Sezioni del portale

Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Struttura Organizzativa
Categoria1__Struttura Organizzativa
/ Dipartimento Politiche Abitative
Categoria2__Dipartimento Politiche Abitative

 

 

 

La legislazione sull’edilizia residenziale pubblica (ERP) affonda le prime radici all’inizio del secolo scorso, con la Legge Luttazzi nel 1903, una legge che consentiva di costituire  l’istituto dello ICP (istituto Case Popolari) per la creazione di abitazioni per i meno abbienti. La legge attribuiva per la prima volta ai comuni il compito di realizzare abitazioni popolari nell’ambito delle prime politiche municipali per i servizi pubblici.

Ma è dal dopoguerra che la questione della casa popolare e dell’edilizia pubblica si afferma, attraverso la creazione dello Stato Sociale derivante dalla Carta Costituzionale.

Infatti, dalla Carta Costituzionale si desume indirettamente un diritto all’abitazione come precondizione essenziale per la realizzazione dei diritti fondamentali dell’individuo. La stessa Costituzione, non prevede un esplicito Diritto all’Abitazione in senso stretto, in quanto  tale diritto si sostanzia attraverso un complesso normativo costituzionale. Su questo tema anche la giurisprudenza  del Giudice delle leggi si è espressa più volte in merito, definendo il diritto all’abitare  un diritto sociale nonché un diritto inviolabile dell’uomo.

Comunque è  dagli anni 50 in poi che lo Stato Italiano è più volte intervenuto  sulla materia in questione: nel 1949 INA-Casa ( legge Fanfani), poi il Piano Gescal (1963-1973) e nel 1971 con la legge n° 865, trova nelle politiche dell’ERP  il suo apice di riferimento nel  Ministero dei Lavori Pubblici e nel CER(Comitato Edilizia Pubblica) trasformando gli Istituti Case Popolari (IACP) da Enti Pubblici Economici ad Enti Pubblici non Economici, con prevalenza  dell’attività pubblico-assistenziale, ma pose anche degli obiettivi che hanno inciso su tutta l’edilizia economico-popolare.  Le leggi n° 865/71 e la n° 457/78 hanno, poi, effettuato il decentramento di alcune funzioni dallo Stato alle Regioni, ma non hanno apportato sostanziali modifiche all'assetto degli enti pubblici che svolgevano funzioni di edilizia residenziale pubblica(ERP).

 E’  negli anni 90, per la carenza di risorse, che si  arriva  al momento per l'ente pubblico di  compiere una metamorfosi, ovvero di essere in grado di operare con i criteri di economicità e di efficienza tipici dell'impresa privata, quindi emerge la necessità di fornire gli enti preposti allo sviluppo delle politiche di edilizia residenziale pubblica (ERP)  dei mezzi necessari al raggiungimento degli obiettivi. Siamo così giunti alla riforma che trasforma gli istituti  IACP  in  Aziende Territoriali per l’Edilizia Residenziale pubblica (ATER). Per quanto riguarda la Regione Lazio, a seguito del decentramento delle competenze politiche-amministrative, nello specifico  perviene con la legge regionale n.30 del 3 settembre 2002, a trasformare l'Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Roma in due Aziende Territoriali per l'Edilizia Residenziale Pubblica (ATER)  il cui ambito territoriale coincide col territorio del Comune di Roma (ATER del Comune di Roma) ed a quello della Provincia (ATER della Provincia di Roma).

 

In questo quadro normativo, al Dipartimento Politiche Abitative del Comune di Roma sono attibuite specifiche competenze che consistono: nel redigere la graduatoria dei Bandi ERP (edilizia residenziale pubblica); nel far scorrere le graduatorie attraverso le assegnazioni agli aventi diritto; effettuare  i cambio alloggio;  recuperare gli alloggi ERP  occupati  senza titolo; controllare i requisiti  reddituali, patrimoniali e anagrafici che legittimano la detenzione dell’alloggio  da parte di chi vi abita; stabilire assegnazione in regolarizzazione (sanatorie) di alloggi di ERP occupati abusivamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiornato al 07/10/2016

 

Pubblicato il 24/08/2016


Elenco dei servizi

ATTIVITA' UFFICIO:

 

Con la Determinazione Dirigenziale n. 725 del 31/12/2012 è stato indetto il Bando Pubblico Generale di concorso (di seguito denominato Bando 2012), ai sensi della Legge Regionale 6 agosto 1999, n.12 e dell’art. 1 del Regolamento Regionale 20 settembre 2000, n. 2, per l’assegnazione in locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà o comunque nella disponibilità di Roma Capitale; attraverso la ricezione delle domande inviate tramite Raccomandata A/R o PEC viene istruita la pratica e inserita nel programma apposito che, sulla base dei dati inseriti, genera il punteggio e la lettera di comunicazione dell’esito che successivamente verrà notificata tramite Raccomandata A/R all’utente.

