Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Eventi e Pubblicazioni
Categoria1__Notizie
Data__09/11/2015
Data__2015

C40 Rio De Janeiro. Primo workshop

Nei giorni 10-13 novembre 2014 si è tenuto a Rio De Janeiro (Brasile) il primo workshop di C40 (Cities Climate Leadership Group) dedicato alle tematiche del Climate Change Risk Assesment, ovvero tutte quelle tematiche relative ai rischi naturali connessi ed incrementati dai cambiamenti climatici in atto, tra cui frane, alluvioni, sprofondamenti, allagamenti e dissesti vari.

 

Presentazione (UK)

 

Al network hanno partecipato diverse città del Mondo, mentre al workshop di Rio De Janeiro erano presenti i rappresentanti di Rio De Janeiro e Sao Paulo (Brasile), Buenos Aires (Argentina), New York (USA), Vancouver (Canada), Mexico City (Messico), Johannesburg (Sud Africa), Dar es Salaam (Tanzania), Barcelona (Spagna) e Roma.

Il workshop si è tenuto presso la “sala crisi” del “Centro da Operaçao de Rio De Janeiro” un edificio in cui è collocata una modernissima sala operativa con decine di operatori tecnici facenti parte dei Dipartimenti e delle 30 Agenzie e che contribuiscono al governo della Città (società dei trasporti, acqua, corrente, gas, soccorsi, polizia etc.) attiva 7 giorni su 7, h24, e con ben tre briefing giornalieri tra i responsabili delle varie Agenzie presenti. Nella sala operativa si ha il completo controllo della città, attraverso la messa in rete delle oltre 300 telecamere installate nei punti più nevralgici, e degli operatori sul territorio, che sono sempre ben individuabili su un sistema informativo territoriale, grazie alla loro posizione determinata tramite il proprio cellulare. Dal centro operativo vengono controllati in tempo reale i dati che provengono dai molteplici strumenti installati per monitorare i dati climatici e il livello dei corsi d’acqua.

Alla città di Roma era stato chiesto di presentare, tra le azioni che l’Amministrazione sta ponendo in essere per far fronte alle emergenze e ai rischi geologici, in particolare, la costituzione e la futura organizzazione del Tavolo Interdipartimentale dei Geologi, primo passo verso l’istituzione di un vero e proprio Servizio Geologico di Roma Capitale. La presentazione è stata molto apprezzata dal gruppo perché riguardava uno degli aspetti cruciali, comuni a molte città del network, ossia la difficoltà di garantire un’azione trasversale tra le varie strutture dell’Amministrazione, coordinata, consapevole e tecnicamente valida di fronte alle tematiche di resilienza e di risposta ai dissesti, accentuati anche dai cambiamenti climatici. E’ emerso infatti, dallo scambio di opinioni tra i vari delegati, come sia necessario che le tematiche della resilienza e di difesa del suolo, poiché trasversali e multidisciplinari, debbano essere sovraordinate rispetto all’organizzazione rigida tipica in dipartimenti e/o agenzie, e sotto la diretta direzione delle maggiori autorità a capo del governo della città.

In conclusione, rispetto alla nostra città, dall’esperienza positiva del workshop, e dal confronto con altre importanti realtà metropolitane, emerge ancora più evidente come non si possa più prescindere dalla definizione di una cabina di regia unica e sovraordinata rispetto all’organizzazione dipartimentale, legata al tema della resilienza e alla gestione e alla mitigazione dei rischi naturali come vuole essere il costituendo Tavolo Interdipartimentale dei Geologi. In tal senso la partecipazione di Roma al network C40 e al progetto 100 Resilient Cities costituisce un’opportunità davvero unica di confronto, ma allo stesso tempo anche un’occasione di far valere le proprie azioni come esempio di buone pratiche per le altre città.

 

Galleria Fotografica


Invia questo articolo