Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Conoscere i rischi
Categoria1__Notizie

Rischio incendio boschivo

L’incendio è un fenomeno di combustione non controllata di materiali generici; può essere provocato da cause naturali (autocombustioni, fulmini) o per mano dell'uomo (incendio doloso).

 La combustione è una reazione chimica tra un corpo combustibile e un corpo comburente. Combustibile può essere il legno, la carta, il petrolio, gas combustibile. Il comburente che interviene in un incendio è l’aria o, più precisamente, l’ossigeno presente.

 

Gli incendi possono svilupparsi in luoghi aperti, strade o più diffusamente in aree verdi come parchi o boschi, ma anche in locali chiusi.

 


Classificazione degli incendi in base alla loro origine:


Incendi naturali

sono causati da eventi propri della natura e quindi inevitabili, come i fulmini, eruzioni vulcaniche, etc.

Incendi colposi o involontari

sono causati da comportamenti umani non finalizzati alla specifica volontà di arrecare danno. La colpa si configura quando si opera con negligenza, imprudenza o imperizia, spesso in violazione di norme e regolamenti.


Incendi dolosi o volontari

esprimono la deliberata volontà di arrecare danno al bosco e all'ambiente.


Incendi dubbi

sono quelli per i quali non è possibile l'attribuzione certa di una causa.


Incendio boschivo

Per incendio boschivo si intende un fuoco con suscettività ad espandersi su aree boscate, cespugliate o arborate, comprese eventuali strutture e infrastrutture antropizzate poste all'interno delle predette aree, oppure su terreni coltivati o incolti e pascoli limitrofi a dette aree (art. 2 della, Legge 21 novembre 2000, n. 353).

 

La Protezione Civile, nell’ambito della prevenzione antincendio, sia boschivo che di interfaccia od urbano, ha installato dal 2000 ad oggi più di trecento colonnine di idranti antincendio, ad uso dei Vigili del Fuoco, del Servizio Antincendio Comunale e delle Associazioni di Volontariato impegnate nella campagna antincendio.
 

Particolare attenzione è stata rivolta al 13° Municipio , dove sono stati installati 31 idranti a colonnina e ulteriori 7 sono in procinto di essere installati. In questo Municipio l’area della Riserva Naturale di Castel Fusano è abitualmente frequentata nel periodo estivo dal turismo locale, e spesso soggetta ad una miriade di piccoli focolai dovuti ad incuria o distrazione dei turisti, che se non prontamente spenti rischiano di divenire veri e propri incendi devastanti, come ci racconta la storia della Pineta di Castel Fusano.


Anche se il numero di idranti installati ed il lavoro fino ad ora svolto ha portato ottimi risultati, non è da considerarsi comunque esaustivo in riferimento al gran numero di siti strategici presenti sul territorio comunale, così come sottolineato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

 

 


Invia questo articolo