Le istanze vengono preventivamente esaminate dagli operatori con controlli di tipo anagrafico, reddituale e patrimoniale  seguendo le istruzioni del Regolamento Regionale e ogni sei mesi viene generata la graduatoria aggiornata tramite il database del programma con relativa assegnazione della posizione sulla base delle priorità acquisite sempre secondo il Regolamento Regionale e secondo la Deliberazione  di Giunta Capitolina n. 302 del 25/10/2012.

La graduatoria degli ammessi e degli esclusi viene pubblicata in Albo Pretorio e contemporaneamente sul sito istituzionale alla pagina del Dipartimento Politiche Abitative ed essendo ancora un bando aperto sono ancora possibili aggiornamenti con produzione di nuova documentazione da parte degli utenti e accettazione di nuove domande.

 

 

NORMATIVA:

 

lo Statuto di Roma Capitale (Delibera di Assemblea Capitolina n. 8 del 7/3/2013);

il T.U.E.L. n. 267/2000

Legge Regionale 6 agosto 1999, n.12

Regolamento Regionale 20 settembre 2000, n. 2

DPR 445/2000

Art. 147 bis del T.U.EE.LL di cui al D. Lgs. 18/8/2000, n. 267 e ss.mm.ii.

DGC n. 302 del 25.10.2012
 

 

 

Informazioni, contact center telefonico:

06671073094 - 0667106236 - 06671073556 - 06671073564 - 06671073562

Unità Organizzativa Assegnazione Alloggi e Buono casa (contatti email e telefoni)

 

Ricevimento del pubblico: clicca qui

 

Responsabile Ufficio: Federica Gallo

 

 

                 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiornato al 13/02/2017

Pubblicato il 16/09/2016


 

 

L’Ufficio Assegnazioni e Mobilità Alloggi del Dipartimento Politiche Abitative ha il preciso compito di assegnare agli aventi diritto gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) secondo la graduatoria del Bando 2000 chiusa il 31/12/2010, fino al suo esaurimento.

 

L’Ufficio in questione inoltre, procede all’assegnazione in misura paritaria, agli aventi diritto del Bando 2012, secondo la graduatoria relativa alle domande pervenute entro l’anno 2013, in misura del 50% come da Regolamento Regionale n. 2 del 20 Settembre 2000. Le assegnazioni vengono effettuate, previa verifica dei fascicoli relativi alla famiglia da convocare con aggiornamento dei dati anagrafici, reddituali e patrimoniali, convocando le famiglie presenti in entrambe le graduatorie equamente suddivise a seconda delle disponibilità degli alloggi e secondo gli standard abitativi determinati in mq rapportata al numero dei componenti del nucleo familiare.

Tra le attività specifice del servizio vi è anche l’istruttoria delle domande di cambio individuale e consensuale di alloggi ERP, in cui si verificano i requisiti dei richiedenti per verificarne l’idoneità. I cambi possono essere effettuati nella misura del 2% del totale dei provvedimenti emanati nell’anno in corso.

 

Infine, il servizio dell'ufficio Assegnazione e Mobilità Alloggi si occupa anche del rapporto con l’utenza nei giorni prefissati rispondendo agli accessi degli  atti amministrativi ai sensi della L.241/90 e successive ii mm

 

 

 

 

 

NORMATIVA:

 

Legge Regionale 6 agosto 1999, n.12
Regolamento Regionale 20 settembre 2000, n. 2 - art. 1
Delibera G.C. 757/2004

 

 

 

 

Informazioni, contact center telefonico:

0667106115 -  0667106311 - 06671072572 - 0667106332

Unità Organizzativa Assegnazione Alloggi e Buono casa (contatto email e telefoni)

 

Ricevimento del pubblico: clicca qui

 

BERTONE Carlo (Responsabile di ambito organizzativo)

 

 

 

 

                    

 

 

 

                                                                                                   

 

   

Aggiornato al 13/02/2017

Pubblicato il 03/10/2016

 


 

 

ATTIVITA' UFFICIO:

 

L’Ufficio Sanatorie si occupa delle procedure di assegnazione in regolarizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica occupati abusivamente, sulla base delle normative regionali di riferimento. Il termine ultimo previsto per la presentazione delle domande ai sensi della L.R. 27/2006 era il 19/05/2008: allo stato non è possibile presentare nuove domande sulla base della normativa vigente, in assenza di espressa previsione legislativa al riguardo.

