Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__26/09/2011
Data__2011

Metro, presentato il progetto di copertura radiomobile

Copertura Radiomobile Metro

Roma, 27 settembre – Presentato questa mattina all’interno della Stazione Spagna della Metro A - alla presenza del sindaco Gianni Alemanno, dell’assessore alla Mobilità, Antonello Aurigemma, dell’amministratore delegato e del direttore generale di Atac, Carlo Tosti e Antonio Cassano - il progetto di copertura radiomobile della metropolitana di Roma.

 

 

Presenti all’iniziativa anche i rappresentanti dei gestori telefonici: il responsabile Rapporti con le Istituzioni Locali di Telecom Italia, Paolo Di Bartolomei; il responsabile Relazioni Istituzionali di Vodafone Italia, Michelangelo Suigo; il direttore Network Operations di Wind, Gabriele Sgariglia, il Direttore Network di 3 Italia, Emilio Marchionna.
 

 

Il piano degli interventi porterà, nei prossimi mesi, a dotare tutte le stazioni metropolitane delle linee A e B dei servizi Gsm e Umts/Hspa.
Terminata con successo la fase di sperimentazione, ora è possibile telefonare con tutti i cellulari e smartphone dalle stazioni di Spagna, Barberini e Repubblica.
 

 

Per l’intera copertura radiomobile della linea A, si prevede che il tratto Battistini - Termini sarà completato entro novembre 2011, mentre quello Vittorio Emanuele - Anagnina sarà ultimato a maggio 2012.
Per quanto riguarda invece la linea B, i lavori inizieranno a novembre 2011 e termineranno per tutto il percorso Rebibbia - Laurentina entro ottobre 2012.
 

 

L’assessore Aurigemma ha dichiarato:
«La copertura radiomobile della Metropolitana di Roma è un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione e realizzato da Atac. Il servizio, che sarà attivo anche sulle tratte che verranno realizzate da qui al 2013, è a costo zero per Atac e anzi consentirà all’azienda di incassare un canone annuo dagli operatori telefonici. Si tratta di un ulteriore passo in avanti per portare Roma ai livelli delle grandi capitali europee anche per ciò che riguarda le infrastrutture».
 

Mentre l’AD di Atac, Tosti, ha sottolineato come questa iniziativa non è solo una questione di immagine per Roma: “Far viaggiare voce e dati dentro le metropolitane significherà, per i nostri clienti, avere più qualità, più sicurezza e più servizi.”
 

 

26 SET 2011 - MDF


Invia questo articolo