Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Per approfondire tributi
Categoria1__Notizie
Data__20/08/2014
Data__2014
DataModifica__25/09/2014

2014 - Informazioni acconto IUC (IMU-TASI) 2014

20/08/2014 - Con la Deliberazione n. 47 l’Assemblea Capitolina ha approvato il Regolamento dell’Imposta Unica Comunale (IUC) che comprende anche l’IMU e la TASI.
Inoltre sono state approvate le Delibere n. 35 e 38 relative alle aliquote IMU e TASI per il 2014.
Per quanto riguarda la TARI si rammenta che la tariffa rifiuti è disciplinata dall’apposito Regolamento e che il servizio è gestito dall’AMA spa.

Di seguito le informazioni utili sull'IMU.

 

 

IMU


Si confermano le aliquote applicate in sede di acconto come di seguito specificate:


5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze classificate come A1, A8 e A9 con una detrazione pari a euro 200 annui;
6,8 per mille per gli alloggi regolarmente assegnati dall’ATER con una detrazione pari a euro 200 annui;
7,6 per mille per le unità immobiliari non produttive di reddito fondiario, appartenenti alle categorie C1, C3, D8, utilizzate direttamente dal soggetto passivo dell’IMU per lo svolgimento della propria attività lavorativa o istituzionale, limitatamente ad una sola unità immobiliare per ciascun soggetto passivo. Entro il 30 marzo dell’anno successivo all’applicazione dell’aliquota va presentata la relativa comunicazione utilizzando l’apposito modello;
7,6 per mille per i teatri e le sale cinematografiche;

• 7,6 per mille per le unità immobiliari possedute e direttamente utilizzate dalle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS). Entro il 30 marzo dell’anno successivo all’applicazione dell’aliquota va presentata la relativa comunicazione utilizzando l’apposito modello;

 

Da quest’anno inoltre si applica l’aliquota agevolata del 7,6 per mille anche per :


• le unità immobiliari inserite nell’Albo dei “Negozi Storici” e nell’albo dei “Negozi Storici di Eccellenza” di Roma Capitale;
• le unità immobiliari adibite a punti vendita esclusivi di quotidiani e periodici di cui al Decreto Legislativo 24 aprile 2001,n. 170.
In quest’ultimo caso è necessario, entro il 30 marzo dell’anno successivo all’applicazione dell’aliquota, presentare la relativa comunicazione utilizzando l’apposito modello.
Poiché la nuova agevolazione decorre dal 1 gennaio 2014 a saldo l’imposta andrà ricalcolata a conguaglio di quanto versato in acconto.

 

10,6 per mille per tutti gli altri immobili.

 

Non versano l’IMU le seguenti tipologie di immobili:


¿ abitazioni principali e relative pertinenze non classificate come A1, A8 e A9;
¿ unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
¿ i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali (Decreto Interministeriale n.146 del 22/4/2008);
¿ la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
¿ l’ unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;
¿ l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;
¿ l’unità immobiliare e relative pertinenze concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori-figli) che la utilizzano come abitazione principale, a condizione che il comodatario appartenga a un nucleo familiare con ISEE non superiore a 15.000,00 Euro annui. (Per requisiti e condizioni vedi nota in fondo)

 

Modalità di pagamento e codici tributo

Il pagamento dell’IMU può essere effettuato attraverso il modello F24 utilizzando i seguenti codici:

- Per le abitazioni principali (A/1, A/8, A/9) 3912 (Codice Roma Capitale);

- Per i terreni 3914 (Codice Roma Capitale);

- Aree fabbricabili 3916 (Codice Roma Capitale);

- Immobili Categoria D 3930 (Codice Roma Capitale) 3925 (Stato).
In caso di D8 (solo per le autorimesse pubbliche) agevolate l’importo va versato esclusivamente allo Stato utilizzando il codice tributo 3925;

- Altri fabbricati 3918 (Codice Roma Capitale);


Il codice Comune per Roma è H501


Invia questo articolo