Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Primo Piano
Categoria1__Notizie
Data__12/09/2017
Data__2017

Zanzare: mentre la Regione Lazio convoca a mezzo stampa, Roma Capitale è già sul campo. Montanari, “Contagi comunicati da ASL solo venerdì, da ieri mattina nostri operatori stanno già intervenendo”

12 settembre - “In merito alle disinfestazioni necessarie per contenere i contagi da Chikungunya, nella tarda serata di ieri, e con grande ritardo, la Regione Lazio ha convocato Roma Capitale scegliendo stranamente di comunicarlo a mezzo stampa”. E’ quanto dichiara l’assessora capitolina alla Sostenibilità ambientale, Pinuccia Montanari.

“Gli attuali casi di positività sono stati notificati dalla ASL al Dipartimento Ambiente di Roma Capitale solo venerdì scorso – precisa Montanari – e a seguito della segnalazione il nostro Dipartimento si è attivato immediatamente nella giornata di ieri, lunedì 11 settembre, per effettuare sopralluoghi e convocare una riunione di coordinamento tra gli Enti interessati, inclusa la Regione Lazio. Tuttavia, appreso per le vie brevi che la stessa Regione intendeva convocare la riunione si è ritenuto opportuno non procedere con la propria convocazione”.

 

“Indipendentemente dai tempi non proprio tempestivi della Regione – continua l’assessora – stamattina gli operatori di Roma Capitale erano già sul campo per sopralluoghi e interventi. L'amministrazione capitolina dal mese di maggio sta attivamente monitorando l'infestazione della zanzara tigre, adottando prontamente le misure di prevenzione e lotta attiva prevista dalla normativa vigente. A seguito delle prime notifiche di casi sospetti, confermati nel mese di agosto, l'ufficio competente del dipartimento ha effettuato i sopralluoghi e gli interventi con l'ausilio degli operatori AMA”.


Invia questo articolo