Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__14/09/2017
Data__2017

Sicurezza stradale, approvato programma "Vision Zero"

Fine lavori assemblea

La sicurezza stradale è “un tema centrale che l’Amministrazione ha preso a cuore”. Così la sindaca Virginia Raggi aprendo in Assemblea Capitolina (leggi una sintesi dell’intervento) il dibattito sulla delibera contenente il programma Vision Zero, serie di azioni volte a incrementare la sicurezza stradale a Roma, messo a punto in base alle indicazioni della Consulta Cittadina sulla Sicurezza Stradale. L’aula ha poi approvato il provvedimento, alla presenza – tra gli altri – di Jean Todt, presidente FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) e inviato speciale Onu per la sicurezza stradale.

 

Alla seduta straordinaria dell’Assemblea, interamente dedicata ai temi della sicurezza stradale, hanno preso parte il presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani, il presidente della consulta cittadina Pasquale Cialdini, il comandante della Polizia Locale Diego Porta.

 

Il programma Vision Zero unifica 12 obiettivi a breve, medio e lungo termine. Qui le linee salienti. La Consulta Cittadina, ha ricordato l’assessora Linda Meleo (Città in Movimento), “lavora a pieno ritmo mettendo a sistema tutte le competenze a disposizione; un lavoro che parte dal basso e che sfocerà in una serie di proposte per l'amministrazione. Un lavoro mai visto prima, con cittadini, tecnici ed esperti a disposizione della città per combattere gli incidenti su strada". La Consulta, rammenta sempre Meleo, si articola in cinque gruppi tematici: cultura della sicurezza stradale, infrastrutture, governo del traffico e regolazione della velocità, tutela pedonale-protezione-inclusività-accessibilità, mobilità sostenibile e trasporto collettivo. Il tutto si riassume – ha affermato il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito – in una finalità: “imprimere un cambiamento radicale nella cultura della viabilità a Roma”, facendo sì “che il triste primato della Capitale, che ha un elevato numero di vittime della strada, venga cancellato al più presto”.

 

Infine le parole dell’ex ferrarista Jean Todt: “Sono già stato qui a marzo (vedi la nostra news dell’epoca, n.d.r.) invitando il Comune di Roma a farsi capofila delle iniziative per la giornata mondiale della sicurezza stradale. E sono tornato per complimentarmi con l'amministrazione per il significativo passo avanti intrapreso. Approvare un programma Vision Zero è un passo estremamente importante per sviluppare politiche a lungo termine di riduzione degli incidenti. La riduzione di vittime e feriti è un obiettivo ambizioso che richiede una programmazione strategica, come la messa in sicurezza di strade e intersezioni a rischio e il rafforzamento del sistema di controllo delle forze dell'ordine”.

 

“Da oggi”, ha concluso Todt, “presenterò l'esempio di Roma come un modello da seguire”.

 

L'attenzione sui temi della mobilità resta alta in questi giorni: lunedì e martedì prossimi, intanto, convegno all'Arancera di San Sisto sulla mobilità sostenibile, con la presentazione di nuovi progetti e nuove opportunità.

 

14 SET 2017 – PV 


Invia questo articolo