Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Sito informativo sul Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__08/11/2012
Data__2012

Nasce il Polo della Solidarietà in piazza Caduti della Montagnola

Polo Solidarietà alla Montagnola

Roma, 8 novembre – E’ stato inaugurato presso la sede di zona Ama, in piazza Caduti della Montagnola 39, il “Polo della solidarietà”. Presenti il sindaco Gianni Alemanno, il vicesindaco Sveva Belviso, il Monsignor Lorenzo Leuzzi, Vescovo ausiliario e delegato per l’assistenza religiosa negli ospedali di Roma, il presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti, e il direttore generale, Giovanna Anelli.
 

 

 

La sede aperta alla Montagnola vuole diventare un punto di riferimento per le fasce più deboli della popolazione e per tutti coloro, adulti e bambini, che si trovano in stato di bisogno.
 

 

l “Polo della Solidarietà” è uno spazio polifunzionale, concesso gratuitamente dall’Ama in comodato d’uso, che ospita le attività del Centro Astalli (progetto “Refugee ScArt”), della Fondazione Banco Farmaceutico (raccolta farmaci) e dell’Unitalsi (sportello “Roma per tutti”).
 

In questi nuovi locali le tre associazioni che affiancano Ama in questa iniziativa e che operano da anni nel campo della solidarietà e dell’assistenza sociale e sanitaria, potranno svolgere in modo più adeguato i loro progetti specifici.


 

Il Centro Astalli, sede italiana del Jesuit Refugee Service, dal 1981 offre servizi e attività per i richiedenti asilo e i rifugiati. Ogni anno circa 30.000 persone usufruiscono dei servizi di prima accoglienza (mensa, centri di accoglienza, accompagnamento legale, scuola di italiano) e di seconda accoglienza (supporto all'inserimento lavorativo per persone che sono già in Italia da qualche tempo).
Nel 2011 il Centro Astalli ha contribuito alla nascita del progetto “Refugee ScArt”: un gruppo di oltre 10 rifugiati di varie nazionalità che lavorano insieme per creare manufatti d’arte attraverso il riciclo della plastica usata.
Ora gli “artisti del riciclo” avranno nella sede di via Caduti della Montagnola locali per un vero e proprio laboratorio creativo.

 

 

La Fondazione Banco Farmaceutico Onlus, attiva in Italia dal 2000 e attualmente presente in 1.200 Comuni, fornisce gratuitamente farmaci agli enti che assistono persone indigenti.
I farmaci vengono raccolti attraverso la “Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco”, che ha luogo ogni anno il secondo sabato di febbraio nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa (336.713 le confezioni di farmaci raccolte nel 2012) e tramite le donazioni effettuate delle aziende farmaceutiche (nel 2011 sono stati raccolte 422.000 confezioni).
A Roma Banco Farmaceutico è presente dal 2006, con 140 farmacie che aderiscono alla “Giornata di Raccolta del Farmaco”. Nel 2012 sono state raccolte 12.000 confezioni di farmaci da automedicazione, distribuite a 21 enti assistenziali convenzionati.
Nella nuova sede del Banco si svolgerà la formazione dei volontari, le operazioni per l’organizzazione della Giornata di raccolta e per il lavoro di interfaccia con gli enti assistenziali presenti nella Capitale.

 

 

L’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) è un’Associazione di Promozione Sociale che dal 1903 opera a favore dei malati, delle persone diversamente abili e delle loro famiglie, offrendo aiuto materiale e supporto morale.
La principale attività dell’Associazione è costituita dai pellegrinaggi verso i maggiori santuari italiani e internazionali.
A Roma l’Associazione opera con circa 2.500 volontari che assistono oltre 2.000 disabili, e, dal 2003, con 3 case di accoglienza, situate nei pressi dell’Ospedale Bambin Gesù e del Policlinico Gemelli, nelle quali vengono accolte gratuitamente le famiglie con bambini ricoverati nelle due strutture.
Per gestire le richieste di alloggio nelle case, ma anche di assistenza diretta nella Capitale è nato il Numero Verde 800.062.026, che nel solo 2011 ha ricevuto oltre 3.000 richieste di assistenza, riuscendo a evaderne circa il 90%.
Grazie allo sportello “Roma per tutti”, da oggi i disabili potranno ricevere informazioni utili, segnalare problematiche e situazioni di disagio od ottenere aiuto per muoversi attraverso le maglie della burocrazia.
 

“Roma per tutti prevede anche altre attività, come il laboratorio di danza e teatro riservato ai ragazzi disabili e realizzato presso il teatro “Star Rose Academy” in collaborazione con Claudia Koll.
 

 

"Noi circa un anno e mezzo fa abbiamo fatto gli stati generali della città dove c'erano i progetti dei poli della solidarietà - ha detto Alemanno - ovvero l' idea di mettere insieme, nello stesso luogo fisico, attività diverse che potessero fare sinergia. Questo diventerà un luogo in cui le diverse attività interagiranno tra loro e sarà un punto di riferimento per il quartiere. Ogni impresa e' chiamata, come ha fatto oggi l' Ama, alla responsabilità sociale, mettendo un' energia in più. Ci sono bellissime iniziative di tante imprese ma ancora tanto deve essere fatto. Qui significativamente la sussidiarietà si incontra con la solidarietà , qui non è solo un atto di bontà ma anche di intelligenza perché se non ci muoviamo su solidarietà, sussidiarietà e sostenibilità non usciremo dalla crisi economica. Mi auguro, infine, che anche le scuole possano conoscere una realtà di questo genere".
 

 

7 NOV 2012 - MDF

 


 


Invia questo articolo