Sezioni del portale

Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home / Struttura Organizzativa
Categoria1__Struttura Organizzativa
/ Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane
Categoria2__Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane
/ Valutazione della Performance / Piano della Performance 2012-2014 / 2. La performance 2012: contenuti e valutazioni / 2.4 Prospettive di miglioramento

2.4 Prospettiva di miglioramento


A seguito della chiara classificazione e distinzione dei contenuti del Piano esecutivo di gestione in attività corrente e attività di sviluppo, il Piano della performance 2012-2014 si mostra sostanzialmente semplificato se confrontato a Piano 2011-2012, pertanto, maggiormente fruibile e comprensibile.


Anche gli strumenti di misurazione hanno un impianto definito dal punto di vista metodologico e concettuale, ma da perfezionare rispetto all’adeguatezza, in termini di completamento, attendibilità e certificabilità, del sistema delle misure e dei correlati indicatori.


In relazione a quanto sopra, la principale azione di miglioramento concerne il perfezionamento degli strumenti di misurazione, che richiede la creazione di un sistema organico e univoco di misure e indicatori rappresentativo e attendibile, sia in sede di programmazione, sia in fase di monitoraggio e di valutazione della performance.


Appena completata l’attività di sistematizzazione delle misure/indicatori già in corso, la matrice servizi/indicatori (Rif. par. 2.1-Attività corrente), i Progetti di sviluppo e relativi obiettivi gestionali (Rif. par. 2.2 – Attività di sviluppo), in futuro, potranno rappresentare al meglio la performance delle strutture e dell’Ente nel suo complesso.


Il Progetto di Ente n. 1: “Completamento e messa a regime del modello di gestione del ciclo della programmazione e controllo di Roma Capitale” (Rif. par. 2.2) ha, l’obiettivo di pervenire alla definizione di un “sistema unico delle misure/indicatori”, nonché delle modalità di gestione degli stessi, individuando le regole di raccordo delle basi dati e degli strumenti utilizzati per il loro trattamento, in modo da stabilire una fonte univoca delle informazioni e dei dati utili alla programmazione, pianificazione, monitoraggio, misurazione e valutazione della performance.


Tale attività è attualmente in corso e ci si attende possa contribuire, oltre alla più puntuale definizione dei livelli di performance attesi, anche a una maggiore chiarezza nella comunicazione e informazione ai cittadini, facilitando le verifiche e le valutazioni a consuntivo, sia da parte degli Organi dell’Amministrazione e sia da parte della cittadinanza.


Le azioni in argomento sono anche collegate all’integrazione della programmazione economico – finanziaria con la programmazione e pianificazione delle attività, degli obiettivi e dei progetti, ovvero la puntuale determinazione delle risorse assorbite dagli stessi progetti, attività e obiettivi, consentendo una trasparente valutazione dei costi sostenuti e dei benefici conseguiti.


Nel prossimo futuro, inoltre, occorre perfezionare il sistema complessivo dei controlli interni, quale condizione propedeutica al completo presidio dell’andamento del ciclo della performance, attuando le recenti normative in materia, che sono incisivamente cambiate.


La possibilità di migliorare l’azione amministrativa, al fine di soddisfare le esigenze e le aspettative di servizio pubblico dei cittadini e delle imprese, è strettamente correlata alla bontà degli strumenti di misurazione, monitoraggio e controllo.


Il miglioramento dei livelli di performance e dei correlati procedimenti ha carattere permanente, pertanto, l’Amministrazione deve costantemente confrontarsi con i processi di innovazione gestionale, organizzativa e tecnologica che aiutino a far fronte alla costante riduzione delle risorse pubbliche, per non mettere a rischio il livello dei servizi erogati.
 

 

Data ultimo aggiornamento 31/10/2012