Luceverde

Infomobilità

Lavori pubblici per il Giubileo

Sito informativo sul Giubileo

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Assemblea Capitolina
Categoria1__Assemblea Capitolina

ARCHIVIO PRESIDENZA

 

L'On. Mirko Coratti ha rassegnato le dimissioni da Presidente dell'Assemblea Capitolina, con la conseguente decadenza di tutto l'Ufficio di Presidenza

 Il 5 dicembre 2014 è stata eletta Presidente l'On. Valeria Baglio

 

________________________________________

 

Ufficio di Presidenza
On.Gemma Azuni On. Franco Marino On. Mirko Coratti On. Giordano Tredicine On. Dario Rossin

  Gemma

    Azuni

  Franco

  Marino

     Mirko

    Coratti

Giordano

Tredicine

 Dario

 Rossin

 Segretario
   d'Aula

    Vice
Presidente
  Vicario

 Presidente

    Vice
Presidente

Segretario
   d'Aula

 


 


________________________________________

 

Comunicati del Presidente...


Eventi

17/07/2014 - Convegno:Rigenerazione urbana dei territoriFrancesco e la politica

Rigenerazione UrbanaL'associazione 'Rigenera' è lieta di avervi ospiti in Campidoglio in occasione di un interessante convegno dal titolo ‘Rigenerazione urbana dei territori. Identità e autenticità per il futuro di Roma. Presentazione della pubblicazione Urban Ground: Testaccio/Porta Portese, il territorio dell’innovazione’.

 

 

 

 

Relatori:

Francesco Cascino, presidente di Arteprima;

Mirko Coratti, presidente dell’Assemblea capitolina;

Umberto Croppi; Raffaele Giannitelli, presidente dell’ass.ne Urban Ground;

Luigi Tamborrino, ass.ne Territorioroma;

Massimiliano Tonelli, direttore di Artribune, sarà il moderatore dell’incontro.

 

15/07/2014 - I giovani. Papa Francesco e la politica

 

I giovani Papa Francesco e la politicaMartedì 15 luglio 2014

ore 19.00

presso l'Auditorium della Ara Pacis (Via di Ripetta, 190) siete invitati a partecipare all'incontro 'I giovani, Papa Francesco e la politica'

13/03/2014 - PRESIDENTE CORATTI IN OCCASIONE DEL CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA ONORARIA A PAOLO SORRENTINO

 

Foto EventoUn benvenuto in occasione di un’iniziativa decisamente speciale per la città intera. Un’iniziativa che ci rende orgogliosi, in quanto romani, per l’opportunità che ci offre di premiare la cinematografia italiana. Il mio grazie personale a Paolo Sorrentino per averci raccontato in modo tanto intenso la sua Roma. Una Roma che è scrigno di storie, di fantasie e di sogni. Che si offre ad un paesaggio umano da sempre eterogeneo, all’interno di uno scenario che sembra quasi un luogo magico. Una Roma complice che, stratificata nella sua storia, nei suoi miti e nelle sue vicende, mostra la forza e la debolezza di un uomo e di una società in una visione del mondo che incarna perfettamente il nostro tempo. Una pellicola che rompe gli schemi e all’interno della quale spazio e tempo sembrano quasi appartenere ad un’altra dimensione. E’ un film sulla vita, il suo. Un racconto inventato ma allo stesso tempo vero, che mi ha permesso di riconoscermi nelle emozioni dei protagonisti. E questo perché l’idea di bellezza che Paolo ha proposto tocca i concetti di umanità accompagnandosi a quel senso di malinconia che segue l’uomo in molte occasioni della vita. Chissà, forse è stata proprio quella malinconia, mista alla poesia di un ‘sentimentale deluso’ – come ama definirsi Sorrentino – che lo ha saputo ispirare nel racconto di una realtà filtrata dall’immaginazione. Quando il silenzio e i pensieri di Servillo si intrecciano col rumore di un mondo salottiero e superficiale, il protagonista rincorre la vita e la raggiunge nel momento in cui si lascia andare al ricordo di un amore del passato o anche quando ritrova la speranza di tornare a scrivere. E così lascia intravedere la salvezza. Sarà questa la grande bellezza di cui parla Sorrentino? La ricerca di passioni, il bisogno di amore, l’ingordigia di vita che sopravvivono e si manifestano seppure in un mondo fatto di banalità e bassezze.

Foto EventoE poi ancora Roma, che viene ritratta come città seducente e meravigliosa il cui splendore racchiude in sé la forza per uscire dalla mediocrità che ruota intorno al protagonista. Dunque il mio grazie a Paolo perché con il suo lavoro ha acceso la speranza di poter uscire dalla realtà di uomini senza identità, convinto che non si possa e non si debba rinunciare alla bellezza. E che tutti, ognuno immerso nel proprio piccolo mondo, abbiamo il dovere di non trascurarla rispettando così il sacro diritto di poterne godere

 


Archivio

Hanno scritto...

01/04/2014 - Archivio "Hanno Scritto..."


Archivio