Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Homepage
Categoria1__Notizie
Data__17/02/2015
Data__2015

Assemblea Capitolina (art. 16 dello Statuto)

1. L’Assemblea Capitolina è l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo di Roma Capitale. L’Assemblea è composta dal Sindaco e da quarantotto Consiglieri Capitolini.


2. La sede dell’Assemblea Capitolina è l'Aula Giulio Cesare nel Palazzo Senatorio di Roma.


3. L’Assemblea Capitolina, anche attraverso le Commissioni Capitoline, partecipa alla definizione, all’adeguamento e alla verifica dell’attuazione delle linee programmatiche da parte del Sindaco e dei singoli Assessori con le modalità e la periodicità definite dal Regolamento dell’Assemblea Capitolina.


4. L’Assemblea Capitolina esercita le potestà a essa conferite dalle leggi e dallo Statuto nel rispetto dei principi costituzionali. Entro trenta giorni dall’insediamento, l’Assemblea Capitolina formula gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti di Roma Capitale presso i soggetti gestori di servizi pubblici. Qualora non si proceda entro il predetto termine si intendono confermati gli indirizzi previgenti.


5. L’Assemblea Capitolina esercita le funzioni di iniziativa previste dallo Statuto della Regione Lazio e favorisce la partecipazione degli appartenenti alla comunità cittadina e dei Municipi all'esercizio delle funzioni regionali.


6. L’Assemblea Capitolina può disporre, anche avvalendosi di altre autorità indipendenti, lo svolgimento di indagini amministrative su questioni di interesse locale.


7. I rapporti tra l’Assemblea Capitolina, la Giunta Capitolina e le Commissioni Capitoline Permanenti o Speciali sono definiti e disciplinati dal Regolamento dell’Assemblea Capitolina.


8. Il Regolamento dell’Assemblea Capitolina, approvato a maggioranza assoluta dei componenti, disciplina in particolare:
  a) l'esercizio delle funzioni di indirizzo e di controllo;
  b) le procedure e le modalità per l’approvazione in via d’urgenza delle deliberazioni

      necessarie a garantire il tempestivo   adempimento degli obblighi di legge;
  c) il procedimento per il tempestivo svolgimento di interrogazioni e interpellanze

       e per la discussione delle mozioni presentate dalle Consigliere e dai Consiglieri Capitolini;

  d) il procedimento per le nomine di competenza dell’Assemblea, nonché per

      la definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti

      di Roma Capitale presso enti, istituzioni e altri organismi gestori di servizi pubblici;
  e) l'organizzazione di apposite sessioni dell’Assemblea dedicate, tra l'altro, alla politica

       sociale, all'assetto del territorio, allo sviluppo economico e alle attività culturali;
  f) lo svolgimento di una apposita sessione dell’Assemblea per l'esame annuale

      delle attività relative agli istituti di partecipazione nonché alla tutela dei

      diritti degli appartenenti alla comunità cittadina e dei contribuenti;
  g) l'esercizio delle funzioni di indirizzo e di controllo nei confronti

      degli enti, delle istituzioni e di altri organismi gestori di servizi pubblici

      locali, anche avvalendosi di autorità indipendenti;
  h) le forme di pubblicità dell’attività dell’Assemblea Capitolina,

      ivi compresa la eventuale trasmissione dei lavori in base

      alle modalità stabilite dall’Ufficio di Presidenza.

 

9. L’Assemblea Capitolina si avvale della collaborazione del Collegio dei Revisori dei conti, anche attraverso la richiesta di relazioni specifiche sulla regolarità delle procedure contabili e finanziarie seguite dagli Uffici capitolini nonché su ogni aspetto dell'attività di vigilanza e controllo a essa attribuita. Il Presidente dell’Assemblea Capitolina dispone l’audizione in Assemblea o nella competente Commissione Capitolina, del Collegio dei Revisori dei conti quando un quinto dei Consiglieri rispettivamente assegnati ne faccia motivata richiesta.


Invia questo articolo