Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Primo Piano
Categoria1__Notizie
Data__13/10/2017
Data__2017

Verde Pubblico. In 3 mesi 15.400 gli alberi monitorati. Meno del 3% quelli da abbattere

13 ottobre 2017 – Sono 15.400 le piante ad alto fusto valutate e monitorate, in soli tre mesi, con il Metodo VTA (Visual Tree Assessment), che consente una valutazione visiva dell'albero su basi biomeccaniche. Questi sono i dati relativi all’attività di monitoraggio, avviata da Roma Capitale, sui territori dei municipi I, IX, XI, XII e XIII, mentre sono ancora in corso le operazioni nei municipi II, VII, VIII e nelle ville storiche, Villa Borghese, Villa Ada, Villa Glori e Monte Antenne. A breve il servizio verrà esteso anche a Villa Pamphilj e ad altri municipi. Di questi 15.400 solo 357, secondo la valutazione condotta dai tecnici e dagli agronomi, sono gli alberi da abbattere, ossia meno del 3% rispetto al totale.

Un lavoro fondamentale per l’immenso patrimonio arboreo di Roma che ci consentirà di ridurre le cadute accidentali di rami o tronchi, e di mettere in sicurezza e mantenere in buona salute più di 82mila alberi della Capitale. Così recuperiamo decenni di incuria e lo facciamo con competenza, professionalità e nel pieno rispetto della legalità”, afferma Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale.

 

Sono stati effettuati anche 114 interventi in emergenza per la riduzione dei rischi, come quelli effettuati al Gianicolo e a viale delle Milizie, dove si è proceduto rispettivamente all’abbattimento dei pini e alla potatura dei platani.

 

Oltre a questa campagna di manutenzione del tutto innovativa, si prosegue velocemente con le gare per la manutenzione verticale e orizzontale del verde per un investimento complessivo di 9 milioni di euro”, conclude l’Assessora.

 

 


Invia questo articolo