 

 

NORMATIVA:

 

L.R. Lazio n. 33, 26 giugno 1987   L.R. Lazio n. 12 del 06/08/1999  -  L.R. Lazio n. 18 del 04/04/2000  -  Regolamento Regionale n. 2 del 20/09/2000  - L.R. n. 27 del 28/12/2006  -  L.R. n. 11 del 19/07/2007  -   D.Lgs 267/2000

 

 

 

 

Per Informazioni: 0667106321 – 0667106161 – 0667106370 – 06671071451

 

Ricevimento del pubblico: clicca qui

 

Menichelli Maria (Funzionario amministrativo)

 

 

 

 

                                                                                     

 

 

 

 

Aggiornato al   05/10/2016

Pubblicato il  08/07/2016

 


 

ATTIVITA' UFFICIO:

 

 

L’attività posta in essere dall’Ufficio Autotutela è finalizzata al recupero degli immobili di e.r.p. (di proprietà di Roma Capitale) da destinare all’assegnazione secondo il disposto della L.R. 12/1999, riferimento normativo in materia, che, nello specifico, all’art. 15 ne fornisce la disciplina.

L’attività di recupero ha inizio con la segnalazione, da parte di Polizia Locale, Dipartimento Patrimonio o anche anonimamente, di possibili occupazioni abusive, confermate da successivi accertamenti della Polizia Locale di Roma Capitale, a cui lo scrivente Servizio dà seguito tramite l’avvio del procedimento amministrativo per occupazione senza titolo, con contestuale o successiva diffida al rilascio e querela, e formalmente si conclude con la Determinazione Dirigenziale di accesso e sgombero forzoso.

Il recupero degli immobili ha luogo, altresì, mediante riconsegna spontanea degli immobili da parte degli assegnatari/occupanti od eredi.

 

NORMATIVA:

 

Legge Regionale 6.8.1999, n. 12 e successive mm. ii.

Regolamento Regionale 20.9.2000  N° 2 e successive mm. ii.

 

 

 

Informazioni tel. 06 671073287- 06 67106114 – 06 671073458

Fax 06 67106265

pec: protocollo.politicheabitative@pec.comune.roma.it

Ricevimento del pubblico: clicca qui

 

Tomassini Roberto (Funzionario amministrativo)

 

                                                                               

 

 

Aggiornato al 01/08/2016

Pubblicato il  12/07/2016

 


ATTIVITA' UFFICIO:

 

L’ufficio decadenze svolge puntualmente una azione amministrativa  di controllo circa la permanenza dei requisiti in costanza di rapporto, previsti dalla Legge Regionale 6 agosto 1999 n. 12, che legittimano la corretta detenzione dell’alloggio  da parte di chi via abita: controlli reddituali, patrimoniali e anagrafici.

L'Ufficio,quindi, si occupa per quanto concerne gli immobili destinati all'Edilizia Residenziale Pubblica di proprietà dell'Amministrazione Capitolina, delle procedure di decadenza (dall’avvio del procedimento all'emanazione del provvedimento), invece per quanto riguarda gli immobili di proprietà dell' ATER di Roma, l' Ufficio su richiesta dell’ATER medesima, emette il relativo provvedimento di decadenza dall'assegnazione degli alloggi nei confronti dei legittimi assegnatari;

 

 

NORMATIVA:

 

 

Legge Regionale 06 agosto 1999 n. 12. - Regolamento Regionale 20 settembre 2000, n. 2 e successive modifiche ed integrazioni -  Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - Legge Regionale 27/2006.

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni, contact center telefonico:

06671073557- 0667106321

 

Ricevimento del pubblico: clicca qui

 

Menichelli Maria (Funzionario amministrativo)

 

 

 

 

 

 

                                                                               

 

 

 

Aggiornato al   03/08/2016

Pubblicato il 26/07/2016