Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Archivio Bandi, Avvisi, Graduatorie
Categoria1__Notizie
Data__12/06/2015
Data__2015
DataModifica__10/08/2015

Procedura aperta per l’affidamento dei servizi in globalservice necessari al funzionamento delle strutture educative e scolastiche di pertinenza di Roma Capitale. Periodo 1° agosto 2015 – 31 luglio 2020 - PUBBLICAZIONE F.A.Q. (Frequently Asked Questions)

Nella presente sezione del sito istituzionale sono pubblicate le richieste di chiarimento e le risposte dell’Amministrazione rispetto alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità e tempistiche di cui alla Sezione 10 del Disciplinare di gara (pagina aggiornata al 01.09.2015).

 

 

Con riferimento ai numerosi quesiti e richieste di chiarimento pervenuti, si precisa che l’Amministrazione, in qualità di Stazione Appaltante, risponderà esclusivamente a quelli attinenti chiarimenti e specificazioni dei contenuti della documentazione di gara, bando, disciplinare, capitolato e allegati e appendici ai documenti citati.
Non saranno presi in considerazione i quesiti la cui risposta comporti una specifica valutazione tecnico-giuridico-amministrativa di natura interpretativa di norme e regolamenti, che riguardi situazioni soggettive e proprie dei soggetti richiedenti.

 

 

1.D) In caso di R.T.I. da costituire, è sufficiente che il sopralluogo venga effettuato da una delle imprese mandanti?

R: Si rinvia ai contenuti della Sezione 10 del Disciplinare di gara che reca: “Il sopralluogo deve essere effettuato dal rappresentante legale del concorrente, individuato – in relazione alla configurazione giuridica dello stesso – secondo le disposizioni di cui alla superiore Sezione 1 “Requisiti di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico”.
Il sopralluogo stesso può essere svolto anche da soggetto diverso solo se munito di delega scritta e di documento di identità in corso di validità”.

 

2.D) I siti oggetto della presente gara sono i medesimi attualmente interessati dal servizio o è previsto un/una ampliamento/riduzione?

R: Si rinvia ad un’attenta lettura del “Progetto di gara” con particolare riferimento al paragrafo dedicato alle attività oggetto di affidamento.
L’elenco completo delle sedi e dei plessi è contenuto nell’Allegato 1 al Capitolato speciale descrittivo e prestazionale.

 

3.D) Si chiede di chiarire, con riferimento all’elaborato “Progetto di gara”, punto b) della quantificazione dei prezzi a base di gara, perché nel valutare il costo orario riguardante il servizio di Ausiliariato, non è stato tenuto conto né dell’integrativo provinciale previsto per Roma, né del fatto che nel CCNL Multiservizi è previsto che gli operatori addetti alle attività ausiliarie in ambito scolastico vengano inquadrati al secondo livello parametro 115. Il costo orario pari a € 16,12 posto a base di gara appare nettamente sottostimato.

R: Il “Progetto di gara” illustra il ragionamento seguito dall’Amministrazione per il calcolo complessivo della base d’asta afferente le diverse attività che tutte insieme costituiscono l’oggetto della prestazione (pulizia, disinfestazione, manutenzione aree a verde, ausiliariato nelle scuole, assistenza al trasporto scolastico, ristorazione nei nidi ecc.).
Il parametro citato costituisce pertanto un valore medio.
Si segnala, inoltre, che la convenzione Consip, riferita anche all’area territoriale capitolina, attiva per i “Servizi di pulizia ed altri servizi, tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili, per gli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado e per i centri di formazione della Pubblica Amministrazione”, stabilisce per i servizi di ausiliariato il costo/orario di €15,855.

 

4.D) Con riferimento all’Allegato A al “Progetto di gara”, si richiede quale sia la motivazione che comporta l’aver previsto solo 180 giorni di servizio di assistenza al trasporto scolastico.

R: La quantificazione del parametro citato si riferisce ad un valore medio annuale delle giornate di effettiva erogazione del servizio (calendario scolastico e relative sospensioni delle attività didattiche, festività religiose e civili, “ponti”).

 

5.D) Ai fini dello svolgimento del sopralluogo il Disciplinare prevede che è obbligatorio presso almeno una struttura nido ed una struttura di scuola dell'infanzia indipendentemente dal lotto di partecipazione e dal municipio di appartenenza della struttura. Si chiede di confermare che, in considerazione di ciò, sia sufficiente, in caso di partecipazione ad uno o più lotti o a tutti i lotti lo svolgimento presso una struttura di scuola dell'infanzia indipendentemente dal lotto di partecipazione e dal municipio di appartenenza della struttura.

R: Il Bando di gara è chiaro, al punto C2) recita: …”sopralluogo presso almeno una struttura nido ed una struttura di scuola dell’infanzia indipendentemente dal lotto di partecipazione e dal Municipio di appartenenza della struttura. Le modalità e le tempistiche per l’effettuazione dei sopralluoghi sono dettagliate nel Disciplinare di gara, Sezione 10 “Informazioni complementari”.
Il sopralluogo presso una struttura di scuola dell’infanzia non è alternativo a quello svolto in una struttura nido.

 

6.D) Con riferimento ai requisiti di capacita’ economica e finanziaria: occorre presentare requisiti inerenti il servizio di assistenza al trasporto scolastico? In caso affermativo indicare in quale modalità occorre presentare la dichiarazione.

R: Gli atti di gara sono chiari. Le attività di accompagnamento al trasporto scolastico sono ricomprese nel servizio di ausiliariato.
Si rinvia all’attenta lettura del Disciplinare di Gara, in particolare Sezioni 1, 3 e 4 per le modalità di presentazione delle dichiarazioni e dei documenti a comprova del possesso dei requisiti di gara richiesti.

 

7. D) Per il requisito di qualificazione di cui alla lettera F2 del Disciplinare di Gara, è specificato che per servizi analoghi di ausiliariato devono intendersi i servizi alla persona. Al punto 1.3 lettera L) si chiede di dichiarare l’elenco dei principali servizi prestati nel settore oggetto della gara.
I servizi di ausiliariato presso strutture sanitarie (pubbliche e private) possono considerarsi idonei a soddisfare i suddetti requisiti di qualificazione?

R: Si.

