Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__26/10/2012
Data__2012

Roma Capitale ricorda la battaglia del 312 d.C., passaggio epocale fra antichità e Medioevo

PonteMilviooo.jpg

Roma, 26 ottobre – Per la prima volta Roma Capitale celebra il 1.700° anniversario della battaglia di Ponte Milvio, che ebbe luogo il 28 ottobre del 312 d.C., con un fitto programma di incontri, proiezioni, visite guidate e conferenze. Numerose attività e iniziative si svolgeranno dal 27 ottobre al 2 dicembre in diversi punti della città, monumenti e siti della memoria di quegli eventi storici che ruotarono intorno alle vicende dell’imperatore Costantino e del suo rivale Massenzio.

 

Nel corso della presentazione delle iniziative, che si è svolta in Campidoglio, il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno, ha ricordato come la data del 312 d.C. rappresenti un passaggio epocale non solo per la città di Roma, ma per l’intera storia del cristianesimo, inteso come radice profonda dell’identità e della civiltà europea.
In particolare, la battaglia di Ponte Milvio rappresenta il conflitto tra antico e moderno, tra potere temporale e legittimazione della religione.

 

Secondo i suoi biografi, il giorno prima della battaglia, Costantino aveva avuto la visione della Croce di Cristo “In hoc signo vinces”, ovvero “con questo segno vincerai”: il seguente 28 ottobre, giorno in cui l’imperatore sconfisse le truppe del rivale Massenzio presso il Ponte Milvio, segna una data fondamentale per la storia dell’umanità. In quella circostanza il “ponte” è diventato anche terreno di congiunzione e di superamento di ostacoli, un simbolo di pace: da quel momento cessano a Roma le persecuzioni dei cristiani.



Per sottolineare l’importanza dell’evento e celebrarne l’anniversario, quest’anno Roma Capitale, in occasione del 2.765° Natale di Roma, ha voluto dedicare alla battaglia di Ponte Milvio la moneta che viene coniata ogni 21 aprile.

 

Numerose poi sono le iniziative realizzate e programmate.

 

• L’assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico - Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, in collaborazione con RAI Cinema presenta in anteprima, domenica 28 ottobre presso la Sala della Protomoteca (Palazzo Senatorio - Campidoglio), alle 21 e alle 22.15, la proiezione del documentario “Costantino, imperatore d'Oriente e Occidente”. Il documentario è incentrato sull’imperatore Costantino e sui suoi grandi sogni: realizzare un impero in cui tutte le religioni avessero pari diritto e insieme costruire un’altra capitale al di là del Mediterraneo. Una città ponte con l’Oriente, in grado di competere con l’antica Roma e dove ognuno avrebbe potuto professare il proprio credo. Un sogno cui i posteri daranno il suo nome: Costantinopoli. Ad accompagnare lo spettatore saranno le voci narranti di Franco Scaglia e di due archeologi di fama come Andrea Carandini e Stefano De Luca. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 

• Il Museo della Civiltà Romana, le Mura Aureliane, i Musei Capitolini, la Villa di Massenzio, il Museo di Roma e i Mercati di Traiano, oltre a Ponte Milvio, saranno gli scenari di un circuito attraverso cui il pubblico potrà rivivere la ricostruzione dei fatti epocali che rivoluzionarono il rapporto tra l’Impero Romano e la Cristianità. Le visite guidate, gli incontri e le conferenze, a cura dei funzionari della Sovraintendenza Capitolina, sono gratuite, mentre gli appuntamenti del 27-28 ottobre sono a pagamento. Info e prenotazioni: 060608; www.comune.roma.it ; www.sovraintendenzaroma.it ; www.zetema.it ; www.museiincomuneroma.it.  

 

• La Sovraintendenza Capitolina ha infine realizzato una breve guida ai luoghi che ancora conservano il ricordo della battaglia del 28 ottobre e ai principali monumenti eretti non solo da Costantino, ma anche dal suo rivale Massenzio, il quale, nei pochi anni di governo (tra il 306 e il 312), riuscì a dotare la città di monumenti grandiosi. La guida monografica, dal titolo “312 d.C. Un ponte tra antichità e Medioevo”, è stata ideata per fini didattici e sarà distribuita nella rete dei bookshop dei musei cittadini.

 

 

25 OTT 2012 - PI

 

 

 

 


Invia questo articolo