Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__04/10/2017
Data__2017

Musei civici, undici video in lingua dei segni per i visitatori sordi

musei lis

Accogliere il pubblico di visitatori sordi e ampliare l’offerta comunicativa museale facilitando l’accesso al patrimonio culturale, valorizzando così le buone pratiche rivolte all’inclusione. Con questo intento sono stati realizzati video in Lingua dei segni italiana con sottotitoli, di presentazione della storia e delle collezioni di numerosi spazi del Sistema Musei Civici.

 

Dopo il lancio dell’iniziativa presso il Museo di Roma a Palazzo Braschi con il primo video Lis  proiettato nel cortile del museo e presentato in occasione dell’inaugurazione del nuovo allestimento museale, sono stati realizzati altri dieci video. Durano circa tre minuti ciascuno e sono proiettati su supporti multimediali ai Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, alla Centrale Montemartini, al Museo Carlo Bilotti-Aranciera di Villa Borghese, al Museo Pietro Canonica, ai Musei di Villa Torlonia, nel Casino nobile e Casina delle Civette, al Museo Napoleonico all'Ara Pacis e alla Galleria d’Arte Moderna. Prossimamente un video sarà disponibile anche ai Musei Capitolini.

 

Questi musei già sono coinvolti nel programma di iniziative Musei da toccare, ideato con l’obiettivo di realizzare musei ‘senza frontiere’ e offrire all’intero pubblico la possibilità di accedere alle strutture museali e alle aree archeologiche abbattendo le barriere architettoniche e sensoriali.

 

I dieci video sono stati realizzati dall’Istituto statale per sordi di Roma, la prima scuola pubblica per sordi in Italia che dopo la trasformazione in ente svolge attività di consulenza, documentazione e aggiornamento sulla sordità, e con la quale la Sovrintendenza ha stipulato un protocollo d’intesa per realizzare iniziative che favoriscano la comunicazione e l'accesibilità  ai siti museali per le persone sorde.

 

I testi tradotti in Lis sono stati redatti dai funzionari di ciascun museo coinvolto e resi idonei per la trasposizione nella Lingua dei segni italiana dall’Istituto statale per sordi: un team di professionisti sordi ha seguito tutte le fasi di lavorazione, dall’adattamento dei contenuti alla resa in Lis, alle riprese video e al montaggio con sovraimpressione fotografiche, fino all’ inserimento dei sottotitoli indispensabili a tutti coloro che non conoscono la Lis.

 

Dopo il successo ottenuto dall’avvio dell’iniziativa è prevista la graduale estensione del progetto anche in altri otto musei civici: Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo delle Mura, Museo di Casal de' Pazzi, Villa di Massenzio, Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, Museo di Roma in Trastevere, Museo Civico di Zoologia, e deposito delle sculture di Villa Borghese presso il Museo Pietro Canonica.

 

Il progetto è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.


 

4 OTT 2017 - RED 


Invia questo articolo