Sito informativo sul Giubileo

Lavori pubblici per il Giubileo

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Infomobilità

Suap

Luceverde

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__28/01/2015
Data__2015
DataModifica__29/01/2015

Unioni civili, Roma approva l’istituzione del Registro

Unioni Civili

Roma, 29 gennaio - L’Assemblea capitolina ha approvato l’istituzione del registro delle unioni civili.
 

"La Capitale d'Italia – ha dichiarato il sindaco Ignazio Marino - dà il segnale che, in questa città, l'amore è uguale per tutti. Voglio dunque esprimere tutta la mia soddisfazione per questo passo importante che, non solo rappresenta un atto di civiltà e di rispetto delle persone, ma ci allinea al resto del mondo occidentale, in linea con i principali Paesi europei con cui condividiamo la nostra storia politica e culturale. L'importante discussione portata avanti dall'Assemblea capitolina, che ha coinvolto sia la maggioranza che l'opposizione, ha dato alla città un provvedimento che riconosce i diritti di tutti i suoi cittadini, nessuno escluso".
 

 

Al registro possono iscriversi “i soggetti italiani, altri comunitari o stranieri, maggiorenni e conviventi di sesso diverso o dello stesso sesso, di cui almeno uno residente nel Comune di Roma, che non facciano parte di altra unione civile e che non siano coniugati con soggetti terzi”. La coppia dovrà dimostrare di essere convivente da almeno un anno e non dovrà essere legata da vincoli di parentela fino al quarto grado, adozione, tutela o amministrazione di sostegno.

 

Le coppie iscritte al registro saranno equiparate a quelle sposate per quanto riguarda le agevolazioni ai servizi comunali. Nel dettaglio gli iscritti potranno accedere alle graduatorie delle case popolari, iscrivere i figli negli asili nido comunale o, ancora, usufruire delle agevolazioni offerte dal Comune.

 

Il registro dovrebbe entrare in funzione dai primi di marzo. Nel frattempo sarà predisposta la modulistica necessaria a regolare le iscrizioni.

 


L’istituzione del registro delle unioni civili - ha dichiarato Alessandra Cattoi, assessora al Patrimonio, Politiche UE, Comunicazione e Pari Opportunità - ha effetti pratici sulla vita delle persone. In linea con le principali direttive europee e internazionali, e con il rifiuto di ogni discriminazione sancito dallo statuto di Roma Capitale, l’Amministrazione capitolina si impegna, infatti, ad assicurare a chi si iscriverà una serie di servizi da cui oggi le cosiddette coppie di fatto sono escluse. In particolare questo principio di uguaglianza si applica in tutti gli ambiti di competenza dell'Amministrazione, come ad esempio la casa e i servizi sociali. Questo è ciò che può fare un ente locale, in attesa che il Parlamento approvi quanto prima una legge per il riconoscimento delle unioni civili che si aspetta da troppi anni”.

 

Grande soddisfazione per l'approvazione della delibera è stata espressa anche dal presidente dell'Assemblea capitolina, Valeria Baglio. “Sono molte le persone - ha dichiarato – che aspettavano da tempo un gesto da Roma Capitale che stimolasse decisioni a livello nazionale". E ha concluso: "Personalmente ritengo che la valenza politica, sociale e simbolica di questa delibera che regolamentale le unioni civili sia molto importante. Penso che possa accorciare le distanze tra le istituzioni e la vita vera, tra la politica e le esigenze quotidiane delle persone".
 

 

 

 

 

 

28 GEN 2015 - RED

AGG 29 GEN 2015 - SCP
 


Invia questo articolo