 

8.D) Il Disciplinare di Gara, Sezione 1 “Requisiti” recita al punto 1.6: “I requisiti richiesti al punto…sub F2…si intendono cumulabili, ma il soggetto mandatario…deve concorrere al loro raggiungimento in misura non inferiore al 40%..”. L’interpretazione letterale della citata prescrizione sembrerebbe, pertanto, non ammettere la partecipazione alla gara di imprese in possesso dei requisiti tecnici ed economici operanti nel settore dei servizi alla persona (ausiliariato) e di ristorazione collettiva non commerciale (ristorazione nei nidi) che legittimamente potrebbero partecipare in un RTI di tipo verticale. E’ corretta questa lettura?

R: Gli atti di gara sono chiari sia con riferimento ai requisiti di capacità economico finanziaria da possedere per la partecipazione alla gara sia con riferimento a come tale requisito deve essere posseduto e dimostrato dal concorrente (in particolare Sezione 1, paragrafi 1.2. e 1.6 del Disciplinare di gara).

 

9.D) Con riferimento ai requisiti di qualificazione di cui ai punti 1.2 (F_F1_F2) e 1.4 del Disciplinare di Gara, si prevede – al punto 1.5.- che i suddetti requisiti siano dichiarati da ciascun soggetto del Raggruppamento, con una percentuale minima, per i requisiti di cui ai punti F_F2, in capo alla mandataria pari al 40% (punto 1.6). Trattandosi di un appalto di global service, avente ad oggetto prestazioni estremamente diversificate, nel rispetto della massima apertura alla partecipazione, si chiede di confermare l’ammissibilità di un Raggruppamento Temporaneo di tipo verticale, all’interno del quale ciascun componente dimostri i requisiti pertinenti al servizio di propria spettanza (ad es. al solo servizio di pulizia e ausiliariato e non anche al servizio di ristorazione e manutenzione del verde, delegati e dichiarati da altri componenti l’RTI).

R: Vedasi risposta al quesito n. 8.

 

10.D) Con riferimento al contenuto del Disciplinare di Gara Sezione II, punto 1.2. lettera F2) in merito ai requisiti di capacità economico finanziaria per quanto attiene ai servizi di ausiliariato e considerata la specifica ivi riportata secondo la quale “per servizi analoghi all’ausiliariato si intendono i servizi alla persona”. Possono essere intesi come servizi analoghi i servizi alla persona resi all’interno di RSA/Case di Riposo da personale ausiliario ASA/OSS?
R: Si

 

11.D) I servizi di ausiliariato per la somministrazione pasti ai bambini delle scuole dell’infanzia possono considerarsi idonei a soddisfare il requisito di qualificazione di cui al punto 1.2 sub F2?
R: I servizi di ausiliariato consistenti nella somministrazione dei pasti rientrano nel servizio di ausiliariato di cui al punto 1.2, F2, del Disciplinare di gara.

 

12.D) Con riferimento al requisito richiesto al punto F2 del bando di gara e specificatamente per il fatturato per servizi di ausiliariato, per servizi analoghi all’ausiliariato si intendono anche i servizi alla persona svolti presso strutture ospedaliere pubbliche o private?
R: Si
 

13.D) In Ordine ai requisiti di partecipazione richiesti al punto 1.5 e ss del Disciplinare di Gara, voglia codesta stazione appaltante chiarire se: - sia individuabile un servizio principale (in caso affermativo, quale sia) e quali siano i servizi secondari; - se, conseguentemente, sia ammissibile la partecipazione in RTI Verticale. - in caso di possibilità a partecipare in RTI verticale, quali siano i requisiti richiesti alla mandataria e quali alle mandanti e in quale misura per ogni servizio eseguito. A titolo esemplificativo, può essere considerata ammissibile la partecipazione del seguente costituendo RTI verticale, nel quale ogni partecipante partecipi con i requisiti propri del servizio che andrà ad eseguire: IMPRESA ALFA in qualità di mandataria per l’effettuazione del servizio di pulizia (ammesso che tale servizio venga qualificato da codesta S.A. come servizio principale); con requisiti tecnici/economici esaustivi solo per il servizio di pulizie eseguito e non per gli altri servizi richiesti (per es. ristorazione collettiva); IMPRESA BETA in qualità di mandante, per l’effettuazione del servizio di ristorazione (ammesso che tale servizio venga qualificato da codesta S.A. come servizio accessorio); con requisiti tecnici/economici esaustivi solo per il servizio di ristorazione eseguito e non per gli altri servizi richiesti (per es. pulizie); IMPRESA GAMMA in qualità di mandante, per l’effettuazione del servizio di manutenzione del verde (ammesso che tale servizio venga qualificato da codesta S.A. come servizio accessorio) con requisiti tecnici/economici esaustivi solo per il servizio di manutenzione del verde eseguito e non per gli altri servizi richiesti (per es. pulizie).
R: Poiché il globalservice si caratterizza per la capacità di svolgere in sinergia ed unitarietà una serie disparata di servizi e lavori, ferma restando l’esigenza che la mandataria assicuri la governance dell’appalto nella sua globalità, sono ammessi raggruppamenti di tipo orizzontale, verticale e misto.
 

 

14.D) In caso di partecipazione in R.T.I., è ammessa la possibilità di presentare offerta per lotti diversi con la medesima compagine, ma differenti percentuali di ripartizione? Es. Lotto 1 - R.T.I. tra Società A e Società B con A capogruppo al 60% e B mandante al 40%; Lotto 2 - R.T.I. tra Società A e Società B con B capogruppo al 55% e A mandante al 45%.
R: Si

 

15.D) Con riferimento al requisito di partecipazione di cui all’art. III.2.2 lettera F2) del bando di gara, per quanto concerne il fatturato relativo a servizi di ausiliariato si richiede di confermare che rientrano nel requisito richiesto le seguenti attività in quanto trattasi di servizi alla persona: - Assistenza infermieristica effettuata presso case di riposo e strutture per anziani; - Assistenza tutelare-socio sanitaria effettuata presso case di riposo e strutture per anziani; - Riabilitazione psico-fisica effettuata presso case di riposo e strutture per anziani; - Gestione globale di strutture per anziani, case di riposo, IPAB, Comunità alloggio Psichiatrica - Fisioterapia domiciliare; - Servizio di sorveglianza presso laboratorio/soggiorno/colonia destinata a minori.
R: Vedasi risposta ai quesiti n. 7 -10 -12

 

