Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Biblioinforma - Notizie
Categoria1__Notizie
Data__09/01/2013
Data__2013

I bambini della Shoah, mostra a Sarno (Salerno)

Copertina del libro L'albero di anneIniziativa patrocinata da Biblioteche di Roma

 

Fino al 27 gennaio è aperta al Museo Archeologico Nazionale Valle del Sarno la mostra I bambini della Shoah”, una serie di illustrazioni sullo sterminio dei bambini ebrei nei campi di concentramento nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, per non dimenticare tutti i bambini deportati nei campi di concentramento durante la Seconda Guerra Mondiale.

La mostra è stata organizzata dall’Associazione di volontariato “Nuova Officina Onlus”, in collaborazione con la “Casa della Memoria e della Storia” di Roma e la scuola secondaria di I grado “G. Amendola” di Sarno.

 

Più di quaranta disegnatori, fumettisti, vignettisti italiani e stranieri, tra cui alcuni giovani borsisti di Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, hanno contribuito all’allestimento della mostra donando opere che raccontano – attraverso il linguaggio, semplice ed universale, del disegno – la tragedia dello sterminio dei bambini ebrei nei campi di concentramento nazisti.
(http://www.nuovaofficinaonlus.it/I%20Bambini%20della%20Shoah.htm
Tra i percorsi di tavole illustrate anche le illustrazioni de "L'albero di Anne" di Maurizio A. C. Quarello.
 

 

 

La mostra si articola in quattro sezioni: uno spazio espositivo dedicato a illustrazioni, vignette e fumetti con contributi inediti di Brindisi, Di Bernardo, Fogliazza, Moriconi, Pannullo, Staino, Toninelli e Zapparoli; due percorsi di tavole illustrate, rispettivamente tratte dai libri “L’albero di Anne” – edito dalla casa editrice “Orecchio Acerbo” e gentilmente concesse dalla “Casa della Memoria e della Storia” di Roma – e “Il volo di Sara”, pubblicato dall’editore “Fatatrac”. Infine, sette tavole inedite disegnate da un gruppo di giovani illustratori italiani e stranieri di “Fabrica”, ispirate alle poesie dei bambini deportati nel campo di concentramento di Terezín.
 

Nel cortile, in esposizione, le opere degli scultori Anna Crescenzi e Ugo Cordasco che, attraverso il linguaggio dell’Arte Contemporanea, hanno dato un ulteriore spunto di riflessione sul tema più generale delle guerre, della violenza e dei periodi bui dell’umanità.


Imma Napodano – esperta di letteratura per l’infanzia e volontaria del progetto nazionale di promozione della lettura in età precoce “Nati per Leggere” – accompagnerà i bambini in visita alla mostra attraverso un percorso guidato di lettura e di commento delle illustrazioni esposte.
A corredo dei percorsi espositivi, uno spazio didattico – con pannelli informativi e fotografici, reperti storici e un filmato audiovisivo sulla Shoah – curato da Michele Lauri e Caterina Manzione, della scuola secondaria di I grado “G. Amendola” di Sarno.


Sabato 26 gennaio Vera Michelin Salomon, in rappresentanza dell’ANED, incontrerà gli studenti delle scuole medie primarie e secondarie provenienti da diversi comuni della Campania e, insieme con loro, visiterà la mostra raccontando la sua tragica esperienza di deportata.
Entro il mese di dicembre del prossimo anno è prevista la pubblicazione di un catalogo – con una selezione di tavole esposte durante la mostra – che servirà a finanziare il progetto “Help for Zambia” finalizzato alla raccolta di fondi per l’allestimento di alcuni reparti del “Catholic Hospital” di Lusaka.

  

23 GEN 2013 - LC


Invia questo articolo