Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Progetti Europei
Categoria1__Notizie

TURAS: Transitioning towards Urban Resilience and Sustainability

 Il progetto europeo “TURAS” mira a riunire le comunità, i ricercatori, le autorità locali e le PMI urbane a ricercare, sviluppare, realizzare e diffondere le strategie e gli scenari di transizione per permettere alle città europee e le loro aree rurali di sviluppare la resilienza necessaria a fare fronte alle significative sfide di sostenibilità. 

Oltre la metà della popolazione mondiale vive in aree urbane e questa cifra dovrebbe aumentare: la domanda di risorse naturali, sempre più scarse, continua a crescere. Nel 2050, circa il 70% della popolazione mondiale abiterà nelle città, mentre nel 1950 la percentuale era inferiore al 30% (fonte: UN Population Division, 2010). Con l’impatto del cambiamento climatico, questa crescita urbana senza precedenti sta creando enormi ricadute dal punto di vista ambientale per le città europee: perdita della biodiversità urbana, aumento del rischio di alluvioni, crescente impatto del consumo urbano sulle aree rurali limitrofe alle città.
La risposta a questi problemi è la resilienza, ovvero la capacità di un ecosistema, incluso quello delle città, di ripristinare la condizione di equilibrio dopo un intervento esterno che può provocare un deficit ecologico.
Il progetto TURaS è coordinato dall’Università di Dublino e riceverà 6,7 milioni di euro dal 7° Programma Quadro dell’UE.
Il progetto è iniziato il 1/10/2011 e, secondo la tempistica stabilita, si dovrebbe concludere il 30/09/2016.
Per assicurare il massimo risultato, “TURaS” ha sviluppato un approccio di gemellaggio innovativo che riunisce i responsabili degli enti locali, le PMI e le università per assicurare il raggiungimento di risultati significativi verso un cambiamento reale.
Undici città europee (Bruxelles, Dublino, Londra, Roma, Sofia, Lubiana, Nottingham, Siviglia, Rotterdam, Stoccarda, e Aalborg) sono coinvolte nei progetti pilota di TURaS, trattando temi come:

• l'adattamento ai cambiamenti climatici e la loro mitigazione;
• la tutela delle risorse naturali;
• l’espansione urbana;
• le infrastrutture verdi;
• le economie locali (come la filiera corta);
• la partecipazione dei cittadini nelle decisioni riguardanti settori quali l'utilizzo dei siti e degli edifici degradati.

Ciascuna città si focalizzerà su un campo di ricerca e, a chiusura dei cinque anni di durata del progetto, si riuniranno i diversi risultati raggiunti per elaborare un approccio integrato alla capacità di recupero urbana e alla sostenibilità. Un elemento importante del progetto sarà il coinvolgimento delle comunità locali al fine di avere il loro contributo su temi legati alla sostenibilità.
Nove dei principali centri di ricerca accademici e sei PMI lavoreranno con queste città e le aiuteranno a ridurre la loro impronta ecologica (un indicatore della sostenibilità dei consumi, derivanti da un determinato insediamento antropico, e del loro effetto sulle risorse ambientali) proponendo nuove prospettive, strategie, scenari e linee guida per indirizzare le città verso il confronto con queste sfide.
Il progetto, infine, illustrerà ai cittadini, alle imprese, ai progettisti e agli amministratori come le strategie di transizione possono essere create e realizzate: in sintesi come passare ad una vita urbana più sostenibile con una impronta ecologica più limitata.

Roma Capitale sviluppa alcune attività legate ai temi generali del Progetto. In particolare:
- sviluppo di un’indagine sull’evoluzione demografica e del mercato immobiliare romano, per definire le cause che spingono la città verso una urbanizzazione dispersa nel territorio;
- raccolta della normativa nazionale e locale sulle infrastrutture verdi quali tetti, pareti e cortili verdi, riportando le migliori esperienze sviluppate a Roma nei diversi contesti residenziali e di ingegneria civile;
- preparazione di un manuale sulla afforestazione e la gestione delle aree forestali (in collaborazione con ISPRA) in linea con quanto contenuto nelle Convenzioni e nei Protocolli internazionali per consentire una “effettiva” strategia di gestione;
- realizzazione di una matrice origine → destinazione per gli spostamenti casa → lavoro dei dipendenti del 10. Dipartimento Tutela ambientale e del verde, per una valutazione degli impatti sulla mobilità e la qualità dell’aria. Tale studio originerà l’individuazione di strategie volte a mitigare tali impatti sulla città.

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti: www.turas-cities.org

 


Invia questo articolo