16.D) AI punto C1) del Disciplinare di Gara è richiesto l'impegno di assorbire ed utilizzare prioritariamente il personale in carico all'Esecutore uscente. Si richiede quindi di conoscere quale sia l'attuale gestore della struttura. Inoltre, per il principio della par condicio, si richiede di fornire:
o numero e qualifica professionale e mansione del personale distaccato
o livello contrattuale
o inquadramento orario
o scatti di anzianità ed eventuali progressioni previste
o eventuali superminimi
o altri elementi economici o normativi da applicare a tale personale
o presenza di eventuali limitazioni prescritte dal medico competente

R: Gli atti di gara sono chiari. Roma Capitale è titolare di una rete estremamente articolata e consistente di servizi educativi e scolastici a gestione diretta. Il servizio di ausiliariato è svolto con modalità mista: -per la più parte tramite soggetto terzo vincitore di procedura ad evidenza pubblica; - in via residuale, mediante operatori dipendenti dell'Amministrazione Capitolina (OSSE). Il dettaglio del personale attualmente impiegato è riportato nell'Allegato 2 al capitolato speciale descrittivo e prestazionale

 

17.D) Nel progetto di gara, nella parte relativa al Servizio di ausiliariato, viene indicato che tale servizio è attualmente erogato tramite soggetto terzo, vincitore di procedure ad evidenza pubblica e mediante operatori dipendenti dell'Amministrazione Capitolina (n. 236 OSSE). Siamo a richiedere se la ditta aggiudicataria dovrà assumere anche queste 236 persone attualmente dipendenti del Comune di Roma o se la gestione di tale personale, retribuzione compresa, rimane in capo alla Amministrazione Capitolina;
R: No, la gestione di tale personale, retribuzione compresa, rimane in capo alla Amministrazione Capitolina

 

18.D) Nell'Allegato 2 al Disciplinare di Gara relativo ai Prezzi viene indicata per I servizi di ausiliariato un costo orario pari ad € 16,12.
A pag. del Progetto di gara viene indicato che per il costo orario pari ad € 16,12 si è fatto riferimento alla Tabella Ministeriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali -ANNO 2013 -per lo specifico settore di riferimento.
Siamo a richiedere: quale sia il settore di riferimento; se cioè ci si riferisce al CCNL delle Cooperative sociali;
se la tabella di riferimento è quella pubblicata a Marzo 2013 o quella sottoscritta a maggio 2013; quale sia il livello di inquadramento per la figura di OSSE posto che non può essere riconducibile ad un livello A 1 (ausiliario) considerato che trattasi di servizio di assistenza all'infanzia per il quale va configurato minimo un livello B1;
da dove si evince quindi il costo orario indicato, posto che nelle Tabelle Ministeriali riferite al CCNL delle cooperative sociali, i costi orari sono superiori a tale importo;

R: Vedasi risposta quesito n. 3

 

19.D) Posto comunque che l'importo a base di gara è stato definito in € 16,12 - al quale dovrà essere applicato un ribasso percentuale -e posto che per i servizi gestionali (Centrale operativa, cali center, numero verde, telefoni cellulari per gli operatori adibiti all'assistenza al servizio di trasporto etc) NON E' PRECISTO ALCUN CORRISPETTIVO, in quanto "gli stessi si devono ritenere remunerati dai canoni dei servizi operativi" (cioè derivanti dai costi orari per il monte ore nel caso del servizio ausiliario) siamo a richiedere se trattasi di refuso o se debba intendersi che la società aggiudicatrice, per lo svolgimento del servizio, non potrà essere in grado di garantire il rispetto e l'applicazione del CCNL ai propri operatori, cosa evidentemente non possibile e in contraddizione con il punto 3.2.2. del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale che prevede tra l'altro, in caso di non ottemperanza, l'applicazione di penali e di segnalazione all'Ispettorato del Lavoro, oppure se la stessa società dovrà sostenere a proprie spese i costi per la gestione. Si chiede a codesta amministrazione se si è male interpretato taluni passaggi della documentazione di gara e in tal caso di voler gentilmente fornire chiarimenti in merito.
R: Gli atti di gara sono chiari. Il punto 5.1.3 -Corrispettivo del servizio -del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale recita "II corrispettivo per il servizio Programmazione. Controllo e Ottimizzazione delle attività deve considerarsi compreso nel valore annuo del canone delle attività ordinarie di cui al presente capitolato speciale descrittivo e prestazionale"
 

20.D) Per quanto attiene il Servizio di Ausiliariato, viene richiesto un fatturato per servizi analoghi. In più parti della documentazione di gara viene indicato che per servizio analogo all'ausiliariato sono da intendersi i Servizi alla persona. Tale definizione appare un po' generica. Siamo quindi a richiedere cosa si intenda per servizi alla persona, se per esempio possano essere ricompresi i servizi domiciliari infermieristici e riabilitativi, i servizi infermieristici prestati presso ospedali, etc.
R: Vedasi risposta ai quesiti n. 7-10 -12

21.D) Relativamente ai requisiti di ammissione per Raggruppamenti Temporanei di Imprese (RTI), si chiede conferma che una Società che eroga solo servizi tecnici di consulenza e di ingegneria, possa associarsi come mandante ad un RTI in possesso di tutti i requisiti per la partecipazione alla gara. Ciò in quanto la Società si propone per l'erogazione delle attività relative ai “Servizi Gestionali: Costituzione e gestione della banca dati del Servizio (anagrafica tecnica)” di cui al par. 5.2 del “Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale”, che, come da documentazione di gara, rivestono una propria specificità e richiedono l'opportuno intervento di operatori specializzati nel settore. In tal senso si chiede conferma che la suddetta società, ai fini della partecipazione, possa essere priva dei requisiti di capacità economica e finanziaria di cui al punto 1.2 – lettere F (iscrizione fascia classificazione di cui al DM 274/1997), F1 (attestazione SOA nella categoria OS24), F2 (fatturato per servizi di ausiliarato e ristorazione) e del requisito di capacità tecnica di cui al punto 1.3 – lettera I (elenco servizi nel settore oggetto di gara). Si chiede conferma che per la partecipazione alla gara in oggetto in qualità di mandante, è idonea l’iscrizione alla competente CCIAA per attività coerenti con le attività che si andranno ad espletare nell’ambito del RTI e già indicate nel quesito 1 (per comodità di seguito riportate “attività di cui ai par. 5.2. del “Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale” “Costituzione e gestione della banca dati del Servizio" (anagrafica tecnica)”

R: vedasi risposte ai quesiti n. 8 e 13

 

22.D) Si richiede se è ammesso ad una azienda che intende partecipare a più lotti, di presentare offerta per ciascun lotto in forma diversa (ad esempio in forma singola nei lotti 1,2 e 3 e in RTI negli altri lotti - Parere Autorità di Vigilanza n. 122 del 19/07/2012)
R: Sì

