Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Categoria1__Notizie

Regolamento Circoli di lettura nei luoghi di lavoro

(approvato con  la Deliberazione ISBCC n. 48 del 30.10.2015)

 


Art. 1
. Il circolo di lettura che nasce in un luogo di lavoro è formato da un gruppo di persone che amano leggere e desiderano riunirsi fuori dall’orario di servizio per parlare e discutere insieme di libri che hanno letto, scoprirne punti di vista diversi e condividere opinioni. Può essere un modo per creare coesione e affinità tra colleghi, per alimentare curiosità culturali, creare un circuito di idee e contribuire quindi al benessere aziendale;
 


Art. 2
. Si possono iscrivere al circolo, su proposta di uno dei partecipanti e ampio consenso del gruppo, tutti coloro che con qualunque qualifica o ruolo condividano lo stesso ambiente lavorativo;
 


Art. 3
. Ogni circolo può essere costituito da un minimo di 5 ad un massimo di 30 persone ed è coordinato da uno dei partecipanti proposto dal circolo o per autocandidatura. Il suo compito di coordinamento dura per un arco di tempo deciso dai partecipanti al circolo e consiste, oltre alla registrazione aggiornata degli iscritti, nella cura delle informazioni interne e nel raccogliere le proposte di lettura per individuare le preferenze;
 


Art. 4
. Il circolo si autodetermina nella modalità di lettura - individuale, collettiva, incontri con l’ autore - e nelle modalità di incontro, a seconda della disponibilità o meno di un luogo all’interno del posto di lavoro;
 


Art. 5
. Supporto e riferimento per i circoli è la biblioteca civica territoriale, a seguito di specifico accordo con la stessa, che, una volta registrata l’esistenza del circolo, mette a disposizione i suoi servizi, facilita l’acquisizione dei testi da leggere e, attraverso la bibliocard, offre agevolazioni nell’eventuale acquisto degli stessi e nella fruizione delle diverse iniziative culturali cittadine;
 


Art. 6
. La registrazione ad una Biblioteca del Sistema Biblioteche di Roma offre la possibilità di partecipare al Premio Biblioteche di Roma e votare insieme ai circoli dei lettori delle Biblioteche, secondo tempi e modalità da individuare, previo accordo con la biblioteca di riferimento territoriale e con gli uffici istituzionali preposti;
 


Art. 7
. La collaborazione tra Biblioteche del territorio e circoli di lettura consolida e allarga il circuito dei lettori forti, creando una attività stabile di promozione della lettura e offrendo una più definita identità all’ampio numero di volontari del libro che danno vita ai circoli.

  

6 NOVEMBRE 2015 - LC


Invia questo articolo