Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__02/01/2018
Data__2018

Bilancio consolidato 2016. Utile di gruppo sale da 64 a 577 milioni di euro

campidoglio

La Giunta Capitolina ha approvato l’aggiornamento al bilancio consolidato 2016 di Roma Capitale, già licenziato dall’Assemblea Capitolina il 29 settembre scorso. La nuova proposta di delibera, che tornerà in aula per il via libera definitivo, registra l’attività di riconciliazione delle partite debitorie e creditorie reciproche tra il Campidoglio e le sue principali società partecipate, Ama e Atac, e tra le aziende stesse . I risultati economico-patrimoniali complessivi del gruppo Roma Capitale, al 31 dicembre 2016, vengono dunque rettificati alla luce dell’intensa attività di raccordo fra le strutture comunali e i responsabili delle aziende, che ha prodotto la complessa riconciliazione di debiti e crediti reciproci.

Il risultato economico consolidato passa da poco più di 64 milioni di euro a circa 577 milioni di euro, grazie a rettifiche di consolidamento per 511 milioni di euro. Lo stato patrimoniale si chiude con un patrimonio netto consolidato di oltre 9 miliardi di euro, su cui incidono rettifiche da consolidamento positive per più di 51 milioni di euro.

 

Ci eravamo impegnati a procedere all’attività di riconciliazione entro il termine dell’esercizio finanziario in corso. Ci siamo riusciti riapprovando un Bilancio Consolidato 2016 che fotografa in modo ancor più fedele e trasparente la situazione finanziaria e patrimoniale del Gruppo Roma Capitale. Fornisce dunque all’Amministrazione un potente strumento informativo per programmare, gestire e controllare con maggiore efficacia la sua attività e quella delle sue società partecipate. Il grande lavoro svolto dai nostri uffici ha consentito di superare i disallineamenti tra debiti e crediti reciproci, portando l’utile di gruppo a circa 577 milioni di euro. È la base da cui ripartire per completare quell’azione di risanamento e rilancio delle aziende che rappresenta una priorità del nostro mandato”, dichiara l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti.

 

2 GEN 2018 - RED 


Invia questo articolo