 

23.D) Si chiede di precisare il n° complessivo di pagine dell’ offerta tecnica, in quanto nel comma 5.7.7 del Disciplinare sono richieste 20 pagine complessive (punti dall’1 al 4), mentre nel comma 5.7.8 sono richieste 20 pagine solo per le migliorie (punto 4). Cfr. Disciplinare p. 20: 5.7.7. la versione cartacea dovrà essere rilegata in un unico documento costituito da un numero massimo di 20 pagine 5.7.8. le eventuali soluzioni migliorative proposte costituenti l'offerta tecnica, per ciascun lotto, dovranno essere articolate in un nuovo schema di contratto/capitolato speciale descrittivo prestazionale redatto a cura del concorrente, costituito da un numero massimo di 20 pagine
R: Sono ammesse 20 pagine per l’offerta tecnica e 20 pagine per l’offerta migliorativa.

 

24.D) Nel Disciplinare p. 20 è richiesto: 5.7.8. le eventuali soluzioni migliorative proposte costituenti l'offerta tecnica, per ciascun lotto, dovranno essere articolate in un nuovo schema di contratto/capitolato speciale descrittivo prestazionale redatto a cura del concorrente, costituito da un numero massimo di 20 pagine. Dal momento che la risposta tecnica al punto 4 ‘Proposte migliorative’ p. 26 del Disciplinare prevede un punteggio ON/OFF e pertanto non sembra richiedere alcuna descrizione delle migliorie già elencate, si chiede conferma che lo schema di contratto/capitolato sopra citato sia da prodursi da parte della ditta Aggiudicataria e non dalla ditta Concorrente in fase di offerta.
R: Gli atti di gara sono chiari. Il Disciplinare di gara, al punto 5.7.8, recita “le eventuali soluzioni migliorative proposte costituenti l’offerta tecnica, per ciascun lotto, dovranno essere articolate in un nuovo schema di contratto/capitolato speciale descrittivo prestazionale redatto a cura del concorrente, costituito da un numero massimo di 20 pagine, e che sarà approvato dall’Ufficio proponente in caso di aggiudicazione definitiva. La descrizione delle prestazioni riferite alle eventuali proposte migliorative offerte, di cui al punto 4) dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica, non sarà utilizzata ai fini della valutazione delle proposte medesime da parte della Commissione giudicatrice ma, esclusivamente, per la redazione del contratto di appalto con riferimento ai contenuti prestazionali del servizio”.

 

25.D) Nell’ART. 3.1, p.11 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale fra le funzioni del Responsabile Tecnico del Servizio è chiesto di assicurare: o le altre, eventuali, funzioni dichiarate nell'Offerta Tecnica. Dal momento che nell’offerta tecnica non sembra essere presente un criterio di valutazione per le funzioni del Responsabile Tecnico, si chiede di precisare se il punto di cui sopra sia un refuso, oppure si chiede di indicare il criterio all’interno del quale saranno valutate tali funzioni aggiuntive e in che modo.
R: La previsione citata si riferisce alla fase di esecuzione del contratto che dovrà evidentemente tener conto di tutti i contenuti dell’offerta presentata.

 

26.D) Nell’ART. 3.2.3, p.14 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale è scritto: L'organico impiegato per l'espletamento dei servizi richiesti, per tutta la durata dell'appalto, deve essere quello dichiarato in fase di offerta dal Fornitore con l'utilizzo del Modello di cui all'Appendice 1. Dal momento che nell’offerta tecnica non compare alcun riferimento a tale Modello, si chiede di confermare che lo stesso sia da prodursi da parte della ditta Aggiudicataria e non dalla ditta Concorrente in fase di offerta.
R: L’organico impiegato per l’espletamento dei servizi richiesti, per tutta la durata dell’appalto, deve essere dichiarato in fase di offerta dal Fornitore con l’utilizzo del Modello di cui all’Appendice 1).

 

27.D) Nel Disciplinare p.24 al punto 1d.1 è richiesto di rispondere al seguente punto: 1d)1 Articolazione del personale nell'orario di funzionamento della struttura: con particolare riguardo ai momenti più critici della giornata (entrata, pasto ed uscita) e sostenibilità dei contingenti previsti in rapporto alla ricettività del nido/scuola, alla sua distribuzione logistica, al numero di bambini di tempo in tempo iscritti e frequentanti. Attesa la complessità e varietà dei servizi oggetto dell'appalto, saranno premiati i modelli che, nella dovuta separatezza delle distinte funzioni, siano più efficacemente orientati alla gestione dei momenti critici. I concorrenti dovranno articolare la proposta utilizzando l'apposita scheda Modello organizzativo/operativo Allegato 3 al presente disciplinare di gara: max 7 punti. Si chiede conferma che la valutazione di tale sub-criterio verrà effettuata esclusivamente sulla base della compilazione dell’Allegato 3 al disciplinare e che non prevede quindi una descrizione delle soluzioni adottate per l’organizzazione e la gestione del servizio.
R: Sì

 

28.D) Chiediamo se i 2,00 € da pagare per ottenere la documentazione in originale per ciascun lotto "Modello dei prezzi" è pagabile al momento del ritiro della documentazione e non tramite bollettino postale (per evitare spese aggiuntive, dato l'importo esiguo da pagare e per velocizzare la procedura).
R: No

 

29.D) Si richiede chiarimento in merito alla possibilità di partecipare alla gara in oggetto in forma di ATI verticale. Alla luce di quanto previsto al punto 1.6 del disciplinare (a pago 8) e che prevede il fatturato sulle pulizie (la Fascia) e quello sull’ausiliariato in via cumulativa facendo riferimento all’art. 92 comma 2 del D.P.R. 207/2010 (che effettivamente riguarda i soli RTI orizzontali) e parimenti quanto riportato poco sotto sulla: Soa per la manutenzione del verde che può essere cumulata in caso di RTI orizzontale, si intende che tale apertura è estesa anche alla presentazione di una ATI in forma VERTICALE tanto più dal richiamo generico del bando all’art. 37 (e dunque sia in forma verticale che orizzontale). Per quanto sopra, si richiede se un operatore economico non in possesso di tutti i requisiti tecnici richiesti ma solo di alcuni, possa essere legittimato a partecipare alla gara in forma di RTI con altre imprese che coprirebbero gli altri requisiti tecnici previsti.
R: vedasi risposte ai quesiti n. 8 e 13

 

30.D) Siamo a chiedere se per ogni documento che si ritira si dovranno versare € 2,00? in tal caso quanti versamenti si dovranno fare?
R: Per ogni “Modello B” – Lista delle lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dell’appalto” acquistato, deve essere versata la somma di 2 €. Nel caso si acquistino più modelli è possibile effettuare un unico versamento corrispondete alla somma dovuta.

