Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__17/11/2017
Data__2017

Teatro di Roma. All'Argentina in scena il Re Lear, all'India il Casanova di Schnitzler

Re Lear

Il Re Lear di William Shakespeare, visto da Giorgio Barberio Corsetti e interpretato da Ennio Fantastichini, porta in prima nazionale sul palco dell’Argentina, fino al 10 dicembre, temi di grande attualità in una combinazione inedita di linguaggi e visioni.

 

Seguendo il suo percorso di sperimentazione, che contempla l’impiego di nuove tecnologie e la drammaturgia itinerante, Corsetti costruisce un ponte tra passato, presente e un futuro possibile. Il tempo di questo Lear è adesso, nei nostri giorni. Un tempo dove un re si spoglia del potere nel tentativo disperato di vivere senza responsabilità, mentre il mondo intorno, privato e pubblico, implode. Lear è una favola ed è una tragedia di padri e figli, di padri che fraintendono i figli, di figli che tradiscono i padri. Ma Shakespeare inserisce comunque nel dramma la speranza che le nuove generazioni possano riscattare il mondo di corruzione e morte che hanno ereditato dai padri.

 

Re Lear, nuova produzione del Teatro di Roma e del Teatro Biondo di Palermo, dopo il debutto romano sarà in tournée a Palermo, Ancona, Chieti, Fano, Teramo, Ferrara, Udine, Torino.

Lo spettacolo si inserisce nel percorso di Stagione Shakespeare Nostro Contemporaneo, un viaggio in 5 dei suoi capolavori restituiti con sensibilità dell’oggi: oltre al Re Lear, il Riccardo II di Peter Stein, (12 dicembre, al Teatro Nazionale); Macbettu, testo in sardo interpretato da soli uomini per la regia di Alessandro Serra (4 maggio, Argentina); Reparto Amleto di Lorenzo Collalti, con il Principe di Danimarca ricoverato in un ospedale (9 gennaio, India).

 

 

Si ricorda inoltre che, a vent’anni dalla scomparsa di Giorgio Strehler, fra i grandi registi italiani del secolo scorso, e a settant’anni dalla nascita del Piccolo Teatro di Milano (nel 1947 ad opera di Strehler e Paolo Grassi come primo Teatro Pubblico Italiano), il Teatro di Roma omaggia il regista e il prestigioso teatro con un ciclo di iniziative, incontri, proiezioni, installazioni e “serate d’onore” dedicate a Valentina Cortese, Giulia Lazzarini, Ferruccio Soleri. 

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria a:  community@teatrodiroma.net 

 

In scena, sempre fino al 10 dicembre, al Teatro India  Il ritorno di Casanova, capolavoro di Arthur Schnitzler, interpretato da Sandro Lombardi diretto da Federico Tiezzi. 

 

Info: www.teatrodiroma.net

 

 

17 NOV 2017 - MDF

AGG 30 NOV 2017


Invia questo articolo