Sezioni del portale

Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Controllo di Regolarità Amministrativa

 

L’art. 3 del D.L. 10 ottobre 2012 n. 174 - convertito, con modificazioni, dalla L. 7 dicembre 2012, n. 213 - ha novellato il D.Lgs. n. 267/2000, introducendo, tra gli altri, il c.d. “controllo successivo di regolarità amministrativa” di cui all’art. 147 bis, commi 2 e 3.

La richiamata normativa prevede, segnatamente, che il controllo di regolarità amministrativa sia “assicurato, nella fase successiva, secondo principi generali di revisione aziendale e modalità definite nell'ambito dell'autonomia organizzativa dell'ente, sotto la direzione del Segretario, in base alla normativa vigente”. Al riguardo, viene precisato che “sono soggette al controllo le determinazioni di impegno di spesa, i contratti e gli altri atti amministrativi, scelti secondo una selezione casuale effettuata con motivate tecniche di campionamento”; le risultanze di tale controllo sono “trasmesse periodicamente, a cura del Segretario, ai responsabili dei servizi, unitamente alle direttive cui conformarsi in caso di riscontrate irregolarità, nonché ai revisori dei conti e agli organi di valutazione dei risultati dei dipendenti, come documenti utili per la valutazione, e al consiglio comunale”.

Con la riforma legislativa, pertanto, viene rimesso al Segretario Generale il compito di procedere all’attivazione di un sistema di controllo finalizzato a verificare, a posteriori, la correttezza e la regolarità delle procedure e delle attività amministrative svolte, in relazione alla conformità ai principi generali dell'ordinamento, alla legislazione comunitaria e nazionale vigente, allo Statuto e ai regolamenti, nonché agli standard redazionali definiti dall'Amministrazione.

In attuazione della citata normativa, Roma Capitale, fin dal 2013 si è dotata di apposito Regolamento, attualmente la disciplina, gli strumenti e le modalità di svolgimento della funzione di controllo all’interno della macrostruttura capitolina sono declinati nel “Regolamento del sistema dei controlli interni” approvato con deliberazione del Commissario Straordinario, con i poteri dell’Assemblea Capitolina, n. 37 del 6 maggio 2016.

In particolare, l’art. 8 del citato Regolamento declina gli indirizzi fondamentali per l’esercizio del controllo successivo di regolarità amministrativa rinviando ad un provvedimento annuale del Segretario Generale l’individuazione delle modalità operative di dettaglio per l’anno di riferimento.


Atti e Provvedimenti



- Regolamento del Sistema dei Controlli Interni (Deliberazione Commissario 
  Straordinario Assemblea Capitolina n. 37/2016)

- Disciplina del Sistema del controllo successivo di regolarità amministrativa
   ex art. 147 bis T.U.E.L., ai sensi della deliberazione n. 12 marzo 2012
   dell'Assemblea Capitolina e piano dettagliato del sistema dei controlli successivi
   di regolarità amministrativa (Determinazione del Segretario Generale n.40 del 26/05/2017
    ed allegati

-  Relazioni finali controllo successivo di regolarità amministrativa

-  Relazione per il Referto del Sindaco sulla regolarità della gestione sull'efficacia e
   sull'adeguatezza del sistema dei controlli interni

 

 

 

 

Data aggiornamento 05/06/2017
 


Archivio atti e provvedimenti