Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__07/09/2017
Data__2017

Atac, Giunta: via libera al concordato preventivo. Raggi: la salveremo, resterà ai romani

Raggi parla di Atac in Assemblea Capitolina

La Giunta capitolina ha approvato la delibera con cui ha autorizzato l’Assemblea straordinaria dei soci di Atac a esprimere voto favorevole all’approvazione del bilancio 2016 dell’azienda, per consentire la presentazione della domanda di concordato preventivo in continuità. Il rappresentante dell’Amministrazione è quindi intervenuto in Assemblea dei Soci esprimendo parere favorevole, secondo quanto stabilito dall’Assemblea capitolina con ordine del giorno del 7 settembre scorso, in merito alla scelta del concordato preventivo in continuità proposto dal Cda di Atac per dare soluzione alla crisi di impresa dell’azienda.

 

 

L'Assemblea dei soci di Atac ha quindi ratificato il Progetto di Bilancio 2016 approvato dal CdA nei giorni scorsi. Il documento registra un valore della produzione pari a 932 milioni di euro, un margine operativo lordo di  82,6 milioni di euro, un risultato operativo pari  -201,8 milioni di euro e un risultato netto che si assesta a -212,7 milioni di euro. "L’Assemblea dei soci - comunica l'azienda - ha anche dato via libera alla presentazione della domanda di concordato preventivo in continuità da parte dell’azienda. A seguito dell’Assemblea ha avuto luogo un Cda che ha deliberato la presentazione del ricorso di concordato al Tribunale".

 

Venerdì 8 settembre la Giunta capitolina aveva già dato via libera al concordato preventivo in continuità proposto dal Cda di Atac per dare soluzione alla crisi di impresa dell'azienda approvando una memoria con cui si prende atto degli indirizzi dettati dall'Assemblea Capitolina di giovedì 7. Con il provvedimento si incaricava i competenti uffici di Roma Capitale, affinché venissero intraprese le opportune azioni finalizzate all’esercizio del servizio in house da parte di Atac oltre l’attuale scadenza e per l’intera durata prevista dal piano di concordato.

 

 

Preceduto da un incontro tra Campidoglio e sindacati, l'Assemblea Capitolina di giovedì 7 settembre ha dibattuto sul futuro dell’azienda del trasporto pubblico romano. Per indicare metodo e obiettivi del processo di risanamento ha preso la parola la sindaca Virginia Raggi, con un intervento che riportiamo integralmente.

 

15 SET 2017 - GP

 

 

 

 

 

 

 

 


Invia questo articolo