Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__06/09/2017
Data__2017

Al Teatro Argentina "Ritratto di una Nazione", in scena il racconto dell’Italia al lavoro

Ritratto di una Nazione

Al via la stagione del Teatro Argentina con Ritratto di una Nazione – L’Italia al lavoro. Venti quadri teatrali dalle regioni del Paese, di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri. Un progetto del direttore artistico del Teatro di Roma che prosegue il ciclo dei ritratti “teatrali” già allestiti negli anni scorsi. Il nuovo paesaggio si compone di 20 pièce teatrali, commissionate ad altrettanti autori, uno per ciascuna delle 20 regioni del Paese, che con le diverse varietà geografiche, naturali, sociali, antropologiche e linguistiche, affrontano e indagano la tematica del lavoro nelle sue diverse criticità.

 

In questa prima parte, in scena fino al 16 settembre, vengono presentate 11 “scene” dall’Italia di oggi: 11 tasselli – le prime 9 regioni, più un prologo scritto dal premio Nobel Elfriede Jelinek e un pezzo sulle lotte sindacali in Italia – per un’opera polifonica realizzata grazie al lavoro del drammaturgo Roberto Scarpetti, del regista Fabrizio Arcuri, alla colonna sonora live dei Mokadelic, al set virtuale di Luca Brinchi e Daniele Spanò.

 

A dar voce e visione alle rispettive regioni sono le creazioni di autori e drammaturghi diversi per generazione, indole e scrittura: Marta Cuscunà con Etnorama 34074 (Friuli Venezia Giulia), Davide Enia con Scene dalla frontiera (Sicilia), Renato Gabrielli con Redenzione (Lombardia), Saverio La Ruina con 30 minuti (Calabria), Alessandro Leogrande con Pane all’acquasale (Puglia), Marco Martinelli con Saluti da Brescello (Emilia Romagna), Michela Murgia con Festa nazionale (Sardegna), Ulderico Pesce con Petrolio (Basilicata), il dittico di Vitaliano Trevisan con North by North-East. Coffee shop e Start-up (Veneto), il pezzo sulle lotte sindacali di Wu Ming 2 e Ivan Brentari con Meccanicosmo. A fare da prologo, Risultato da lavoro, testo d’eccezione commissionato per l’occasione alla scrittrice austriaca Elfriede Jelinek, premio Nobel per la letteratura 2004.

 

L’interpretazione è affidata, tra gli altri, a Giuseppe Battiston, Francesca Ciocchetti, Roberto Citran, Maddalena Crippa, Gigi Dall’Aglio, Michele Di Mauro, Davide Enia, Saverio La Ruina, Paolo Mazzarelli, Lino Musella, Filippo Nigro, Gianni Parmiani, Ulderico Pesce, Michele Placido, Arianna Scommegna, Vitaliano Trevisan.

 

Sul grande palcoscenico del Teatro Argentina un intrigo di strutture che diventano contenitori di scene, ambienti intimi, paesaggi urbani, sfondo per schermi su cui proiettare immagini e squarci di città; un cantiere in continuo mutamento, dove attori-operai costruiscono e smantellano ponteggi e impalcature di monumenti in restauro, edifici semifiniti del nostro Sud e costruzioni simbolo di un Nord a doppia velocità. Lo spaccato di un’Italia che si racconta “al lavoro” attraverso l’eco delle proprie lingue, tradizioni, memorie. 

 

Questa prima parte dura 5 ore, compreso intervallo di 30 minuti. Nel 2018 si aggiungeranno i rimanenti pezzi in arrivo dalle altre regioni della penisola: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Toscana, Umbria, Abruzzo, Marche, Molise, Lazio, Campania, componendo la maratona finale della durata di 12 ore.

 

Ritratto di una Nazione è sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT).

 

 

 

Teatro Argentina,  Largo di Torre Argentina

Orari spettacolo: ore 19 ( durata 5 ore incluso intervallo di 30’)

Biglietteria: tel.06.684.000.311/314 (ore 10-14/15-19 lunedì riposo)

Info: www.teatrodiroma.net

 

 

6 SET 2017 - MGS

Agg 12 SETT 2017 - RED


Invia questo articolo