 

31.D) Considerato che il prezzo a base d’asta per il servizio di ausìliariato è pari a €/ora 16,12 - che rappresenta, come indicato all'Allegato, “Progetto di gara" il costo orario come risultante dalla Tabella Nazionale del Ministero del Lavoro e del I Politiche Sociali -Anno 2013 per lo specifico settore di riferimento - si chiede di indicare se tale prezzo si intende maggiorato della quota parte relativa ad utile e spese generali (pari al 28,7%) e se di conseguenza il ribasso da proporre sia da riferirsi esclusivamente alla quota del 28,7%.
R: vedasi al riguardo il “modello B – Lista delle lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dell’appalto – blocco 3”, citato nel disciplinare di Gara alla sezione 5 – Punto 5.3.3.

 

32.D) AI punto 5.7.3 del disciplinare di gara in riferimento alla formulazione dell'offerta tecnica è corretta l'interpretazione secondo la quale per copia editabile dell'offerta tecnica si intende che il formato PDF sia ricercabile?
R: per file editabile si intende un file in formato aperto (es. word, excel…) che sia possibile editare.

 

33.D) AI punto 5.7.4 del disciplinare di gara in riferimento alla formulazione dell'offerta tecnica è richiesto un file per l'indice analitico ed ulteriori files per i singoli contenuti dell'offerta tecnica e poi viene richiesto un documento cartaceo in venti pagine: è corretto intendere che i files prodotti in PDF sono i singoli capitoli separati di quanto contenuto nelle 20 pagine cartacee?
R: Sì

 

34.D) AI punto 5.7.7 del disciplinare di gara in riferimento alla formulazione dell'offerta tecnica è corretta l'interpretazione secondo la quale l'offerta tecnica deve essere predisposta in 20 pagine ed ulteriori 20 pagine di migliorie?
R: vedasi risposta quesito n. 23

 

35.D) In relazione alla procedura aperta per l’affidamento dei servizi di global service necessari al funzionamento delle strutture educative e scolastiche di pertinenza di Roma Capitale: è possibile presentare offerta per i vari lotti solo relativamente al blocco “Servizio di pulizie e disinfestazione”?
R: No

 

36.D) Con riferimento ai requisiti di capacità economica e finanziaria, di cui al paragrafo III.2.2), lettere F, F1, F2 del Bando di gara, si chiede conferma che, in caso di partecipazione in RTI di tipo VERTICALE, tali requisiti debbano essere posseduti esclusivamente dalle società che all’interno del RTI svolgeranno i relativi servizi richiesti.
R: Come precisato negli atti di gara i requisiti di cui trattasi devono essere posseduti nei quantitativi indicati dagli operatori economici del RTI/ATI.

 

37.D) Con riferimento al sopralluogo obbligatorio, previsto a pagina 30 del Disciplinare di Gara, si chiede conferma che, in caso di partecipazione in RTI costituendo, il sopralluogo possa essere svolto anche solo dalla società designata quale Capogruppo – mandataria.
R: Vedasi risposta al quesito n. 1.

 

38.D) Nel capitolato speciale descrittivo e prestazionale, al punto 6.4.1 attività ordinarie (pag. 44), si legge che tra le varie operazioni da svolgere nell'ambito del servizio di ristorazione è inclusa "...la porzionatura nei piatti..." e "...la distribuzione dei pasti a tavola...". Si chiede conferma che le ore da dedicare ai servizi di porzionatura e distribuzione siano da intendersi ricomprese nella tabella riportata a pagina 45 del predetto documento (punto 6.4.1.1), intitolata "Monte ore e numero di risorse minimo per la preparazione dei pasti". Nel caso siano ricomprese, si chiede quindi conferma che la figura del cuoco/cuoca effettui anche operazioni di "...distribuzione dei pasti a tavola".
R: Si, le operazioni di porzionatura e distribuzione dei pasti sono comprese nel monte ore riferito al servizio di ristorazione di cui alla tabella al punto 6.4.1.1 del Capitolato di gara.
Per quanto riguarda le attività del cuoco/cuoca si ritiene che nulla osti a che detto personale, una volta ultimato lo svolgimento del servizio assegnato, possa, nel rispetto del contratto di lavoro applicato, svolgere anche il servizio di distribuzione dei pasti.

 

39.D) In riferimento a quanto riportato nella Sezione 4 del Disciplinare di gara ("....dovranno comprovare, a pena di esclusione, il possesso dei requisiti di capacità economico finanziaria e tecnico organizzativa....esclusivamente tramite la documentazione indicata nel sistema AVCpass attraverso l'apposito PASSOE..") si chiede di chiarire se codesta Staz. Appaltante intende che occorre allegare, durante la generazione del Passoe, tutti i documenti a comprova dei requisiti. Si pone il quesito perché allo stato attuale non è possibile allegare nessun file durante la generazione del PASSOE.
R: Il Disciplinare di gara è chiaro. Si invita ad un’attenta rilettura, in particolare, delle Sezioni 1, 4 e 6. Per quanto attiene al funzionamento della piattaforma AVCpass e alle modalità di utilizzo della stessa da parte dei partecipanti alla gara si invita a consultare la sezione informativa presente nel sito dell’ANAC.

 

40.D) Nell’ambito dell’utilizzo della piattaforma AVCpass, i documenti da allegare a comprova dei requisiti di capacità economica - finanziaria e tecnico organizzativa (bilanci, contratti, fatture, certificati rilasciati e vistati e vistati dalle amministrazioni, dichiarazione di privati per servizi prestati a favore di questi ultimi...) dovranno essere firmati con sistema di firma digitale esclusivamente dal legale rappresentante dell'operatore economico partecipante?
R: vedasi risposta al quesito n. 39.

