Sezioni del portale

Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Struttura Organizzativa
Categoria1__Struttura Organizzativa
/ Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute
Categoria2__Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute
/ Protezione Minori / Progetto CABMF

Progetto CABMF


Attivato nel 1998 nell'ambito del Piano territoriale cittadino Legge 285/97, il progetto CABMF, Centro Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia, è lo strumento dell'Amministrazione comunale per rispondere ai problemi di abuso e maltrattamento delle persone di minore età mediante iniziative realizzate in collaborazione con i servizi e le istituzioni pubbliche preposte alla tutela delle persone di minore età.

Associazione assegnataria: Bambini nel Tempo Onlus.



Da luglio 2009 il progetto è stato implementato con l'affidamento all'Associazione Bambini nel Tempo Onlus di azioni rivolte alla presa in carico presso il CABMF di situazioni di affidamento familiare particolarmente complesse e conflittuali.

A chi si rivolge: Servizi sociali territoriali di Roma Capitale ed altri Enti che operano nel settore, ivi compreso il Tribunale dei Minorenni di Roma.

Servizi offerti:
- consulenza, supervisione e formazione degli operatori dei Servizi Pubblici e del Privato Sociale sui temi della - valutazione, della diagnosi e del trattamento delle varie forme di maltrattamento all'infanzia;
- rafforzamento della rete interistituzionale degli Enti che operano nel settore;
- sostegno alle famiglie in crisi ove vi sia un alto rischio di abuso e laddove la persona di minore età abbia subito un abuso;
- avvio delle procedure previste per il coinvolgimento delle AA.GG.;
- attivazione dello "spazio neutro" finalizzato alla valutazione della relazione genitori-figli;
- accompagnamento e supporto della persona di minore età nell'eventuale percorso giudiziario;
- sostegno specifico alle case famiglia o alle famiglie affidatarie che accolgono la persona di minore età;
presa in carico presso il CBAMF di situazioni di affidamento familiare particolarmente conflittuali.

 

 

Pubblicazione: 03/12/2010