Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Anno 2013
Categoria1__Notizie
Data__09/12/2013
Data__2013

9 dic 2013 - E’ morto Nelson Mandela. Marino: “Fonte di ispirazione politica, diritti e cultura”. Intitolata a lui la biblioteca di via Appia

 

Roma, 9 dicembre – il Sindaco Marino si è recato stamane all'Ambasciata sud africana per firmare il libro delle condoglianze ed esprimere all'Ambasciatore il dolore della cittadinanza e suo personale per la perdita del grande Cittadino Onorario di Roma, Nelson Mandela.

 

 "La morte di Nelson Mandela mi colpisce profondamente. Il suo esempio è stato fonte di ispirazione e insegnamento per molti. E anche di grande ammirazione. Ricordo quando nei miei colloqui con il cardinale Martini gli chiesi chi, per lui, fosse la persona da ammirare. La sua risposta, senza esitazione, fu proprio Nelson Mandela. Perché, mi disse, dopo tutti gli anni di sofferenze non provava rancore per nessuno. Ecco, queste parole rendono perfettamente il significato che la figura di Mandela ha rappresentato per tutto il mondo nella seconda metà del secolo scorso. Una fonte di ispirazione per politica, diritti e cultura”.

 

Con queste parole il sindaco di Roma Ignazio Marino ha ricordato il padre della lotta contro la segregazione razziale in Sudafrica.


Insignito del Premio Nobel per la pace nel '93, Mandela - dal suo popolo chiamato Madiba, titolo onorifico attribuito agli anziati del suo clan - ha ricevuto l'11 novembre 1982, mentre era detenuto a Robben Island, la, la cittadinanza onoraria di Roma. A rappresentarlo, davanti al Consiglio Comunale, allora retto dal sindaco Ugo Vetere, fu Alfred Nzo in quel periodo segretario generale dell'African National Congress. Mandela è poi stato in visita ufficiale in Campidoglio nel 1990 e nel 1998.

 

 

Nelson Mandela in Campidoglio - 15 giugno 1990

 

 

Presto la biblioteca comunale di via Appia sarà intitolata a Mandela. La decisione è stata presa dall’Assessore alla Cultura Flavia Barca, all'indomani della scomparsa del grande uomo della pace: “La figura di Mandela - ha dichiarato l’Assessore - non può e non deve essere dimenticata. La sua testimonianza deve continuare a vivere e ad essere di esempio per le nuove generazioni. Intitolargli una Biblioteca è un atto fortemente simbolico: sono i presidi culturali della città, delle vere e proprie “case di formazione”. In questo modo non dimentichiamo quanto lui ci ha insegnato”.

 

 

9 DIC - AM


Invia questo articolo