Segnala

BETA
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Portale Beta

Tutte le informazioni di servizio

- Da: Dipartimento Risorse Economiche

9 febbraio 2018

Nota informativa per i titolari/gestori delle strutture ricettive

Contributo di soggiorno - Il ruolo dei gestori delle strutture ricettive - La Resa del Conto Giudiziale - (Modello 21 DPR 194/1996) - Anno finanziario 2017

Nota informativa per i titolari/gestori delle strutture ricettive

I gestori/titolari delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere debbono essere considerati come “Agenti Contabili esterni della riscossione” del Contributo di Soggiorno.

Tale qualifica è connessa allo svolgimento fattuale del maneggio di danaro pubblico, anche a prescindere dal possesso da parte dell’agente di uno specifico incarico al riguardo, gravato o meno da compenso.

E’ proprio il caso del Contributo di Soggiorno, dove il Regolamento disposto da Roma Capitale prevede obblighi di incasso e successivo versamento di quanto dovuto da ogni ospite da parte degli operatori economici nell’esercizio dell’attività ricettiva, compreso l’obbligo di accompagnare tale riversamento con la prescritta comunicazione riepilogativa trimestrale.

Tra i diversi oneri,  l’Agente Contabile ha anche l’obbligo di rendere il conto giudiziale all’Amministrazione, ai sensi della normativa vigente.

Pertanto, con riferimento all'annualità 2017, i gestori/titolari delle strutture ricettive, in qualità di Agenti Contabili esterni, devono presentare  al Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale la Resa dei Conti Giudiziali (Modello 21 DPR 194/1996).

Su questa documentazione, l’Amministrazione effettuerà i necessari controlli, formali e di merito, prima  della loro trasmissione alla Corte dei Conti della Regione Lazio.

Si segnala pertanto la necessità di conservare, nei tempi e nelle modalità previste dalla normativa in vigore, tutta la  documentazione contabile da cui deriva la resa del conto giudiziale espressa nel Modello 21, DPR 194/1996, per metterla eventualmente  a disposizione dell’Amministrazione Capitolina e della Corte dei Conti ai fini di  un riscontro sulle dichiarazioni rese. 

E’ proprio il caso del Contributo di Soggiorno, dove il Regolamento disposto da Roma Capitale prevede obblighi di incasso e successivo versamento di quanto dovuto da ogni ospite da parte degli operatori economici nell’esercizio dell’attività ricettiva, compreso l’obbligo di accompagnare tale riversamento con la prescritta comunicazione riepilogativa trimestrale.

Tra i diversi oneri,  l’Agente Contabile ha anche l’obbligo di rendere il conto giudiziale all’Amministrazione, ai sensi della normativa vigente.

Pertanto, con riferimento all'annualità 2017, i gestori/titolari delle strutture ricettive, in qualità di Agenti Contabili esterni, devono presentare  al Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale la Resa dei Conti Giudiziali (Modello 21 DPR 194/1996).

Su questa documentazione, l’Amministrazione effettuerà i necessari controlli, formali e di merito, prima  della loro trasmissione alla Corte dei Conti della Regione Lazio.

Si segnala pertanto la necessità di conservare, nei tempi e nelle modalità previste dalla normativa in vigore, tutta la  documentazione contabile da cui deriva la resa del conto giudiziale espressa nel Modello 21, DPR 194/1996, per metterla eventualmente  a disposizione dell’Amministrazione Capitolina e della Corte dei Conti ai fini di  un riscontro sulle dichiarazioni rese. 

 

- Da: Dipartimento Risorse Economiche

1 febbraio 2018

Chiusura della cassa tesoriera presso il Dipartimento Risorse Economiche

In vista della prossima chiusura della Cassa Tesoriera UNICREDIT presso gli Sportelli del Dipartimento Risorse Economiche di via Ostiense 131/L (corpo D, 1° piano), si informa la cittadinanza che a far data dal 12 febbraio 2018 non sarà più possibile effettuare pagamenti relativi alle Contravvenzioni presso lo Sportello suindicato ma presso altri sportelli Unicredit.

 

Le Contravvenzioni potranno essere pagate:

- Sul Portale di Roma Capitale su www.comune.roma.it  (anche utenti non identificati);
- Tramite conto corrente postale allegato al verbale;
- Sisal e Lottomatica

 

Per il pagamento dei diritti di accesso ai sensi della L. 241/90 (Ufficio Relazioni con il Pubblico) sarà possibile effettuare il versamento presso gli Sportelli solo con strumenti di pagamento elettronici (bancomat e carte di credito-Circuiti Visa e Mastercard); in alternativa il pagamento dei diritti di accesso sarà possibile presso tutti i Prestatori di Servizi di pagamento attestati sul nodo nazionale PagoPA (elenco completo su www.agid.gov.it).

 

Si rammenta che tutti i cittadini abilitati al Portale di Roma Capitale (persone fisiche e giuridiche) possono accedere al servizio on line Roma Multe per visualizzare le proprie contravvenzioni e gli atti ad esse correlate (es. notifiche).

- Da: Dipartimento Risorse Economiche

25 gennaio 2018

Domande esenzione Tari 2018

Il Regolamento per l’applicazione della tassa sui rifiuti (TARI), all’art. 17, prevede annualmente la possibilità di richiedere l’esenzione a favore di particolari categorie di cittadini.

 

Requisiti per l'ammissione della domanda:

- il richiedente non deve avere debiti concernenti la Tassa sui rifiuti o la Tares maturati alla data del 31 dicembre dell'anno precedente a quello di applicazione dell'esenzione;

- il richiedente deve occupare/condurre l'abitazione per la quale richiede l'esenzione a titolo di abitazione principale;

- il richiedente deve essere in possesso di un valore dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) ordinario (determinato ai sensi del DPCM N. 159/2013) non superiore a € 6.500,00;

 

La domanda di esenzione dal pagamento della tassa sui rifiuti Ta.Ri per l’anno 2018 potrà essere inoltrata, entro il 31 dicembre, attraverso i seguenti canali:

GRATUITAMENTE ON LINE, previa identificazione al portale di Roma Capitale;


Attraverso gli intermediari giuridici (centri di assistenza fiscale, commercialisti, etc).

 

Gli utenti persone fisiche abilitati al portale e gli intermediari giuridici per conto dei loro assistiti fisici, trovano l’apposita funzionalità accedendo alla sezione "Servizi Tributari", disponibile fra l’elenco dei Servizi on-line.

 

E' necessario che l'utente che desideri accedere a questa modalità di presentazione della domanda di esenzione e non sia ancora registrato al portale di Roma Capitale provveda seguendo la procedura prevista, dettagliata nella sezione "Servizi on line – Identificazione al Portale". 

 

Si ricorda che il perfezionamento della procedura di identificazione può richiedere alcuni giorni; si consiglia, quindi, di provvedere alla richiesta con anticipo, rispetto al termine di scadenza di presentazione della domanda.

Si ricorda che l'agevolazione ha effetto per il solo anno per il quale è stata presentata la relativa richiesta.

 

- Da: Dipartimento Risorse Economiche

19 dicembre 2017

Nuovo tasso interesse legale dal primo gennaio 2018

19/12/2017 - Con D.M. 13 dicembre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 dicembre, il Ministero dell'Economia e delle finanze ha fissato allo 0,3 per cento in ragione d’anno, a partire dal 1° gennaio 2018, il saggio di interesse legale. 

 

Tabella storica dei tassi di interesse

 

BACK_TOTOP_TEXT