 

41.D) Riguardo all’Allegato 2 “ Dettaglio del personale attualmente impiegato” del Capitolato speciale descrittivo e prestazionale, si richiede se il personale dipendente in servizio presso il gestore uscente ivi indicato, sia il personale in servizio da almeno 90 giorni rispetto alla data di pubblicazione del bando di gara.
R: Come evidenziato nel citato Allegato 2 al Capitolato, le quantificazioni del personale ivi indicate sono quelle comunicate dall'attuale Gestore del servizio di globalservice alla data del 7 aprile 2015.
Si ribadisce inoltre quanto contenuto nel paragrafo 3.2.2 del Capitolato, che recita: “Nella fase di materiale passaggio di appalto sarà reso disponibile presso la stazione appaltante l’elenco nominativo del personale in carico al precedente affidatario per lo svolgimento dei servizi in globalservice, regolarmente iscritto sui libri paga del medesimo da almeno quattro mesi antecedenti il cambio appalto stesso.
Durante il periodo di espletamento della gara saranno oggetto di monitoraggio da parte dell’AC eventuali variazioni degli organici impiegati dal Fornitore uscente per lo svolgimento dei diversi servizi oggetto del presente appalto. Eventuali variazioni dell’organico di cui si ravvisi la necessità nell’arco di tempo ricompreso tra la data di pubblicazione del presente Capitolato ed il momento del cambio gestione dovranno essere strettamente correlate ad intervenute, nuove e non prevedibili esigenze organizzative, da segnalarsi tempestivamente all’AC.”

 

42.D) Riguardo all’Allegato 2 “ Dettaglio del personale attualmente impiegato” del Capitolato speciale descrittivo e prestazionale, si richiede con riferimento al personale dipendente in servizio presso il gestore uscente ivi indicato di precisare per ogni unità lavorativa gli scatti di anzianità di servizio e di fornire un dettaglio storico (anno scolastico 2014/15 – 2013/14) del numero delle effettive presenze presso ogni singola struttura oggetto della gara.
R: vedasi risposta al quesito 41.

 

43.D) Con riferimento al Disciplinare di gara, sezione 5 “Modalità di redazione e collazione dell’offerta economica e tecnica”, punto 5.7.7-Offerta tecnica- si prega di precisare se sia corretto ritenere che per le “20 pagine” della versione cartacea dell’offerta tecnica, si intendano n. 40 facciate.
R: No, si intendono n. 20 pagine/facciate.

 

44.D) Avendo la Stazione Appaltante precisato la possibilità di partecipazione alla gara anche in forma di RTI di tipo verticale o misto, si chiede di specificare il servizio principale e i servizi secondari oggetto della gara.
R: Vedasi risposta quesito n. 13.

 

45.D) Il Capitolato speciale descrittivo e prestazionale al paragrafo 5 “Servizi gestionali”, prevede ai punti 5.1.2.1, 5.1.2.2 e 5.1.2.3, per ogni lotto aggiudicato, rispettivamente una relazione iniziale, una relazione intermedia e una relazione finale che il Fornitore dovrà consegnare all’Amministrazione. Poiché nel Disciplinare di gara con riferimento all’offerta tecnica non compare alcun riferimento a tali relazioni, è corretto che esse siano da prodursi solo a carico dell’aggiudicatario della gara e non dai concorrenti in sede di partecipazione?
R: Si

 

46.D) Al punto 3.2.3 del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale è scritto che l'organico impiegato per l'espletamento dei servizi richiesti, per tutta la durata dell'appalto, deve essere quello dichiarato in fase di offerta con l'utilizzo del Modello di cui all'Appendice 1.
Il modello così compilato dal concorrente, sarà soggetto a valutazione quanti/qualitativa e concorrerà alla complessiva valutazione dell’offerta tecnica?

R: No

 

47.D) Con riferimento alla procedura in oggetto, valutata la complessità degli atti di gara e le risposte della Stazione Appaltante ai quesiti con importanti chiarimenti in merito alle modalità di partecipazione alla gara, si richiede di riaprire i termini per la prenotazione dei sopralluoghi obbligatori di cui alla Sezione 10 del Disciplinare di gara in modo da favorire la più ampia partecipazione alla procedura.
R: In accoglimento delle richieste in tal senso formulate, le istanze di sopralluogo potranno pervenire entro e non oltre la data di lunedì 20 luglio prossimo. Si ricorda che le richieste dovranno essere presentate secondo le formalità indicate nella citata sezione 10 del Disciplinare di gara, al Municipio nel cui territorio si trovano le strutture che si desidera visitare.

 

48.D) Nel quesito 26.D è specificato che l’organico impiegato per l’espletamento dei servizi per tutta la durata dell'appalto, deve essere quello dichiarato in fase di offerta dal Fornitore con l'utilizzo del Modello di cui all'Appendice 1. Si richiedono perciò i seguenti chiarimenti: 1) In quale busta del plico deve essere inserito tale Modello (nella busta contenente l’offerta economica, nella busta contenente l’offerta tecnica o nella bista contenente la documentazione per la partecipazione alla gara)? 2) Nel caso debba essere inserito nella ‘offerta tecnica, è prevista una deroga al limite massimo di pagine 20 (+ 20 per le migliorie) prescritto per l’offerta tecnica? 3) Il mancato inserimento del Modello comporterà l’esclusione dalla gara?
R: Il modello dovrà essere inserito nella busta contenente l’offerta tecnica di cui costituirà un allegato.

 

49.D) A pag. 20 del Disciplinare di gara sono specificate le modalità con cui dovrà essere articolata l’offerta tecnica. Per quanto riguarda il file pdf, nominato “indice analitico” contenente l’elencazione della documentazione/elaborati presentati è prescritto il carattere “arial” 10 mentre non sono date specifiche in merito al carattere degli altri files. Come regolarsi?
R: Le indicazioni/prescrizioni sono quelle contenute nella Sezione 5 del Disciplinare di gara.

 

50.D) Nel Capitolato di gara, nell’ambito del servizio di manutenzione delle aree a verde, paragrafo 6.3.1 “Attività Ordinarie” nella scheda dedicata ai “Prati e superfici erbose” sono prescritti n.8 interventi annui di taglio regolare del tappeto erboso. Nell’Allegato 4 al Capitolato “Modalita’ e tempi di esecuzione del servizio di manutenzione delle aree a verde” è prescritto che tutto l’anno deve essere mantenuta costantemente l’altezza del prato, in modo che sia sempre compresa tra i 3 cm (min) ed i 5 cm (max) con interventi da eseguirsi ogni qualvolta vengano ritenuti tecnicamente necessari. Quindi l’intervento in questione deve essere eseguito secondo la prima modalità (interventi annui) o con la seconda (a manutenzione)?
R: Le prescrizioni su richiamate devono essere lette nel loro insieme. I n. 8 interventi annui dovranno essere organizzati per l’ottenimento dell’obiettivo prestazionale contenuto nell’Allegato 4 del Capitolato di gara.

