Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__12/10/2017
Data__2017

Opera, una Tosca d’altri tempi. Ultima replica il 24 ottobre

tosca 2017

In scena da sabato 14 ottobre al Teatro dell’Opera la Tosca. Nell’equilibrato mix tra melodramma popolare e testi più ardui, che da anni caratterizza i palinsesti dell’Opera romana, è il momento di un grande capolavoro di cassetta (ma quale capolavoro…) e di un ghiotto reprint: il dramma pucciniano, potente e serrata macchina teatrale (banalmente e parzialmente: la forza scenica di Verdi fecondata dalla rivoluzione armonico-orchestrale di Wagner), viene rappresentato nell’allestimento della sua prima volta, con i costumi e le scene di allora. E la prima volta fu proprio qui al Costanzi, il 14 gennaio 1900, presente l’autore.    

 

All’epoca fu Adolf Hohenstein, celebre illustratore-scenografo russo-austriaco (che aveva già lavorato per Puccini), a firmare scene e costumi. I suoi bozzetti sono oggi fedelmente ricostruiti dalla coppia Carlo Savi (scene) e Anna Biagiotti (costumi). Sul podio Jordi Bernàcer, apprezzato la scorsa estate a Caracalla, rimpiazzato martedì 24/10 da Carlo Donadio. I ruoli principali: per Floria Tosca Virginia Tola / Svetlana Kasyan, per Cavaradossi Giorgio Berrugi, per Scarpia Luca Salsi (al debutto nella parte dopo vent’anni di carriera) / Gevorg Hakobyan.

 

 

Curiosità da rotocalco: la soprano Virginia Tola (Tosca) e il baritono Luca Salsi (Scarpia) sono una coppia nella vita. Per cui in scena, data la trama, la Tola è chiamata ad ammazzare il marito. Le vie del caso – e dell’opera in musica – sono infinite…    

 

Dopo la prima di sabato 14, repliche mercoledì 18 (ore 20), venerdì 20 (ore 20), domenica 22 (ore 16.30) e martedì 24 (ore 20).

 

Ogni informazione nella scheda sul sito del Teatro dell’Opera.

 

12 OTT 2017 – PV 

Agg.19 OTT 2017 - RED


Invia questo articolo