Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Smart Citizen Wallet: il progetto che premia i cittadini virtuosi

Attraverso l’utilizzo di una App, Roma Capitale  incentiva e premia i comportamenti sostenibili dei city user. Al via la fase di progettazione

La “spinta gentile” per essere parte di una comunità sostenibile

Essere cittadini comporta diritti e doveri, si sa, e dover pagare multe, tariffe o imposte non è mai piacevole, anche se farlo saldando puntualmente il dovuto ci fa sentire in pace con la nostra coscienza, per aver compiuto il nostro dovere di cittadini, così come ci gratifica aver fatto per bene la raccolta differenziata o aver preso la metro, pagando ovviamente il biglietto per evitarci (ed evitare agli altri) un’altra auto con un solo passeggero e aver così contribuito a rendere la vita nell’Urbe più sostenibile. Eppure, a volte sembra che ciò non basti: come se ci dovesse servire anche l’aiuto di una piccola “spinta gentile” (“nudge”) per suggerirci il comportamento più corretto da adottare in ogni occasione.

Sulla base di questa considerazione, Roma Capitale ha cominciato a interrogarsi se sarebbe piaciuto ai cittadini romani poter ricevere piccoli incentivi in cambio di comportamenti virtuosi e sostenibili. Una prima risposta indubbiamente favorevole è arrivata dalla sperimentazione delle “macchinette mangia-plastica” per la raccolta delle bottiglie in PET alla stazioni della metropolitana. Così è sembrata ancora più concreta la possibilità di proporre ai romani, perché no, sconti sull’acquisto di biglietti della metro o del bus, sulla tassa rifiuti o sull’ingresso a mostre, oppure buoni acquisto spendibili presso esercizi commerciali convenzionati della città.
E magari poterlo fare attraverso un’app, per tenere sotto controllo il proprio saldo punti credito in un vero e proprio “borsellino elettronico” e per ricevere informazioni sulle nuove iniziative premianti.

Raffaele Gareri Raffaele Gareri

Smart Citizen Wallet: la piattaforma di premialità dei cittadini

Questo è il concetto che ha portato alla presentazione dello Smart Citizen Wallet, un progetto presentato e premiato nella sua categoria come proposta di studio di fattibilità al FORUM PA 2019: incentivare i comportamenti sostenibili del cittadino grazie ad una piattaforma di premialità, utilizzabile tramite un’app per il cittadino.

 

coppa

Photo by Giorgio Trovato on Unsplash

 

Da questo primo studio si è ora arrivati più concretamente ad una fase progettuale avanzata: attraverso l’ingaggio di partner tecnologici, sarà quindi possibile sperimentare in tempi brevi un’architettura software che permetta l’utilizzo della Carta d’Identità Elettronica come per l’autenticazione dell’utente e come titolo di pagamento per vari servizi offerti dal gruppo Roma Capitale (es. TPL, TARI, ecc.), raccogliendo su una piattaforma di premialità web-based di elevate caratteristiche di affidabilità e sicurezza i “crediti” raccolti per realizzare politiche incentivanti di scontistica o di premi. 
Nel corso della sperimentazione sarà inoltre possibile approfondire le possibili sinergie e le integrazioni a livello tecnologico con altre progettualità smart di Roma Capitale, quali in particolare la Casa Digitale del Cittadino, di cui lo Smart Citizen Wallet potrebbe rappresentare una componente a complemento delle funzionalità di pagamento già previste anche attraverso l’integrazione con PagoPA; l’introduzione del nuovo sistema CRM, che potrà rendere realizzabili in futuro anche campagne di marketing proattivo e/o di fidelizzazione ai sistemi di pagamento cashless di Roma Capitale.
Un’ulteriore tecnologia che si potrebbe sfruttare è la blockchain, che consentirebbe la completa apertura della piattaforma Smart Citizen Wallet in piena sicurezza all’ecosistema cittadino, composto non solo dalle partecipate, ma anche da tutti gli altri operatori economici potenzialmente interessati all’iniziativa.

 

Piano Roma Smart City e Citizen Wallet: due facce della stessa medaglia

Ai significativi passi in avanti fatti alle suddette progettualità di trasformazione digitale si è aggiunta l’approvazione delle Linee Guida per il Piano Smart City, con l’obiettivo di porre al centro i bisogni e le esigenze del city user attraverso il canale digitale e che sancisce alcuni punti-chiave, tra cui: l’attenzione alla sostenibilità; la promozione di partnership pubblico-privata per dare vita a progetti capaci di generare impatti su vasta scala che si rivolgano a cittadini e imprese; la governance dei dati per condividere le informazioni al fine di orientare le decisioni strategiche e gestire i servizi urbani; la valutazione dei risultati; il reperimento di risorse finanziarie.

Alla luce della visione e dell’approccio integrato di cui sopra, Roma Capitale intende perciò adottare un sistema incentivante che consenta di premiare i comportamenti virtuosi dei city user che contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi di uno sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Sono stati inoltre avviati i contatti tra Roma Capitale e la Cashless Society Community, a seguito dei quali si è deciso di includere il progetto “Smart Citizen Wallet” nel percorso della Community attraverso l’avvio di un apposito tavolo di lavoro multistakeholder, per sperimentazioni a livello locale focalizzate sulla diffusione dei pagamenti elettronici e sulla valorizzazione dei benefici ad essi associati.

 

Smart Citizen Wallet di Roma Capitale per una Community Cashless Society

 

salvadanaio

Photo by Damir Spanic on Unsplash

 

Per dare seguito all’attività, Roma Capitale ha potuto giovarsi delle best practice rilevate dalla Community nelle attività condotte con altri grandi Comuni aderenti, traducibili in:

  • agire sulla sensibilizzazione dei cittadini circa le modalità di pagamento disponibili su pagoPA;
  • promuovere un percorso di cambiamento culturale come elemento integrante della trasformazione digitale;
  • lavorare sulla formazione interna dedicata ai dipendenti delle PA (da accompagnare in questa fase di transizione, anche attraverso la condivisione degli obiettivi sulla digital transformation dell’ente pubblico);
  • utilizzare pagoPA come leva per attivare il concetto di cittadinanza digitale;
  • alimentare il circolo virtuoso di offerta di servizi da parte della PA e domanda da parte dei cittadini attraverso pacchetti integrati di servizi sinergici;
  • mettere a sistema le risorse e competenze disponibili nel pubblico e nel privato.

Tale percorso ha quindi permesso di individuare con maggior precisione l’obiettivo di posizionamento del prodotto-servizio Smart Citizen Wallet come “Il salvadanaio dei city-user di Roma Capitale”, incrementando le transazioni cashless attraverso uno strumento unico che eviti una frammentazione sul territorio, risultando flessibile ed attrattivo verso gli utilizzatori e l’iniziativa potrà così essere replicata anche da altre città italiane interessate, una volta messo a sistema e raggiunta la necessaria massa critica per essere attrattivo per i circuiti di pagamento elettronico più diffusi.

Torna all'inizio del contenuto