Municipio Roma I Centro n 16 del 15/06/2017, con l'incontro di lunedì 11 settembre è stato avviato il percorso per la verifica dei bisogni rilevati nella stesura del Piano Sociale Municipale per il triennio 2016/18 e la conseguente individuazione delle azioni prioritarie e delle eventuali modifiche da apportare al Piano Sociale Municipale per allinearne la tempistica con quella degli altri Municipi.

E' previsto un secondo incontro - che si svolgerà il 25 settembre, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, sempre presso il Complesso Santo Spirito, Borgo Santo Spirito, 3 - aperti alla partecipazione delle organizzazioni del Terzo Settore , delle OO.SS. e dei cittadini.

 

 

"Cosi' come avevamo previsto al momento della scrittura del Piano, ad un anno dalla sua presentazione- avvenuta proprio in questa struttura- facciamo il punto della situazione, attraverso un confronto mirato ad aggiornare l'analisi dei bisogni e il livello di priorita' delle risposte" ha commentato la Presidente del Municipio, Sabrina Alfonsi, a margine dell'incontro. "Abbiamo dato vita ad un percorso vero, come dimostra l'alto numero di adesioni all'iniziativa da parte di cooperative sociali, associazioni di volontariato e di promozione sociale, Ipab e Centri Studi, Organizzazioni sindacali, case famiglia e centri diurni, e da oggi andremo a confrontarci con molti protagonisti nuovi, che ampliano sempre di piu' la rete dei soggetti con cui da anni cerchiamo di costruire partecipazione, programmazione e welfare nel nostro territorio. Oggi abbiamo una nuova grande opportunita' di proseguire e migliorare il nostro lavoro, anche grazie riorganizzazione della Asl Rm1 seguita alla fusione tra RmA e RmE".

"Dopo una riunione plenaria di apertura- aggiunge Emiliano Monteverde, l'Assessore alle Politiche Sociali e dello Sport del Primo Municipio- nel corso della quale abbiamo svolto un breve aggiornamento del quadro di riferimento entro il quale ci si muove a seguito dell'intervenuta approvazione del Piano Sociale Regionale 2017/2019 e delle Linee guida inviate dal Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarieta' e Salute subito prima dell'estate, i partecipanti si sono suddivisi nei quattro tavoli di lavoro tematici, relativi rispettivamente al sostegno e supporto alle persone fragili e non auto-sufficienti; ai percorsi di inclusione e di supporto all'autodeterminazione; alle iniziative per la promozione di una comunita' solidale e, infine, al sostegno alle responsabilita' familiari e alla promozione del benessere dei minori. L'obiettivo che ci prefiggiamo e' quello di verificare l'efficacia di quanto abbiamo scritto un anno fa nel Piano, che- voglio ricordarlo- e' stato costruito in strettissimo accordo con la Asl e grazie alla collaborazione di oltre 70 organizzazioni rappresentando il primo esempio di progettazione integrata socio-sanitaria nella nostra citta'. Siamo fortemente convinti del grande valore aggiunto rappresentato dal terzo settore, dal mondo dell'associazionismo, della cooperazione sociale e del volontariato, che svolgono un ruolo fondamentale nel rilevare e nell'interpretare i bisogni del territorio. Sappiamo che le risorse sono scarse, ma a molte delle domande che oggi arrivano ai nostri sportelli sociali non sapremmo dare risposta anche in presenza di risorse ingenti. E' qui che la rete sociale territoriale, con le sue competenze e conoscenze professionali, puo' aiutarci a riprogettare un nuovo welfare in una citta' profondamente trasformata da 10 anni di crisi"

 

  

 


Invia questo articolo