 

51.D) In merito ai requisiti richiesti alla Sezione 1 - punto 1.2 “Requisiti relativi alla capacità economica e finanziaria” lett. F2) – servizi analoghi all’ausiliariato - del Disciplinare di gara e alla richiesta e risposta al quesito 20.D) si chiede di confermare quanto segue: dato il rimando alle risposte dei quesiti n. 7, 10 e 12, per i quali la Stazione Appaltante da risposta affermativa, si chiede di confermare che rientrano nei servizi analoghi anche:
¿ gestione completa di asili nido,
¿ assistenza ad alunni disabili,
¿ gestione completa centri diurni anziani e disabili,
¿ assistenza domiciliare,
¿ assistenza a persone, sia adulti che minori, in situazione di disagio.

R: Si

 

52.D) Per quanto concerne le migliorie proposte di cui alle voci di punteggio 4-b e 4-c, quali sono le frequenze minime annue?
R: Gli interventi di cui alle proposte migliorative in oggetto dovranno essere rese secondo le regole dell’arte, in modo da assicurarne l’efficacia e nel rispetto delle normative vigenti.

 

53.D) Alla voce di punteggio 1-D i modelli previsti dall'allegato 3 rientrano nelle 20 pagine previste per l'offerta tecnica? Inoltre, tali modelli devono essere compilati per tutti i plessi del lotto OPPURE bisogna attenersi alla compilazione della SOLA struttura standard riportata nel modello?
R: I modelli previsti nell’allegato 3 al Disciplinare di gara non rientrano nelle 20 pagine dell’offerta tecnica, pertanto andranno allegati. La compilazione si riferisce alle sole strutture, nido e scuola dell’infanzia, standard per ricettività e orario di funzionamento.

 

54.D) Il modello di cui all'appendice 1 va presentato in allegato all'offerta tecnica?
Il modello di cui all'appendice 1 va compilato per tutti i plessi del lotto?

R: Si, il modello di cui all’Appendice 1 dovrà essere allegato all’offerta tecnica. Il modello deve essere compilato per ciascun plesso del lotto di gara per cui si partecipa.
Vedasi anche risposte ai quesiti 26 e 46.

 

55.D) Alla sezione 4 del Disciplinare di gara, in relazione alla comprova del requisito di cui al punto III.2.3 lett. L del Bando di gara è richiesta la presentazione di copia autenticata del libro unico del lavoro, ai sensi del D.L. 112/08 convertito con la L. 133/08, nella parte da cui si evinca il numero medio annuo dei dipendenti e il numero dei dirigenti impiegati negli ultimi tre anni. Si precisa che per scelta aziendale le informazioni in questione sono contenute in due documenti separati, uno contenente il calendario delle presenze del lavoratore e l’altro il cedolino paga.
Si chiede pertanto se il requisito in parola può essere dimostrato presentando il documento denominato “Riassuntivo cedolini” contenente i totali dei cedolini paga emessi per i lavoratori, suddiviso per mese, da cui è desumibile il numero dei lavoratori e dirigenti elaborati. Si chiede, inoltre di poter presentare tale documento senza l’autentica notarile ma con la sola dichiarazione di conformità sottoscritta dal legale rappresentante.

R: Si ritiene che il requisito in parola possa essere dimostrato anche attraverso la presentazione della documentazione ivi indicata nei limiti in cui tali altri documenti abbiano i medesimi contenuti richiesti dal bando per provare il possesso del requisito. Rimane invariata la necessità di esibire la documentazione in copia autentica a norma di legge.

 

56.D) Si chiede di confermare che il punto 1.6 del Disciplinare di gara debba essere interpretato, coerentemente al disposto dell’art. 92, comma 2, del DPR 207/2010, nel senso che i requisiti di cui ai punti 1.2 sub F (fatturato pregresso di ausiliariato e ristorazione), 1.2 sub F1 (titolarità di OS24) e 1.2 sub F” (iscrizione alla fascia di pulizia e disinfestazione) debbano essere posseduti da tutte le imprese dell’RTI, nella misura minima indicata, solo qualora l’ATI sia di tipo orizzontale, mentre qualora l’ATI sia di tipo verticale, ognuna delle società partecipanti alla stessa debba essere titolare integralmente ed esclusivamente del requisito inerente l’attività che andrà ad eseguire (ausiliariato, ristorazione o pulizia).
R: Vedasi risposta al quesito n. 13.

 

57.D) Nel caso in cui sia ammessa l’ATI di tipo verticale, si chiede di confermare che quanto richiesto al punto 1.5 ovvero “che ogni componente del RTI deve rendere dichiarazione in merito ai fatturati di cui ai punti F-F1-F2” in realtà vada interpretato con “ognuno rende la dichiarazione in base al servizio che svolge rimandando a prendere visione dei dati mancanti alla dichiarazione di competenza delle altre mandanti”.
R: Vedasi risposta al quesito n. 13.

 

58.D) È corretta l’interpretazione secondo la quale, nella compilazione del Modello Organizzativo Operativo (Allegato n. 3 al disciplinare), in particolare nella sua parte relativa al “Nido Standard”, bisognerà tenere in considerazione la percentuale media di assenza dei piccoli utenti, pari al 22%, alla quale la Stazione Appaltante fa riferimento all’interno del Capitolato di Gara?
R: Si rinvia ad una attenta lettura degli atti di gara, in particolare della Sezione 7 del Disciplinare e del paragrafo 6.2.3.1 del Capitolato di gara.

 

59.D) Sempre con riferimento al Modello Organizzativo Operativo, stavolta alla sua parte relativa alla “Scuola Infanzia Standard”, è corretta l’interpretazione secondo la quale solo chi offre un rapporto ausiliario/sezioni, nel paragrafo 1b) dell’Offerta Tecnica, almeno pari a 1/2 possa compilare tale Modello inserendo più di un operatore?
R: No, tutti i concorrenti dovranno compilare i modelli organizzativi/operativi riferiti alle strutture nido standard e scuola d’infanzia standard.

 

60.D) È corretta l’interpretazione secondo la quale, per soddisfare il requisito di qualificazione di cui al punto 1.2 sub F2, possono essere intesi come servizi analoghi all’ausiliariato, dei contratti aventi ad oggetto l’esecuzione di “servizi di trasporto scolastico”?
R: No.

