Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Storia e Monumenti
Categoria1__Storia e Monumenti
/ Un percorso da non perdere
Categoria2__Un percorso da non perdere

UN PERCORSO DA NON PERDERE

Data__15/09/2008
Data__2008
CORTILE CONSERVATOri n

Palazzo Nuovo; Palazzo Senatorio; Tabularium; Palazzo dei Conservatori; Palazzo Caffarelli

II museo pubblico più antico del mondo, fondato nel 1471 da Sisto IV con la donazione al popolo romano dei grandi bronzi lateranensi, si presenta con un volto rinnovato dopo un lungo periodo di restauri. Con un percorso unico che valorizza il colle capitolino come centro del patrimonio culturale della città è possibile visitare i tre Palazzi che delimitano lo spazio michelangiolesco della piazza: sulla sinistra si accede al Palazzo Nuovo, dove in un ordinamento museale di grande fascino, rimasto sostanzialmente invariato dal '700, sono conservate le raccolte di sculture antiche frutto del collezionismo delle grandi famiglie nobiliari dei secoli passati: famosissime le raccolte dei busti di filosofi ed imperatori romani, la statua del Galata morente, la splendida Venere capitolina, l'imponente statua di Marforio e al piano terreno, il bronzo originale della statua equestre di Marco Aurelio.
Percorrendo una galleria sotterranea che attraversa la piazza è possibile raggiungere, con un itinerario di straordinaria suggestione, gli spazi dell'antico Tabularium, che si affaccia con le sue arcate monumentali sul Foro Romano, e i resti del tempio di Veiove incastonati nelle strutture medievali del Palazzo Senatorio, dal XII secolo sede del governo cittadino. Attraverso la stessa galleria si giunge al Palazzo dei Conservatori, con il cortile dominato da sculture monumentali. Al primo piano le sale dell'Appartamento, nucleo originario dell'edificio, sono decorate da splendidi affreschi con le storie di Roma e nobilitate dalla presenza degli antichi bronzi capitolini: la Lupa, lo spinario, il Bruto, la testa colossale di Costantino. Al piano superiore la Pinacoteca Capitolina conserva un'importante collezione di dipinti italiani e stranieri dal tardo Medioevo al Settecento. Tra questi la Buona Ventura e il San Giovanni Battista di Caravaggio e la maestosa pala di S. Petronilla di Guercino. A Palazzo Caffarelli, sede delle esposizioni temporanee, la terrazza panoramica affacciata su Roma ospita il servizio di caffetteria.