 

61.D) È corretta l’interpretazione secondo la quale, per soddisfare il requisito di qualificazione di cui al punto 1.2 sub F2, possono essere intesi come servizi analoghi all’ausiliariato dei contratti aventi ad oggetto l’esecuzione di “servizi di trasporto scolastico ed assistenza su scuolabus”?
R: Si, ma solo per la parte di servizio di assistenza al trasporto scolastico.

 

62.D) Nel Disciplinare p.24 al punto 1d.1 è richiesto di rispondere al seguente punto “Articolazione del personale nell'orario di funzionamento della struttura”. Con Chiarimento n° 27 è stato confermato che la valutazione di tale sub-criterio verrà effettuata esclusivamente sulla base della compilazione dell’Allegato 3. Si chiede conferma che tale Allegato 3 sarà compilato, così come indicato al proprio interno, solo ed esclusivamente per 1 “Nido Standard” ed 1 “Scuola Infanzia Standard”.
R: Si, vedasi anche risposta al quesito n. 53.

 

63.D) Con Chiarimento n°26 è stato chiarito che “L’organico impiegato per l’espletamento dei servizi richiesti, per tutta la durata dell’appalto, deve essere dichiarato in fase di offerta dal Fornitore con l’utilizzo del Modello di cui all’Appendice 1)”. Si chiede conferma tale modello andrà inserito al punto 1.d dell’offerta tecnica.
R: Vedasi risposta quesito n. 54.

 

64.D) Nell’Allegato 2 al Disciplinare di gara “Prezzi”, Blocco 1 Pulizia e Disinfestazione, sono riportati, tra gli altri, i prezzi a base di gara della derattizzazione.
Nell’Appendice 1 al Capitolato di gara, la tabella “Organigramma e Organizzazione del personale” riporta le colonne per i servizi: di pulizia, di ausiliariato, di ristorazione nidi, di assistenza al trasporto scolastico, di manutenzione delle aree a verde, di disinfestazione. E’ corretto ritenere che i dati da inserire nella tabella dell’Appendice 1, colonna “Servizio disinfestazione”(nr addetti e monte ore) sono riferiti alla disinfestazione (offerta come migliorativa) e che, pertanto, i dati relativi alla derattizzazione siano inclusi nella colonna del “Servizio di Pulizia”?

R: No, in tale schema i contenuti della sezione “Servizio di Disinfestazione” (nr addetti e monte ore) devono essere compilati con i dati, per ciascun plesso che rientra nel lotto di partecipazione alla gara, riferiti alle attività di derattizzazione. Si invita ad una rilettura del paragrafo 6 del Capitolato e dell’Allegato 3 recante “Modalità e tempi di esecuzione del servizio di pulizia e disinfestazione”.

 

65.D) Nell’Allegato A al Progetto a base di gara, nel computo delle ore per il servizio di ausiliariato non sembrano esserci ore di tale attività da svolgere nelle scuole d’arte e mestieri. Poiché nel Capitolato di gara, pag. 37 e 38, sono indicate specifiche attività ordinarie di ausiliariato da svolgere nelle scuole d’arte e mestieri, si chiede di chiarire se trattasi di refuso.
In caso contrario si chiede di evidenziare dove siano state computate le ore.

R: Data la scarsa rilevanza quantitativa delle attività in parola rispetto al complessivo dei due lotti di riferimento, tenuto anche conto del diverso orario di funzionamento delle scuole d’arte e mestieri, le attività ordinarie di cui trattasi sono da considerarsi nell’ambito dell’organizzazione e articolazione dell’intero servizio di globalservice che il concorrente elaborerà nell’offerta.

 

66.D) E’ confermato che sia sufficiente effettuare un solo sopralluogo in una struttura nido ed in una struttura dell’infanzia all’interno di uno qualsiasi dei municipi e che quest’unico sopralluogo sia valevole per la partecipazione a tutti i lotti oggetto di gara?
R: Si, vedasi anche risposta al quesito n.5

 

67.D) Si chiede di specificare se il numero di ore/giorno di personale ausiliario per il servizio nido da considerare ai fini della formulazione dell’offerta tecnica ed economica come indicato all’Allegato A blocco ausiliariato tenga conto dell’assenze medie dei bambini frequentanti.
R: Si rinvia alla lettura del paragrafo 6.2.3.1 del Capitolato Speciale di gara. 

 

68.D) Con riferimento a quanto dichiarato all’art. 6.2.3.1 “Determinazione del Canone” del Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale in merito alla “circostanza che sono attualmente in servizio n. 213 dipendenti capitolini con la qualifica di OSES” si chiede di specificare se le ore erogate da tale personale siano incluse oppure aggiuntive rispetto al fabbisogno di ore/giorno di personale ausiliario dichiarato all’Allegato A blocco ausiliariato.
R: Gli atti di gara sono chiari. Le ore indicate nell’Allegato A per il blocco ausiliariato sono al netto delle ore di servizio svolto dai n. 213 dipendenti capitolini con la qualifica di OSES.

 

69.D) Le lavastoviglie, ai fini del servizio di ristorazione nei nidi, sono già disponibili oppure, al contrario, devono essere messe a disposizione dell’aggiudicataria dell’appalto?
R: Si rinvia alla lettura del Capitolato Speciale di gara, paragrafi 6.4 e 6.4.1, e al paragrafo dell’Allegato 5 dedicato all’allestimento dei refettori e al lavaggio delle stoviglie.

 

70.D) Come si compila il modello Appendice 1 al Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale recante “Organigramma e organizzazione del Personale”?
R: Il modello è composto da una tabella articolata in sei colonne recanti: Plesso/Linea (da intendersi di trasporto), Indirizzo, Personale distinto per qualifica, N. addetti, Monte ore giornaliero e Timing operativo giornaliero. Quest’ultima colonna è suddivisa in quattro colonne, ciascuna dedicata alle singole attività che costituiscono il servizio di globalservice.
La compilazione dovrà rappresentare l’organigramma e l’organizzazione del personale con cui il fornitore assicurerà le diverse attività che costituiscono il servizio di globalservice in relazione al lotto per cui concorre.
Va da sé, inoltre, che la tabella potrà essere arricchita con eventuali altre righe utili alla migliore compilazione.
Per completezza si rinvia, inoltre, alla lettura delle precedenti FAQ già pubblicate e riferite all’Appendice 1. 


 

(ultimo aggiornamento 01.09.2015)

 

 


Invia questo articolo